Category archives: Mint

 

 

 

 

 

 

0

La pillola del giorno dopo in caso di partizionamento sbagliato

Ecco una piccola guida rivolta ai principianti di Linux che hanno scelto il dual boot come primo approccio lasciando fare tutto al programma di installazione ed ora si trovano bene con Linux e vogliono eliminare windows per avere più spazio.
Ecco un caso tipo di lavoro svolto da Ubiquity con un dual boot (grazie a +Mauro Ciampolini! l’immagine è sua!, volevo taggarlo per ringraziarlo!)
Come si rimedia a qualcosa del genere  dedicando tutto lo spazio a Linux?
Non è nulla di difficile, richiede solo un pò di tempo e pazienza, ma i risultati saranno ottimi!
Il primo step è quello di lavorare da live, escludendo la possibilità di spostare file in uso o di ricevere errori.
Se avete già installato Linux saprete come avviare una live, quindi non approfondirò.
Dentro al sistema live il primo step è avviare Gparted ed analizzare la situazione, in un caso come quello in foto ci sono 2 partizioni rompiscatole, la partizione di Windows e la recovery, 118 Gb e 11 Gb rispettivamente, per sfruttare bene la situazione una buona idea è dedicarle a /home e /var.
Con la /home separata è possibile reinstallare senza perdere i settaggi del sistema, con /var separata è possibile reinstallare avendo già in cache buona parte dei pacchetti, velocizzando di molto il processo.
Gparted a questo punto arriva in aiuto, eliminiamo le 2 partizioni e creiamone di nuove, scegliamo ext4 per la ex.windows, nuova home e reiserFS per la ex-recovery, ora var  (consiglio reiserfs per la sua velocità nella gestione di piccoli file come sono la maggioranza dei pacchetti).
Ora ci servono gli UUID delle partizioni, gli UUID sono identificativi univoci di queste, le possibilità sono diverse per ottenerli, per rimanere in tema “terminal free”  useremo gparted, cliccate col tasto destro sulla partizione di interesse e nel menù che si aprirà selezionate “informazione”. si aprirà questo pop-up, evidenziato in blu c’è l’UUID, ripetete per le 2 nuove partizioni ed annotateli da qualche parte, serviranno dopo.

Ora dobbiamo copiare il contenuto delle cartelle /home e /var nelle nuove partizioni, montate le partizioni nuove e quella dove risiede il vostro Linux (parlando semplice aprite un file manager e cliccateci sopra). 
Ora è necessario avere un file manager con permessi di root, premete alt+f2 e scrivete:
Xubuntu (e distro xfce based): sudo thunar /
Lubuntu (e distro lxde based): sudo pcmanfm /
Ubuntu (e ubuntu gnome): sudo nautilus /
Mint (cinnamon): sudo nemo /
Si aprirà un file manager con permessi di root, spostatevi in /run/media/username/ e troverete le partizioni montate, 2 saranno vuote, una avrà questo aspetto:

Non è altro che la partizione / della vostra installazione.

Copiate il contenuto di /var  nella nuova partizione , idem per /home.

Ora le partizioni sono pronte per essere montate al loro nuovo posto.
Per i nuovi di linux che non hanno familiarità col concetto di montaggio , riassumento al minimo  eccolo spiegato : il filesystem di linux ed unix è come un albero che parte con una /  ( root, in inglese radice ) ed ha molti rami ( cartelle ) , una partizione può essere attaccata ad un determinato ramo e diventare a sua volta un ramo.. con altri rami ! ) 
Ricordate gli UUID che avete annotato ? ora ci serviranno.
Dalla partizione del vostro sistema linux aprite la cartella /etc e cercate il file fstab, apritelo e aggiungete  sul fondo 2 righe, sostituite gli uuid con i vostri.
UUID=vostro-uuid-per-var         /var      defaults   1 0 
UUID=Vostro-uuid-per-home     /home   defaults   0 2
Salvate e chiudete e riavviate.
Al riavvio avrete eliminato il dual boot e la vostra macchina sarà Windows free, aggiornate grub per eliminare il timer al boot.