Category archives: Guide

 

 

0

Miniature dei documenti LibreOffice in Ubuntu

In questa guida vedremo come avere le miniature / anteprime dei documenti di LibreOffice in Nautilus su Ubuntu.

Anteprime LibreOffice
LibreOffice è diventata ormai la suite per l’ufficio di default nelle principali distribuzioni Linux. Sempre più stabile e completo, LibreOffice fornisce all’utente o azienda una valida alternative open e soprattutto gratuita a Microsoft Office consentendo anche di importare, modificare ed esportare documenti, fogli di calcolo, presentazioni ecc nei formati più diffusi. Di default in Ubuntu non troviamo alcun tool in grado di fornirci un’anteprima dei documenti direttamente dal file manager Nautilus, funzionalità che possiamo avere grazie a LO Thumbnailer.

Continua a leggere…

 

0

Installare LibreOffice 5.0 su Linux Mint da PPA

Linux Mint 17.2 con LibreOffice 5.0

Qualche giorno fa è stato rilasciato LibreOffice 5.0, la nuova major release della nostra amata suite da ufficio.
Questa nuova versione è già giunta nel PPA LibreOffice Fresh.
Se su Ubuntu è facilissimo aggiornare grazie a questi due PPA su Linux Mint 17.2 le cose non sono così semplici. Chi di voi ha provato a farlo si sarà accorto che, dopo aver aggiunto il PPA, non è arrivato nessun aggiornamento per LibreOffice. Questo accade perché su Linux Mint 17.2 Rafaela il pacchetto di LibreOffice è fornito direttamente dai repository principali della distro ed è stato pinnato. Questo significa che il pacchetto relativo a LibreOffice fornito da Linux Mint avrà sempre la priorità dell’aggiornamento rispetto a quelli di terze parti.
Come risolvere? Scopriamolo insieme.
Il trucco sta nel creare un file libreoffice.pref all’interno della cartella /etc/apt/preferences.d/ nel quale andremo ad aggiungere alcune righe per modificare il pinning.
Come prima cosa, qualora non l’avessimo ancora fatto, aggiungiamo il PPA. Da terminale diamo:

sudo add-apt-repository ppa:libreoffice/ppa

Andiamo ora a creare il suddetto file. Da terminale diamo:

sudo gedit /etc/apt/preferences.d/libreoffice.pref

(naturalmente potrete sostituire gedit con il vostro editor di testo preferito)

All’interno del file incolliamo quanto segue:

Package: *
Pin: release o=LP-PPA-libreoffice
Pin-Priority: 700

Salvate il file e chiudete
Ora sarà possibile aggiornare dando da terminale

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

Via

 

0

Anteprime WebP in Nautilus

In questa guida vedremo come visualizzare le anteprime di immagini WebP in Nautilus.

WebP in Nautilus
Tra i tanti formati di immagini digitali troviamo anche WebP, soluzione open source sviluppata da Google (rilasciato con licenza BSD) realizzata principalmente per l’utilizzo sul web. WebP consente di caricare / visualizzare le immagini sul web in maniera molto più veloce, soluzione già utilizzata in diversi portali come ad esempio Google Play Store ecc. Se disponiamo di immagini in formato WebP possiamo visualizzarle come anteprime all’interno del nostro file manager Nautilus grazie ad un pacchetto gentilmente fornito dal team atareao.

Continua a leggere…

 

0

Installare LibreOffice 5.0 da PPA su Ubuntu e derivate

LibreOffice Writer 5.0 su Ubuntu 15.10

Stamane The Document Foundation ha rilasciato LibreOffice 5.0, la nuova major release dalla nostra amata suite da ufficio multi piattaforma.

In tanti mi avete chiesto info circa la data di pubblicazione della suite nei repository di Ubuntu e derivate al fine di poter aggiornare in maniera automatica senza dover usare i DEB messi a disposizione da TDF. Bene, l’aggiornamento a LibreOffice 5.0 è già arrivato nel PPA LibreOffice Fresh. Il PPA è compatibile con Trusty (Ubuntu 14.04 LTS), Vivid (Ubuntu 15.04) e Wily (Ubuntu 15.10).
Aggiornare è semplicissimo, vi basterà seguire questa semplice guida.
Come prima cosa aggiungiamo il repository dando da terminale
sudo add-apt-repository ppa:libreoffice/ppa
Una volta fatto basterà aggiornare il sistema 
sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade
Qualora incontraste problemi è possibile downgradare utilizzando PPA Purge. Se non l’aveste ancora installato vi basterà dare
sudo apt-get install ppa-purge
e downgradare dando da terminale
sudo ppa-purge ppa:libreoffice/ppa

 

0

Gallery3 in Ubuntu e derivate

In questa guida vedremo come installare correttamente Gallery3 in Ubuntu, Debian e derivate.

Gallery3 in Ubuntu
In rete troviamo molti servizi web dedicati alla gestione, condivisione e visualizzazione di immagini digitali come ad esempio Google Foto, Flickr, ecc. Se disponiamo di un web server o Hosting Linux, possiamo creare un nostro portale dedicato alla condivisione di immagini grazie a Gallery3.
Gallery3 è un progetto open source che ci consente di gestire e condividere facilmente immagini digitali, file audio e video con numerose ed utili funzionalità. Basato su Apache e PHP, Gallery3 include la possibilità di gestore al meglio i nostri album, gestire utenti, includere nuovi temi, permessi ecc attraverso una semplice ed intuitiva interfaccia web.

