Tags archives: gnome-shell

 

0

Fedora 22 GNOME Shell e Telegram Desktop: fix icona nella tray

Chi come me usa Telegram Desktop e GNOME Shell su Fedora 22 avrà notato la mancanza dell’icona di stato di Telegram nella tray di sistema.
Questo bug si presenta perché su Fedora 22 manca un pacchetto che serve a gestire alcune icone nella tray.
Per far apparire l’icona di Telegram Desktop nella tray di Fedora 22 con GNOME Shell 3.16 vi basterà installare libappindicator. Da terminale diamo

sudo dnf install libappindicator

Riavviamo GNOME Shell premendo ALT+F2 e dando

gnome-shell –replace

Una volta riavviato GNOME Shell apparirà la nostra bella icona di Telegram Desktop nella tray di sistema

Via Telegram Desktop su Git

 

0

Fedora GNOME Shell e Telegram Desktop: fix icona nella tray

Chi come me usa Telegram Desktop e GNOME Shell su Fedora 22 avrà notato la mancanza dell’icona di stato di Telegram nella tray di sistema.
Questo bug si presenta perché su Fedora 22 manca un pacchetto che serve a gestire alcune icone nella tray.
Per far apparire l’icona di Telegram Desktop nella tray di Fedora 22 con GNOME Shell 3.16 vi basterà installare libappindicator. Da terminale diamo

sudo dnf install libappindicator

Riavviamo GNOME Shell premendo ALT+F2 e dando

gnome-shell –replace

Una volta riavviato GNOME Shell apparirà la nostra bella icona di Telegram Desktop nella tray di sistema

Via Telegram Desktop su Git

 

0

Google Chrome: fix icona duplicata GNOME Shell / Plank

Questa sera ho deciso di riprovare Fedora 22 nella sua edizione principale con GNOME Shell. Come da consuetudine la mia vita su Fedora è sempre infarcita di bug di varia natura. Questa volta è il turno di Google Chrome che ha il seguente bug: se provate a pinnare l’icona di Chrome su GNOME Shell e successivamente ad avviare il programma noterete subito una duplicazione dell’icona nel lanciatore.

Il bug è lo stesso che si verifica su Plank e che affligge elementaryOS Freya di cui abbiamo già pubblicato la soluzione nelle pagina di Marco’s Box.
Visto però che siamo pinguini e che ci piace trovare sempre nuove soluzione agli stessi problemi vi voglio mostrare un’altro metodo per rimuovere il bug dell’icona duplicata in GNOME Shell, un metodo ancora più semplice ed immediato dell’altro.
Per prima cosa rimuoviamo il pin di Chrome qualora fosse già presente.

Da terminale apriamo ora, con il nostro editor di testo preferito, il file google-chrome.desktop. Visto che siamo su GNOME tanto vale usare Gedit. Diamo dunque

sudo gedit /usr/share/applications/google-chrome.desktop

Nel file che si aprirà andiamo a cercare la riga

andiamo a modificare la riga evidenziata

Exec=/usr/bin/google-chrome-stable %U

Adesso non dovremo fare altro che rimuovere la parola stable trasformando la riga in:

Exec=/usr/bin/google-chrome %U

Ecco come deve apparire la riga dopo la modifica

Ripetete il tutto anche per le altre voci simili che incontrate nel file (per la modalità in incognito etc).

Salvate il tutto.

Ora non ci resta che riavviare GNOME Shell. Potete farlo in diversi modi, il primo è quello di riavviare semplicemente il sistema, l’altro è quello più nerdoso ovvero riavviare GNOME Shell manualmente: premete ALT+F2 e incollate il comando gnome-shell –replace

e premete il tasto invio. GNOME Shell si riavvierà.

Ora potete aggiungere il lanciatore di Google Chome, non apparirà più la doppia icona di Chrome nel launcher.

Siiiii funzionaaaa!

Se non dovesse funzionare riavviate completamente il sistema.
C’è da aggiungere un ulteriore particolare. Il processo va ripetuto ad ogni aggiornamento di Google Chrome quindi tenete sempre sotto mano questa guida 😛

Via Unixmen

 

0

Dell Inspiron 15 (7548) 4k & Arch Linux

Hardware Dopo aver provato Debian volevo testare il Dell con Gnome 3.16 un Kernel più aggiornato e il nuovo Xorg tutte cose che almeno per ora Debian non può fornirci e il commento di Alessandro nel mio precedente post mi ha convinto a provare per la prima volta Arch Linux. Premessa: Arch Linux fino a […]

 

0

Rilasciato Bridge 2015.02

Il team Miller Technologies ha rilasciato il nuovo Bridge Linux 2015.02. Le principali novità e download.

