0

Da The Art of Rap a Numero Zero, conoscere l'hiphop

Molta gente si è avvicinata all'hiphop nell'ultimo periodo, in futuro sempre più gente lo farà, questo sicuramente senza che molti sappiano da dove è partito , perchè e quali siano le personalità che hanno contribuito a fondare questa cultura.
Esiste internet ovvio, chiunque abbia voglia di conoscere e non basarsi su quelle 4 cose che si sentono o vedono è sicuro riuscirà ad ottenere informazioni, io dal mio canto seguo l'hiphop dal 1987 circa , senza mai trovare un genere che mi colpisse di più , rap , rap, rap e ancora rap .
In questo senso qualche anno fa Ice T ha lavorato ad un bel progetto che io ho visto al cinema (nelle sale solo per 3 giorni)ne ho parlato in  Art of Rap.
Nel film, che ha come sottotitolo "qualcosa dal nulla" Ice T chiacchiera con molte star hiphop , documentario sociale si può chiamare con nomi di spicco quali Eminem , Rakim, Nas, Kool Herc, Chuck D e molti altri. In allegato anche il libro.


Per chi l'ha perso potete trovarlo QUI





In questo film però si parla di America e l'Italia?
Gli anni 90 vengo spesso nominati come la golden age dell'hiphop nel nostro paese, Enrico Bisi nel film Numero Zero tramite filmati dell'epoca e interviste, racconta proprio questo periodo con nomi quali, J-Ax , Fabri Fibra, Neffa, Kaos One, colle der fomento e molti altri. Anche qui le persone che piano piano hanno scoperto questa cultura importata dagli USA raccontano la loro esperienza e passione con la quale si sono innamorati della cultura.
Purtroppo non ho visto in sala Numero Zero e ho dovuto recuperarlo in dvd insieme a un bel libro, ho visto il film di notte con le cuffie e come un uragano i ricordi si sono accesi e alcune nuove informazioni hanno trovato il loro posto . Un bel documentario anche qui sociale che racconta un'epoca da cui in Italia tutto è partito come in Usa ma con la nostra cultura e i nostri usi e costumi con un'unica cosa in comune le 4 arti dell'hiphop.


Se sei  interessato a Numero Zero alle origini del rap italiano clicca qui




Questi due filmoni possono già dare una buona visione dell'hiphop , vi sono altre pellicole più datate che ne parlano quali Wild Style , Beat Street e anche 8 mile


 

0

E’ disponibile Fedora 24, con nuove funzionalità cloud e container


E’ disponibile Fedora 24, con nuove funzionalità cloud e container

La release aggiunge OpenShift Origin e modalità developer per Fedora Atomic Host per promuovere lo sviluppo e l’implementazione di applicazioni containerizzate

Milano, 22 giugno 2016 – The Fedora Project, un progetto di collaborazione open source community-driven promosso da Red Hat, ha annunciato la disponibilità generale di Fedora 24, prima release del 2016 per il sistema operativo fully-open Fedora. Come nelle sue versioni precedenti, anche Fedora 24 comprende una serie di pacchetti base che costituiscono il fondamento di tre edizioni distinte: Fedora 24 Cloud, Fedora 24 Server e Fedora 24 Workstation. 

A livello di base, Fedora 24 comprende glibc 2.23 per migliori prestazioni e avanzamenti alla compliance POSIX, e GNU Compiler Collection (GCC) 6. Tutti i pacchetti di base sono stati ridisegnati con GCC 6, offrendo così una migliore ottimizzazione del codice per tutte le edizioni di Fedora 24 e migliorando la stabilità complessiva di ogni componente aggiuntivo. 

Se tutte le precedenti edizioni offrivano funzioni avanzate e correzione di bug, Fedora 24 enfatizza nuovi strumenti e funzionalità per gli sviluppatori che intendono sfruttare al meglio i container Linux e le tecnologie di orchestrazione come Kubernetes. Ciò viene evidenziato attraverso l’inclusione di OpenShift Origin, una distribuzione Kubernetes per lo sviluppo e la distribuzione delle applicazioni e con Fedora 24 Cloud, per contribuire a creare un’esperienza complessiva più lineare per gli utenti di Fedora Cloud, per costruire e lanciare applicazioni container.