Continua a leggere…

 

0

OwnCloud: aumentare le dimensioni massime dell'upload

In questa guida vedremo come aumentare il limite di 513 MB di Upload in OwnCloud.

OwnCloud Dimensioni Upload
Sono molti gli utenti ed aziende che quotidianamente utilizzano OwnCloud, soluzione cloud open source presente nei repo ufficiali delle principali distribuzioni Linux. OwnCloud ci consente di creare un servizio di cloud storage, personalizzandolo conforme le nostre esigenze oltre ad includere numerosi plugin in grado di aggiungerne nuove funzionalità.
Di default OwnCloud consente l’upload di file fino ad un massimo di 513 MB, non possiamo quindi caricare nel nostro cloud file superiori, problema risolvibile operando nel file di configurazione del servizio cloud open source.

Continua a leggere…

 

0

MPV per i riprodurre Video in Flash Player su Firefox

In questa guida vedremo come utilizzare MPV per riprodurre i video in Adobe Flash su Mozilla Firefox in Linux.

MPV in Firefox su Ubuntu
Lo sviluppo di MPV sta rendendo il player multimediale sempre più completo e performante oltre a fornire il supporto per i più diffusi formati di file audio e video. Nato come fork di MPlayer 2, MPV include diverse ottimizzazioni riguardanti principalmente l’accelerazione grafica con le principali gpu oltre ad essere più leggero e performante. Dalla community del player multimediale open source arriva un’interessante add-on per Mozilla Firefox (denominato Watch with MPV) che ci consente di riprodurre contenuti multimediali in Adobe Flash con MPV.

Continua a leggere…

 

0

Fedora 22 GNOME Shell e Telegram Desktop: fix icona nella tray

Chi come me usa Telegram Desktop e GNOME Shell su Fedora 22 avrà notato la mancanza dell’icona di stato di Telegram nella tray di sistema.
Questo bug si presenta perché su Fedora 22 manca un pacchetto che serve a gestire alcune icone nella tray.
Per far apparire l’icona di Telegram Desktop nella tray di Fedora 22 con GNOME Shell 3.16 vi basterà installare libappindicator. Da terminale diamo

sudo dnf install libappindicator

Riavviamo GNOME Shell premendo ALT+F2 e dando

gnome-shell –replace

Una volta riavviato GNOME Shell apparirà la nostra bella icona di Telegram Desktop nella tray di sistema

Via Telegram Desktop su Git

 

0

Fedora GNOME Shell e Telegram Desktop: fix icona nella tray

Chi come me usa Telegram Desktop e GNOME Shell su Fedora 22 avrà notato la mancanza dell’icona di stato di Telegram nella tray di sistema.
Questo bug si presenta perché su Fedora 22 manca un pacchetto che serve a gestire alcune icone nella tray.
Per far apparire l’icona di Telegram Desktop nella tray di Fedora 22 con GNOME Shell 3.16 vi basterà installare libappindicator. Da terminale diamo

sudo dnf install libappindicator

Riavviamo GNOME Shell premendo ALT+F2 e dando

gnome-shell –replace

Una volta riavviato GNOME Shell apparirà la nostra bella icona di Telegram Desktop nella tray di sistema

Via Telegram Desktop su Git

 

0

Google Chrome: Fix interfaccia fuori scala

I bug mi perseguitano (e questo si era ormai capito). Uno degli ultimi bug che mi stanno perseguitando nelle ultime settimane è inerente l’interfaccia di sistema di Google Chrome che su alcuni desktop environment, principalmente MATE, Xfce e KDE, risulta ingigantita. Il bug è stato introdotto qualche release fa e non è ancora stato corretto. Da quel che è emerso nel report inerente il bug questo si verifica in presenza di driver nVidia (sempre sia odiata) in abbinata ad uno dei suddetti DE nonché con monitor a risoluzione elevata.

Ecco come si presenta Google Chrome in questi casi
ecco come appare Chrome per via del bug nell’interfaccia
Capirete bene che non è possibile usare Chrome in queste condizioni.
In attesa che Google si dia una mossa (è già passato troppo tempo per i miei gusti) una soluzione momentanea è quella proposta da un utente intervenuto nella discussione relativa al bug e che consiste nell’editare il file xorg.conf modificando i DPI.
Vediamo come fare. Per prima cosa, qualora non l’aveste ancora fatto, generiamo il file dando da terminale
sudo nvidia-xconfig
una volta fatto dobbiamo andare a modificarlo. Prendete il vostro editor di testi preferito e modificate il file /etc/X11/xorg.conf
Nel mio caso, essendo su MATE, utilizzo pluma
sudo pluma /etc/X11/xorg.conf
Individuate la sezione Screen e aggiungeteci la riga
Option “DPI” “96 x 96”
Evidenziata potete vedere la riga da aggiungere
Nel mio caso diventa:
Section “Screen”
    Identifier     “Default Screen”
    Device         “Videocard0”
    Monitor        “Monitor0”
    SubSection     “Display”
        Modes      “nvidia-auto-select”
    Option “DPI” “96 x 96”
    EndSubSection

Salvate il tutto e riavviate il sistema.
Al riavvio Chrome avrà finalmente l’interfaccia visualizzata correttamente

Finalmente tutto funziona correttamente