Tags archives: arch-linux

 

0

Pinta si aggiorna alla versione 1.6

Nuovo ed importante aggiornamento per Pinta, il famoso editor d’immagini è disponibile nella nuova versione 1.6 con molte novità.

Pinta in Ubuntu
Torniamo a parlare di Pinta, l’ormai famoso editor d’immagini open source multi-piattaforma che punta a fornire una valida alternativa a Gimp e Paint.net. Grazie ad una semplice ed intuitiva interfaccia grafica, Pinta fornisce all’utente strumenti “basilari” per l’elaborazione delle immagini oltre a strumenti per il disegno, filtri personalizzabili e soprattutto un gestore degli add-on con il quale possiamo aggiungere nuove funzionalità al software. Gli sviluppatori di Pinta hanno annunciato il rilascio della nuova versione 1.6 Stabile, aggiornamento che oltre a varie correzioni di bug include il supporto per WebP e la possibilità  caricare immagini nei vari portali web dedicati (attualmente supporta solo imgur.com).

Continua a leggere…

 

0

XFCE 4.12 Rilasciato

Gli sviluppatori XFCE hanno annunciato il rilascio della nuova versione stabile 4.12, ecco le principali novità e come installarlo.

XFCE 4.12
L’attesa è finita, è finalmente disponibile il nuovo XFCE 4.12, importante versione che rende sempre più completo, stabile e funzionale il famoso desktop environment open source. Oltre a numerose correzioni di bug e ottimizzazioni vari il nuovo XFCE 4.12 include importanti novità a partire dal window manager xfwm4 con tiling avanzato che ci consente di massimizzare la finestra quando viene spostata nella parte superiore del desktop (e non più fino a metà dispaly come nelle versioni precedenti) e i tiling anche negli angoli. Altra importante novità riguarda lo switcher (alt + tab) che include il supporto per il compositor e la nuova opzione che ci consente di visualizzare le anteprime delle finestre (per maggiori informazioni).

Continua a leggere…

 

0

KDE: utilizzare OpenBox come Window Manager

In questa guida vedremo come velocizzare KDE utilizzando OpenBox come Window Manager, ecco come fare…

OpenBox in KDE
Gli sviluppatori KDE hanno lavorato molto in questi anni per rendere il desktop environment “K” sempre più completo e funzionale integrazione numerose features e ottimizzazioni varie. Da notare inoltre le tante migliorie introdotte nel window manager KWin riguardanti non solo l’integrazione di nuove animazioni, effetti, personalizzazioni ecc ma anche un miglioramento nelle performance. Se utilizziamo KDE in personal computer datati possiamo velocizzare l’ambiente desktop semplicemente utilizzando un’altro window manager come ad esempio OpenBox.

Continua a leggere…

 

 

0

Un altro piccolo tutorial dedicato agli utenti Archlinux che vogliono utilizzare uefi al 100%

Ho già dedicato in passato molti articoli su Archlinux  e le possibilità che offre su sistemi UEFI.

Una delle belle cose che uefi consente di fare è utilizzare fastboot.

Cosa fa fastboot?

Fastboot taglia i tempi di avvio del PC saltando il POST, lasciando poi che l’OS inizializzi le periferiche.

Il caso tipo è quello di un bel pc con ssd, si avvia in una manciata di secondi ma il post ruba tempo, con fastboot questo non succede.

Ma fastboot ha un problema, secondo Asus (il produttore della mia scheda madre..) è una feature Windows 8 only.

Erano mesi che avevo la scimmia sulla schiena e volevo replicare questa funzionalità a tutti i costi.

Ho notato che ubuntu offre in grub la possibilità di accedere ad uefi ma c’è un problema, con fastboot abilitato non potrete utilizzare grub perché la tastiera non sarà ancora pronta.

Cosa serve?

Una installazione Archlinux su uefi (boot con efibootmgr), una vga uefi compatibile ed un po’ di pazienza.

Come fare quindi?

Ho adottato un approccio Windows 8 like, cioè con una icona a prova di chiunque che mi permette di avere il mio amato fastboot senza rinunciare alla possiblità di entrare nel firmware uefi.

Step 1:
installare e configurare, come da wiki, grub  e generare il file di configurazione .

N.B.: questo stravolgerà l’ordine di avvio preimpostato, vediamo dopo come sistemare.

Step 2:
Col vostro editor di testo preferito aprite il file /boot/grub/grub.cfg e inserite alla fine del file questa entry

menuentry ‘System setup’ $menuentry_id_option ‘uefi-firmware’ {
    fwsetup
}

È consigliabile anche rimuovere le voci per Archlinux e Archlinux fallback, così da non incappare nel problema che ha Ubuntu, oltre che settare il time out a 0-

Per i più pigri, ecco il mio file:

https://drive.google.com/file/d/0BzfrO8t3aHoAVjh2OXQ3X1RreUE/view?usp=sharing

Step 3:
Occorre creare uno script che permetta di eseguire “uefibootmgr -n xxxx && reboot”

Le possibilità sono molte per farlo, io che ho sudo senza password ho creato uno script semplicissimo.

Nel mio caso lo script contiene questo:

sudo efibootmgr -n 0004 && sudo reboot 

N.B.: dovrete identificare  le voci del bootorder con efibootmgr trovare quelle specifiche del vostro sistema

Si, ho pasticciato un po troppo con uefi, un giorno cancellerò le entry extra!

Io ho piazzato per comodità lo script in /bin, ma rimane comunque la possibilità di metterlo dove volete.

N.B.: lo script dovrà avere i permessi di esecuzione!