Inoltre, Fedora Atomic Host, basato su Fedora 24 e rilasciato su base quindicinale, include una nuova modalità per sviluppatori. Quando viene eseguito, l’host viene scaricato e automaticamente avvia Cockpit insieme a tmux, cosa che rende molto più facile lavorare nella console di sviluppo di Fedora Atomic Host. Questo migliora anche la capacità di catturare le informazioni chiave delle varie sessioni, quali l’indirizzo IP e le password di root.

Oltre alle classiche correzioni di bug e miglioramenti di performance, Fedora 24 offre: 
  • Un sofisticato ruolo di Domain Controller per Fedora 24 Server tramite FreeIPA 4.3, che contribuisce a semplificare installazione di replica, creazione dei segmenti e visualizzazione della topologia. Il footprint complessivo di Fedora Server è stato inoltre ridotto, rimuovendo pacchetti non necessari. 
  • GNOME 3.20 e la technology preview di Wayland evidenziano le aggiunte a Fedora 24 Workstation: il primo offre la più recente iterazione dell’ambiente desktop GNOME 3, il secondo offre una vista d’insieme del protocollo display server di prossima generazione e la futura grafica di Fedora desktop. 

“Fedora 24 continua la spinta di Fedora ad offrire i più recenti e sofisticati strumenti e componenti open source a una vasta gamma di utenti finali, dagli sviluppatori agli amministratori di sistema. Con l’integrazione di OpenShift Origin in Fedora 24 Cloud, gli utenti Fedora dispongono ora di un avanzato strumento aggiuntivo, non solo per costruire, ma anche per implementare e orchestrare molte delle più recenti innovazioni nei container Linux”, ha commentato Matthew Miller, Fedora Project Leader.

 

0

E’ disponibile Fedora 24, con nuove funzionalità cloud e container


E’ disponibile Fedora 24, con nuove funzionalità cloud e container

La release aggiunge OpenShift Origin e modalità developer per Fedora Atomic Host per promuovere lo sviluppo e l’implementazione di applicazioni containerizzate

Milano, 22 giugno 2016 – The Fedora Project, un progetto di collaborazione open source community-driven promosso da Red Hat, ha annunciato la disponibilità generale di Fedora 24, prima release del 2016 per il sistema operativo fully-open Fedora. Come nelle sue versioni precedenti, anche Fedora 24 comprende una serie di pacchetti base che costituiscono il fondamento di tre edizioni distinte: Fedora 24 Cloud, Fedora 24 Server e Fedora 24 Workstation. 

A livello di base, Fedora 24 comprende glibc 2.23 per migliori prestazioni e avanzamenti alla compliance POSIX, e GNU Compiler Collection (GCC) 6. Tutti i pacchetti di base sono stati ridisegnati con GCC 6, offrendo così una migliore ottimizzazione del codice per tutte le edizioni di Fedora 24 e migliorando la stabilità complessiva di ogni componente aggiuntivo. 

Se tutte le precedenti edizioni offrivano funzioni avanzate e correzione di bug, Fedora 24 enfatizza nuovi strumenti e funzionalità per gli sviluppatori che intendono sfruttare al meglio i container Linux e le tecnologie di orchestrazione come Kubernetes. Ciò viene evidenziato attraverso l’inclusione di OpenShift Origin, una distribuzione Kubernetes per lo sviluppo e la distribuzione delle applicazioni e con Fedora 24 Cloud, per contribuire a creare un’esperienza complessiva più lineare per gli utenti di Fedora Cloud, per costruire e lanciare applicazioni container.

Inoltre, Fedora Atomic Host, basato su Fedora 24 e rilasciato su base quindicinale, include una nuova modalità per sviluppatori. Quando viene eseguito, l’host viene scaricato e automaticamente avvia Cockpit insieme a tmux, cosa che rende molto più facile lavorare nella console di sviluppo di Fedora Atomic Host. Questo migliora anche la capacità di catturare le informazioni chiave delle varie sessioni, quali l’indirizzo IP e le password di root.

Oltre alle classiche correzioni di bug e miglioramenti di performance, Fedora 24 offre: 
  • Un sofisticato ruolo di Domain Controller per Fedora 24 Server tramite FreeIPA 4.3, che contribuisce a semplificare installazione di replica, creazione dei segmenti e visualizzazione della topologia. Il footprint complessivo di Fedora Server è stato inoltre ridotto, rimuovendo pacchetti non necessari. 
  • GNOME 3.20 e la technology preview di Wayland evidenziano le aggiunte a Fedora 24 Workstation: il primo offre la più recente iterazione dell’ambiente desktop GNOME 3, il secondo offre una vista d’insieme del protocollo display server di prossima generazione e la futura grafica di Fedora desktop. 