Bridge Linux LXDE
Bridge Linux è un progetto che ci consente di poter testare da live e installare Arch Linux sul nostro pc. L’idea di Bridge Linux è quella di offrire agli utenti la possibilità di poter installare Arch Linux in maniera più semplice, con la possibilità di scegliere la ISO con già inclusi i principali ambienti desktop e applicazioni correlate. A differenza ad esempio di Manjaro Linux, Bridge ci consente di avere Arch Linux con tanto di repository ufficiali, driver preinstallati (compreso VirtualBox Guest Utils) oltre ad un’installer semplificato e un tool post installazione per facilitarci la configurazione del nuovo sistema operativo. Gli sviluppatori di Bridge Linux hanno rilasciato le nuove ISO aggiornate a febbraio 2015 (2015.02) con ambienti desktop KDE, Gnome, XFCE e LXDE / OpenBox, update che include oltre a svariati aggiornamenti anche alcune migliorie all’installer.

Continua a leggere…

 

0

GNOME 3.16 Rilasciato, le novità e come installarlo

E’ finalmente disponibile la versione stabile di GNOME 3.16, le principali novità e come installarlo.

GNOME 3.16
Dopo mesi di duro lavoro è finalmente disponibile GNOME 3.16, nuova versione del famoso desktop environment open source che porta con se molte nuove features. Tra le principali novità introdotte in GNOME 3.16 troviamo diverse migliorie nel supporto per il nuovo server grafico Wayland (e l’introduzione del supporto per MIR), debutta il supporto per stampanti IPP (Internet Printing Protocol). Con Gnome Shell 3.16 approda il nuovo sistema di notifica che ci consente di avere un’elenco direttamente dall’applet data ed ora (rivisitato per consentire la visualizzazione delle notifiche e vari evanti, appuntamenti ecc).

Continua a leggere…

 

0

Rilasciato Ozon OS Hydrogen Beta

E’ disponibile la prima Beta di Ozon OS, distribuzione basata su Fedora con alcune ottimizzazioni e personalizzazioni varie.

Ozon OS
Dopo medi di sviluppo è finalmente disponibile la prima beta di Ozon OS, nuovo progetto realizzato dalla collaborazione dei team Numix e Nitrux. Ozon OS è una distribuzione basata su Fedora con ambiente desktop Gnome Shell che punta a migliorare l’esperienza utente grazie ad estensioni dedicate ed un occhio di riguardo per il gaming.
In Ozon OS troviamo tre estensioni dedicate ossia atom-dock, atom-panel e atom-launcher che vanno ad includere in Gnome Shell una dockbar, un più facile accesso alle varie applicazioni disponibili e una rivisitata panoramica delle attività. Presente anche un tema GTK+3 / Gnome Shell e icone dedicato oltre a varie migliorie compreso i repository RPM Fusion che consentono di installare facilmente driver proprietari, codec e software non includi nei repo ufficiali di Fedora.

Continua a leggere…

 

0

GNOME 3.16 supporterà le notifiche di Android

I developer GNOME hanno annunciato che la futura versione 3.16 includerà il supporto per le notifiche da device Android.

GNOME 3.16 Gestore delle Notifiche
Manca ormai poco all’attesissimo rilascio di GNOME 3.16, nuovo aggiornamento del famoso desktop environment che porterà con se importanti novità. Tra le novità più importanti incluse in GNOME 3.16 troviamo il nuovo gestore delle notifiche che ci consentirà di poter consultare e gestire le notifiche dall’applet data ed ora oltre ad includere il supporto per device Android. Gli sviluppatori GNOME hanno recentemente annunciato che la futura versione 3.16 includerà il supporto per Nuntius, sistema open source che consentirà di ricevere le notifiche del nostro device Android direttamente dal nostro pc.

Continua a leggere…

 

0

Gnome Shell 3.16, le nuove notifiche in un video

Vi presentiamo un video dedicato alle nuove notifiche che troveremo in Gnome Shell 3.16.

Gnome Shell 3.16 - Notifiche
Mancano ormai poche settimane al rilascio di Gnome 3.16, nuova versione stabile del famoso desktop environment open source di default in molte distribuzioni Linux come ad esempio Fedora.
I developer GNOME hanno lavorato molto in questi mesi per rendere l’ambiente desktop ancora più completo e funzionale migliorando inoltre il supporto con il nuovo server grafico Wayland (per maggiori informazioni). Tra le tante novità incluse in GNOME 3.16 troviamo anche le nuove notifiche di sistema posizionate finalmente nella parte alta del desktop e con la possibilità di visualizzarne la cronologia direttamente dall’applet orologio.

Continua a leggere…

 

0

Le novità di GNOME 3.16

In questo articolo andremo ad analizzare le principali novità previste per il nuovo GNOME 3.16.

GNOME Shell
Continua lo sviluppo di GNOME, uno dei più conosciuti ed utilizzati desktop environment per Linux. Mancano ormai poche settimane all’attesissimo rilascio di GNOME 3.16, nuova versione che troveremo di default in Fedora 22 con diverse novità che vanno a rendere l’ambiente desktop open source sempre più completo. Oltre alle migliorie per il nuovo server grafico Wayland, in GNOME 3.16 troviamo diverse ottimizzazioni riguardanti il supporto per OpenGL oltre al supporto per stampanti IPP (Internet Printing Protocol) che consentirà di poter stampare facilmente i nostri documenti, immagini ecc da remoto.

Continua a leggere…