Step 4:
Creare il file .desktop è semplice : con un editor di testo create un file con dentro questo:

[Desktop Entry]
Name=Uefi setup
Comment=Reboot in uefi
Exec=uefisetup
Icon=/usr/share/icons/Adwaita/48×48/actions/system-run.png
Terminal=false
Type=Application
Categories=GNOME,System;

Name[it_IT]=Riavvia in UEFI

salvatelo col nome che preferite e ricordate di far puntare la voce “icon” al file icona che preferite.

Step 5:
Sistemate l’ordine di avvio  in modo che la prima a partire sia la voce  creata con efibootmgr (come indicato nella mia precedente guida) cliccate sul vostro file .desktop  per riavviare dentro il firmware uefi ed andare ad abilitare fastboot!.

Eccolo qua nella mia dash, pronto da cliccare!

ecco un piccolo video dove si vede lo script all’opera

Per chi se la fosse persa, ecco la guida che ho postato tempo fa su uefi:

La guida definitiva di Marco’s Box a UEFI 0 Commenti

Nota finale: a quanto pare siamo ben pochi al mondo a sperimentare su questo fronte, qualsiasi integrazione e/o suggerimenti sono benvenuti.

 

0

Whisker Menu 1.5.0 arrivano nuove features

E’ disponibile il nuovo Whisker Menu 1.5.0 aggiornamento che porta con se molte ed importanti novità.

Whisker Menu in Xubuntu
Whisker Menu è un progetto open source che punta a portare un moderno menu nell’ambiente desktop XFCE. Presente di default in Xubuntu, Manjaro e molte altre distribuzioni Linux con ambiente desktop XFCE, lo sviluppo di Whisker sta rendendo il menu sempre più completo e funzionale. Proprio in questi giorni è approdato Whisker Menu 1.5.0, nuovo aggiornamento che include importanti novità a partire dalla nuova opzione che ci consente di impostare l’opacità dello sfondo del menu. Con il nuovo Whisker Menu 1.5.0 troviamo anche la possibilità di includere nel menu la foto del profilo e di modificarne l’immagine, i developer del menu open source hanno inoltre introdotto la nuova opzione che ci consente di limitare l’elenco delle applicazioni recentemente utilizzate.

Continua a leggere…

 

0

Global Menu in XFCE

In questa guida vedremo come installare TopMenu (menu delle applicazioni nel pannello) in XFCE / Xubuntu Linux.

TopMenu - Global Menu in Xubuntu
Abbiamo recentemente visto come possiamo inserire il menu delle applicazioni nel pannello di MATE grazie al plugin denominato TopMenu. Grazie a TopMenu / Global Menu potremo inserire il menu delle nostre applicazioni nel pannello in maniera tale da massimizzare lo spazio disponibile per le nostre applicazioni, funzionalità inclusa ad esempio in Unity o in Apple Mac OS X. Oltre all’ambiente desktop MATE, possiamo installare TopMenu / Global Menu anche nel desktop environment XFCE grazie al nuovo plugin dedicato.

Continua a leggere…

 

0

Le migliori alternative a CrunchBang Linux

In questo articolo andremo ad analizzare le migliori alternative a CrunchBang Linux in grado di fornire un sistema operativo stabile, leggero e funzionale.

CrunchBang
La notizia dell’abbandono di CrunchBang sta facendo molto discutere dato che stiamo parlando di una distribuzione molto apprezzata dall’intera community Linux. Una delle principali caratteristiche di CrunchBang è quella di fornire un sistema operativo stabile e molto leggero (grazie soprattutto al window manager OpenBox e svariate ottimizzazioni e personalizzazioni), ottima sia per pc datati o per gli utenti che amano una distro veloce e reattiva senza tanti effetti, trasparenze o altro. Per gli utenti che utilizzano CrunchBang sono disponibili altre valide alternative in grado di includere caratteristiche simili all’ormai obsoleta distribuzione Linux, ecco le in dettaglio.

Continua a leggere…

 

0

Pantheon: disponibile nella sessione 3D e Lite per Arch Linux

Per gli utenti Arch Linux è disponibile la versione 3D e Lite del desktop environment Pantheon.

Pantheon 3D in Arch Linux
Una delle principali caratteristiche di elementary OS è sicuramente Pantheon, moderno e minimale desktop environment open source in grado di offrire una semplice dockbar, menu, effetti ecc. Lo sviluppo di Pantheon sta portando molte nuove features come ad esempio il nuovo gestore degli account, notifiche ecc, migliora anche il window manager Gaia, reso più reattivo e con alcune migliorie nelle varie animazioni ed effetti.
Per gli utenti che utilizzano Pantheon in Arch Linux è disponibile anche la nuova sessione 3D e Lite in grado di offrire al posto di Gaia il window manager Compiz o OpenBox.

Continua a leggere…

 

0

LXQt 0.9 Rilasciato

E’ disponibile la nuova versione 0.9 di LXQt, nuovo ed importante aggiornamento che include il completo supporto per Qt5 e KDE Frameworks 5

LXQt
Gli sviluppatori LXDE e e RazorQt hanno annunciato il rilascio di LXQt 0.9, importante aggiornamento che rende sempre più completo e stabile il nuovo desktop environment open source.
LXQt 0.9 abbandona Qt4 per migrare a Qt5 e si basa su KDE Frameworks includendo KWindowSystem come gestore degli eventi della finestra e KGuiAddons prende il posto di Xlib in lxqt-panel. Con LXQt 0.9 debutta anche il nuovo tema “Frost” mentre sono stati rivisitati gli altri temi di default, approda la nuova opzione per personalizzare lo sfondo del pannello ed inoltre è possibile avviare e navigare nel menu da tastiera.

Continua a leggere…