0

[oss@mobile]BlackBerry Bold 9900

Alla fine ho ceduto, non lo volevo comprare, ero uno dei pochi ancora col vecchio cellulare che fa le foto e poco più, quel 6300 dal guscio metallico stava perdendo lentamente colpi. Guardavo gli altri con quel senso di superiorità irrisoria: Il telefono serve solo per telefonare non per fare altro.. Non avendo voglia di […]

 

0

Uscita Fuduntu 2012.1

Annunciato proprio oggi il rilascio della versione 2012.1 di Fuduntu, una distribuzione derivata da Fedora (e non da Ubuntu, come l’assonanza potrebbe far credere…): potete leggere il post relativo alla nuova versione a questa pagina, dove troverete …

 

0

Installare e configurare Music Player Daemon

L’articolo odierno è nuovamente rivolto, dopo quelli su Pulseaudio e Music On Console, agli amanti della musica ed a coloro i quali sono alla perenne ricerca della miglior resa audio sui loro PC. Nello specifico, nelle righe che seguono, andremo a trattare di Music Player Daemon (MPD per gli amici), un’applicazione flessibile, ma potentissima, dedicata alla riproduzione musicale.

Perchè un possessore di netbook dovrebbe essere interessato ad MPD? Al di là delle indubitabili potenzialità dell’applicazione di per sè considerata, Music Player Daemon, come dice lo stesso nome, può agire come demone in background, senza necessità di appesantire il sistema con interfacce grafiche o di avere un player audio costantemente aperto ed in esecuzione.
L’applicazione, infatti, è pensata con una struttura server/clients, dove MPD, il server, interagisce con uno o più clients.
Attenzione però: ciò non significa che dovrete diventare dei guru del terminale: MPD può essere controllato attraverso un’infinità di modi, dal succitato terminale, alle semplici scorciatoie da tastiere, per arrivare fino alle vostre amate interfacce grafiche e perfino a dei client Web con il vostro browser preferito; tuttavia, il client, a differenza del demone, non dovrà rimanere costantemente in esecuzione e potrete limitarvi ad aprirlo, scegliere la vostra musica, impostare le vostre playlist, ecc. ed infine chiuderlo, lasciando il lavoro ad MPD!

Vi lascio immaginare da soli il vantaggio in termini di risorse utilizzate, sia a livello di CPU che di RAM, per la gioia dei vostri Atom e della durata della vostra batteria!
Leggi tutto il post >>

 

 

 

0

Ubuntu TV "for human beings"

Ubuntu TV “for human beings”:
La Canonical pianifica già da qualche tempo un’espansione nel settore della Televisione.
Un software per vedere la TV in modo intelligente, con lo slogan “La TV per gl’esseri umani”.
Si tratta di un sistema operativo “In…

 

 

0

Slackware e Dropbox.. in rete

Vediamo come configurare questo comodo servizio su linux.. per chi non sapesse cos’è basta cercare dropbox in google per avere tutte le risposte del caso :P… Premetto: per come ho pensato di settare il tutto e per come ho configurato i miei desktop (tutti con KDE), non ho ritenuto nè opportuno, nè necessario prevedere alcun […]

 

 

0

KMouth è un'applicazione che permette alle persone che non possono parlare di far parlare il loro computer.

KMouth  è  un’applicazione  che  permette  alle persone che non possono parlare di far parlare il loro  computer.

Include  una  cronologia  di frasi  pronunciate  dalle  quali  l’utente  può selezionare le frasi da  pronunciare di nuovo.

       Nota: KMouth non include un sintetizzatore vocale. Invece,  richiede  che sia stato installato un sintetizzatore sul sistema.

Una   documentazione  più  dettagliata  è  disponibile  a  help:/kmouth (inserisci questo URL in Konqueror o esegui khelpcenter  help:/kmouth).

Ci  sono  anche  altre  informazioni  disponibili  sulla pagina Web del progetto di accessibilità di KDE: http://accessibility.kde.org/.

Configurazione:

Usando la voce del menu ImpostazioniConfigura KMouth apri la finestra di configurazione di KMouth. Questa finestra consiste di due schede, Preferenze e Pronuncia, la pagina Completamento parole e la pagina Servizio vocale Jovie.


La scheda Preferenze:

Immagine

La scheda Preferenze contiene opzioni che alterano il comportamento di KMouth in certe situazioni.

Nel primo menu a cascata, Selezione di frasi nel frasario:, specifichi quale azione viene avviata scrivendo la scorciatoia di una frase o selezionando una frase nel menu Frasario o nella barra dei frasari.

Selezionando Pronuncia subito, la frase selezionata viene immediatamente pronunciata e inserita nella cronologia. Se selezioni Inserisci nel campo di modifica la frase selezionata è solamente inserita nel campo di modifica.

