0

Il video di LibreItalia per il LinuxDay 2014

LibreItalia ha realizzato un interessante video destinato ad esser proiettato durante gli eventi del LinuxDay 2014 nel quale viene illustrato il progetto LibreOffice e le migrazioni fino ad ora compiute.
Voce narrante delle slide è +Italo Vignoli, fra i fondatori del progetto LibreOffice e presidente onorario di LibreItalia (potete leggerne avere maggiori info su di lui qui e qua).
Buona visione e mi raccomando, fate girare!

 

0

Guida Ubuntu 14.10: cosa fare dopo l'installazione

 

0

GNOME Shell Extension Installer in Linux

GNOME Shell Extension Installer è un’utile tool che ci consente di cercare ed installare estensioni in Gnome Shell direttamente da terminale.

GNOME Shell Extension Installer
Una delle principali caratteristiche di Gnome Shell è la possibilità di includere nuove funzionalità e personalizzazioni varie tramite estensioni dedicate. Come per un moderno browser, potremo installare facilmente nuove estensioni direttamente dal portale extensions.gnome.org e gestire dal web oppure da Gnome Tweak Tool. Possiamo effettuare ricerche ed installare estensioni di Gnome Shell direttamente dal nostro terminale, senza quindi utilizzare nessun browser, grazie al nuovo tool GNOME Shell Extension Installer.

Continua a leggere…

 

 

0

Marco's Box I/O 31+32

I pianeti del sistema solare messi in fila stanno comodamente nella distanza Terra-Luna [Sploid]
  • I proprietari del nome a dominio ebola.com vogliono 150.000 dollari per cederlo (sono anche orgogliosi possessori di fukushima.com e birdflu.com) [Factually]
  • Facebook cerca sul “dark web” password rubate per notificare gli utenti nel caso trovi qualche corrispondenza [The Verge]
  • Soundreef è una startup italiana che vuole combattere il monopolio SIAE per quanto riguarda l’incasso dei diritti d’autore: il tribunale di Milano ha affermato che lo può fare [Repubblica]
  • Un ricercatore americano sta cercando di recuperare e ricostruire le prime foto satellitari dei ghiacciai antartici, risalenti alla missione Nimbus dei primi anni ’60 [The Verge]
  • La BBC realizza un ‘videogioco’ educativo per imparare i concetti alla base della programmazione simile a Scratch ma basato su Doctor Who ed i Dalek [The Register]
  • Un errore di programmazione ha causato in Aprile l’impossibilità di raggiungere il servizio di emergenza 911 negli Stati Uniti [The Verge]
  • Google adesso supporta l’autenticazione via token fisico [The Verge]
  • Su Kickstarter è apparsa la Hendo Hoverboard, che approssima abbastanza bene l’hoverboard di Ritorno al Futuro [Mashable]
  • Come si costruisce una tastiera da zero? [Gizmodo]
  • Una gran parte della forza lavoro che orbita intorno ai social network è costituita dai moderatori di contenuti, spesso in outsourcing fuori dagli Stati Uniti [Wired]

 

0

Le novità di VLC 3.0 e come testarlo in Ubuntu e derivate

In questo articolo andremo ad analizzare le principali novità incluse in VLC 3.0 e vedremo come testarlo in Ubuntu e derivate.

VLC 3.0 Git in Ubuntu
VLC è attualmente uno dei player multimediali tra i più conosciuti ed utilizzati al mondo. Il successo di VideoLAN VLC è dovuto principalmente al supporto per i più diffusi formati di file audio e video oltre a disporre di numerose funzionalità. Gli sviluppatori VideoLAN hanno già iniziato a lavorare nella futura versione 3.0 di VLC, aggiornamento che renderà ancora più completo e funzionale il famoso player multimediale open source. VLC 3.0 includerà il supporto per catturare il desktop di sistemi con server grafico Wayland, la nuova versione inoltre introdurrà il supporto per molti nuovi formati compreso HDS (Http Dynamic Streaming) di Adobe (f4m, f4v, ecc.) e HD-DVD .evo (H.264, VC-1, MPEG-2, PCM, AC-3, E-AC3, MLP, DTS), Daala video e sottotitoli ARIB B24.

Continua a leggere…

 

 

0

Ubuntu 15.04 Vivid Vervet: iniziano i lavori

 

0

Linux Mint 17.1: in arrivo miglioramenti per mintLocale

Dal fronte Linux Mint continuano ad arrivare settimanalmente notizie di aggiornamenti per i programmi di Cinnamon che troveremo su Linux Mint 17.1.
Questa volta il team di sviluppo si è dedicato al restyling di mintLocale, il tool di Linux Mint che si occupa della gestione delle localizzazioni di sistema.
Quella che segue è la nuova interfaccia di mintLocale ridisegnata per Linux Mint 17.1

il nuovo mintLocale

Così come gli altri tool anche in questo caso si è proceduti ad una razionalizzazione del modo in cui vengono mostrate le funzionalità. 
Ora abbiamo una divisione fra Lingua e Regione: questa funzionalità è importante perché consente a chi risiede all’estero di usare la propria lingua madre pur mantenendo le impostazioni locali per tempo, sistema numerico, monetario, indirizzi, telefono, misure etc.
Inoltre i metodi di input sono ora supportati. Questo è importante per le persone che vogliono scrivere in cinese, giapponese, coreano, tailandese, vietnamita ed un paio di altre lingue che richiedono caratteri o simboli non presente sulla propria tastiera.
Se volete provare il nuovo mintLocale prima del rilascio di Linux Mint 17.1 potete scaricare il pacchetto deb al seguente indirizzo https://github.com/linuxmint/mintlocale/releases/download/1.2.0/mintlocale_1.2.0_all.deb e installarlo sulla vostra Linux Mint 17.

 

0

Ubuntu 14.10 Utopic Unicorn: LIVE aggiornato in tempo reale sul nostro blog!