“Fedora 24 continua la spinta di Fedora ad offrire i più recenti e sofisticati strumenti e componenti open source a una vasta gamma di utenti finali, dagli sviluppatori agli amministratori di sistema. Con l’integrazione di OpenShift Origin in Fedora 24 Cloud, gli utenti Fedora dispongono ora di un avanzato strumento aggiuntivo, non solo per costruire, ma anche per implementare e orchestrare molte delle più recenti innovazioni nei container Linux”, ha commentato Matthew Miller, Fedora Project Leader.

 

0

Fedora 24 stabile è ufficiale: ecco le novità

 

 

0

Manjaro Linux 16.06

Manjaro Linux Manjaro Linux è una veloce e semplice distribuzione Linux orientata al desktop basata su Arch Linux. Manjaro Linux offre i desktop  Xfce e Openbox, oppure la versione minimale Net per gli utenti avanzati. Alcune versioni bonus sono con GNOME 3/Cinnamon o KDE Versione 16.06: Daniella Questa versione contiene (in Inglese): The Xfce edition […]
Related posts:
  1. Manjaro Linux 15.09: Bellatrix Manjaro Linux Manjaro Linux è una veloce e semplice distribuzione...
  2. Manjaro Linux 15.12: Capella Manjaro Linux Manjaro Linux è una veloce e semplice distribuzione...
  3. Manjaro Linux 15.12 Manjaro Linux Manjaro Linux è una veloce e semplice distribuzione...

 

0

LIMBO gratis solo per oggi su Steam!

Solamente per oggi, 21/06/2016, LIMBO, popolare gioco indie, è GRATUITO su Steam, affrettatevi! Trailer Questo fantastico gioco, precedentemente venduto a 9.99€, è totalmente gratuito e SOLAMENTE PER OGGI. Quindi affrettatevi! Per installare il gioco su Steam vi basterà cliccare su… Continue Reading

L'articolo LIMBO gratis solo per oggi su Steam! sembra essere il primo su SteamOS Italia.

 

0

Rilasciata Fedora 24

 

0

Negozio OnePLus3

Pochi giorni fa è stato lanciato il nuovo OnePlus 3 ed io pur non avendo il visore 3d ho voluto installare l'app che permette di visitare il negozio virtuale dove ovvio comperare lo smartphone, c'è da dire che oneplus cortesemente ai più veloci ha regalato il visore, io come era certo sono arrivato tardi ed era già out of stock dopo 20 minuti. L'esperienza anche se non 360 è decisamente unica . Prima di tutto però si deve installare l'app Oneplus 3 launch





















 Con le cuffie in testa e girando su me stesso nel mio salotto e in più con lo sguardo sbigottito di mio figlio che mi segue riesco comunque a visitare con la voce guida del co-fondatore Carl Pei in inglese il nuovo store che per permetterti di poter acquistare il Oneplus3 ti chiede di raccogliere 3 badge sparsi in giro per il negozio, buona mossa per farti fare un giro.














il negozio è molto ben fatto e futuristico anche se solo alcune parti sono visitabili altre sono un fantastico sfondo










Ma ora siamo giunti al dunque , al punto di esposizione del nuovo device





Tramite appositi collegamenti è possibile leggere tutte le caratteristiche  tecnice del OP3










Particolare risalto è stato dato al dash charger che con caricatore apposito e cavo apposito venduti insieme al OP3 permettono la ricarica veloce in 30 min fino al 60 % di batteria









Molto futuristici i passaggi da una zona all'altra del negozio quasi come un teletrasporto stile Star Trek dentro un ascensore , anche sopra e sotto sono un concetto strano sembra di essere nello spazio





In conclusione no, non ho comprato il OP3 mi tengo ancora il OP1 che non ha ancora 2 anni , il negozio subirà certamente delle migliorie ma è un esperimento che di sicuro in futuro altre aziende useranno anche per far salire l'interesse verso i propri prodotti magari anche non strettamente legati alla tecnologia.

Tutte le foto sono degli screenshot fatti con il mio Oneplus One all'interno dell'applicazione The Loop 
Per proteggere il mio OP1 utilizzo questa cover bump

 

0

NEXBOX A95X: il TV Box Android economico con alte prestazioni