Con la seconda casella combinata, Chiusura della finestra di modifica del frasario:, specifichi se il frasario debba essere salvato se semplicemente chiudi la finestra di modifica del frasario.
Selezionando Salva frasario il frasario verrà salvato. Se selezioni Scarta le modifiche le modifiche sono scartate e il frasario non viene salvato. Se selezioni Chiedi se salvare, KMouth ti chiederà se deve salvare il frasario.


La scheda Pronuncia:

Immagine
 Nel campo di testo della scheda Pronuncia inserisci il comando per chiamare il sintetizzatore vocale.
Con il menu a cascata in basso specifichi la codifica usata per passare il testo al sintetizzatore vocale.

KMouth conosce due modi per passare il testo: se il comando si aspetta del testo come input standard seleziona la casella.

L’altro modo è passare il testo come parametro. Prima di chiamare il comando KMouth sostituisce certi segnaposti con il contenuto vero e proprio:

Segnaposto Sostituito con
%t Il testo che dovrebbe essere pronunciato
%f Il nome di un file temporaneo che contiene il testo che dovrebbe essere pronunciato
%l Il codice della lingua associata con l’attuale dizionario di completamento delle parole
%% Un segno di percentuale

Ovviamente il comando per pronunciare i testi dipende da quale sintetizzatore vocale usi. Controlla la documentazione del tuo sintetizzatore vocale riguardo il comando per pronunciare testi. Puoi trovare esempi del comando nell’appendice.

Selezionando Usa il servizio vocale Jovie se possibile dici a KMouth di provare prima a inviare al servizio vocale Jovie. Se ciò ha successo le altre voci di configurazione in questa scheda sono ignorate. Il servizio vocale Jovie è un demone di KDE che dà alle applicazioni KDE un’interfaccia standardizzata per la sintesi vocale ed è attualmente in sviluppo nella SVN. È sicuro selezionare questa opzione anche se Jovie non è installato.

La pagina Completamento delle parole.

Immagine 

La pagina Completamento delle parole contiene un elenco di dizionari usati per il completamento delle parole (KMouth mostrerà una casella combinata di fianco al campo di modifica nella finestra principale se questo elenco contiene più di un dizionario. Puoi usare questa casella combinata per selezionare il dizionario che viene usato all’atto pratico per il completamento delle parole).

Con i pulsanti sul lato destro della pagina puoi aggiungere ed eliminare dizionari, cambiare l’ordine dei dizionari o esportare dizionari in un file. Con il campo Modifica e la casella combinata sotto l’elenco puoi cambiare il nome e la lingua associati al dizionario.
Quando aggiungi un nuovo dizionario puoi scegliere tra diverse fonti:

  • Crea un nuovo dizionario dalla documentazione di KDE
    Se usi questa fonte KMouth ti chiederà la lingua desiderata e quindi analizzerà la documentazione di KDE. La frequenza delle singole parole è rilevata semplicemente contando le presenze di ciascuna parola. A tua scelta puoi confrontare l’elenco delle parole con un dizionario di OpenOffice.org per aggiungere al nuovo dizionario solo parole ortograficamente corrette.
  • Crea un nuovo dizionario da un file
    Se usi questa fonte, KMouth ti chiederà il file desiderato. Puoi scegliere un file XML, un normale file di testo o un file contenente un dizionario di completamento delle parole creato da KMouth o GOK (la tastiera a schermo di GNOME). Se scegli un normale file di testo o un file XML, la frequenza delle singole parole è rilevata semplicemente contando le presenze di ciascuna parola. A tua scelta puoi confrontare l’elenco delle parole con un dizionario di OpenOffice.org per aggiungere al nuovo dizionario solo parole ortograficamente corrette.
  • Crea un nuovo dizionario da una cartella
    Se usi questa fonte, KMouth ti chiederà la cartella desiderata. KMouth aprirà tutti i file in quella cartella e nelle sue sottocartelle. Ogni file è caricato come dizionario di completamento, come file XML o come un file di testo semplice. Nell’ultimo caso le presenze di ciascuna parola sono contate. A tua scelta puoi confrontare l’elenco delle parole con un dizionario di OpenOffice.org per aggiungere al nuovo dizionario solo parole ortograficamente corrette.
  • Unisci dizionari
    Puoi usare questa opzione per unire i dizionari disponibili. KMouth ti chiederà quali dizionari dovranno essere uniti e come i singoli dizionari dovranno essere pesati.
  • Crea un elenco di parole vuoto
    Puoi usare questa opzione per creare un dizionario vuoto senza nessuna voce. Siccome KMouth aggiunge continuamente le parole scritte di recente ai dizionari, esso imparerà il tuo vocabolario col tempo.

La pagina Servizio vocale Jovie.

    La configurazione del servizio vocale di KDE viene descritta in dettaglio nel manuale di Jovie.
    Google
    Ricerca personalizzata 
    Se ti è piaciuto l’articolo , iscriviti al feed cliccando sull’immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog: