Category archives: Programmazione

 

 

 

 

0

Installare Appcelerator Titanium in Ubuntu Linux

In questa guida vedremo come installare correttamente la piattaforma di sviluppo Appcelerator Titanium in Ubuntu e derivate.

Appcelerator Titanium in Ubuntu
Appcelerator Titanium è una completa piattaforma di sviluppo multi-piattaforma (disponibile quindi per Linux, Microsoft Windows e Apple Mac) dedicata allo sviluppo di applicazioni per device mobili.
Grazie a Appcelerator Titanium potremo sviluppare un’applicazione mobile per Apple iOS e Android senza dover conoscere i due linguaggi di programmazione (Objective-C e Java), la piattaforma di sviluppo andrà ad interagire con Android SDK o Xcode, IDE che devono comunque essere installate sul nostro sistema operativo.

Continua a leggere…

 

0

Microsoft Visual Studio Code disponibile per Linux, Windows e Mac

Microsoft ha rilasciato Visual Studio Code, piattaforma di sviluppo disponibile per Linux, Windows e Mac.

Microsoft Visual Studio Code in Ubuntu
Ad un anno circa dall’annuncio da parte di Microsoft di voler rendere open source gran parte di .Net Framwork arriva la nuova piattaforma di sviluppo Visual Studio Code per Linux, Windows e Apple Mac.
Microsoft Visual Studio Code è una piattaforma di sviluppo creata principalmente per i developer ASP.NET e Node.JS, in grado comunque di supportare i più diffusi linguaggi come HTML, CSS, C#, TypeScript, ecc. L’interfaccia grafica di Visual Studio Code ricorda molto Adobe Brackets e dispone di svariate ed utili funzionalità come ad esempio il controllo di versione Git e supporto per IntelliSense (features che consente il completamento automatico oltre ad analizzare le varie sintassi per impedire errori).

Continua a leggere…

 

 

0

TorinoJS, il ritrovo per javascript a Torino

Javascript non è una novità del panorama dei dell’informatica o del web, le notizie di oggi sono che Facebook ha rilasciato React Native open source e Google non integrerà Dart VM in Chrome.

TorinoJS javascript torino

Che significa? Semplice. Javascript non è da un pezzo un linguaggio di programmazione, ma è il linguaggio di programmazione che, malgrado tutto, è ovunque (embedded, browser, server, mobile,..) e che inevitabilmente ogni giorno si porta dietro una scia di notizie, progetti, commenti che vanno seguiti e capiti.

Finora si è parlato di javascript a Torino in diversi X user group di Torino, ma come in molte altre città europee e internazionali, javascript è ormai troppo vasto per essere ospitato sporadicamente in altri gruppi che trattano d’altro.

Cos’é TorinoJS ?

TorinoJS è un gruppo aperto a tutte le persone interessate a confrontarsi su “javascript e tecnologie web open source”.

leggi tutto

 

 

 

0

Komodo Edit 9 Rilasciato

ActiveState Software ha annunciato il rilascio della versione stabile di Komodo Edit 9, ecco le principali novità.

Komodo Edit 9 in Ubuntu
E’ disponibile la nuova versione numero 9 di Komodo Edit, IDE (integrated development environment) proprietario sviluppato per offrire agli sviluppatori interessanti strumenti per la programmazione (con un’occhio di riguardo alle tecnologie web). Tra i vari linguaggi supportati da Komodo Edit troviamo XML, HTML 5, JavaScript, jQuery, Perl, CSS, PHP, Ruby, Python ecc, tra le principali caratteristiche troviamo l’indentazione automatica, la colorazione sintattica, la registrazione di macro e molto altro ancora. Komodo Edit 9 oltre a varie correzioni di bug include il supporto iniziale per il linguaggio di programmazione Google GO oltre al supporto per PHP 5.6 (con un nuovo modulo di Xdebug).

Continua a leggere…

 

0

Addio a Google Code

Google ha annunciato di chiudere Code, famosa piattaforma per lo sviluppo di progetti open source.

Google Code
Google Code è una piattaforma nata nel 2006 per facilitare e migliorare lo sviluppo di nuovi progetti open source. In Google Code troviamo anche numerosi progetti per Linux come ad esempio font-manager software (con interfaccia grafica GTK) che consente di gestire al meglio i caratteri all’interno della nostra distribuzione e molti altri ancora. L’arrivo di molte nuove piattaforme dedicate allo sviluppo di progetti open source come ad esempio GitHub e Bitbucket ha sancito bene o male la fine del servizio di Google, a dichiararlo è Chris DiBona (capo della divisione Open Source di Google) con un recente post su Google Open Source Blog.

Continua a leggere…