Tags archives: informatica

 

0

Ubuntu 15.04 si chiamerà Vivid Vervet

Mark Shuttleworth, il patron di Ubuntu, ha annunciato il nome in codice di Ubuntu 15.04, la prossima versione di Ubuntu che sarà rilasciata ad Aprile 2015.

Ubuntu 15.04 si chiamerà Vivid Vervet!

non ricordavo fossero così blu ieri sera

Come tradizione vuole ad ogni nome è legato un animale, in questo caso si tratta del Cercopiteco verde o come la chiamano in inglese vervet monkey.

Il Cercopiteco verde (Chlorocebus pygerythrus (Linnaeus, 1758)) è un primate della famiglia Cercopithecidae che ha una caratteristica particolare: i maschi, come nelle altre specie congeneri, presentano una caratteristica colorazione bluastra dello scroto che contrasta con il colore rosso vivo del pene.

 

0

Ubuntu compie 10 anni!

Ubuntu compie 10 anni! Ebbene si, era infatti il 20 Ottobre 2004 quando Mark Shuttleworth annunciò il rilascio di Ubuntu 4.10 “The Warty Warthog”, la prima versione stabile di quella che in breve tempo sarebbe diventa la più amata / odiata distribuzione GNU/Linux.
Ubuntu 4.10 Warty Warthog veniva rilasciata con GNOME 2.8, Firefox 0.9, Evolution 2.0 e OpenOffice.org 1.1.2
Se volete riprovarla potete scaricarla a questo indirizzo http://old-releases.ubuntu.com/releases/4.10/
Quanti di voi hanno vissuto quei momenti?
Immagine via Wikipedia

 

0

Linux Day 2014: L'evento di Salerno del 24 Ottobre organizzato dall'HcssLUG

L’HcssLUG – Linux Users Group Salerno partecipa anche quest’anno al Linux Day. L’evento organizzato dall’HcssLUG si terrà presso la Facoltà di Informatica dell’Università degli studi di Salerno (Fisciano) il giorno Venerdì 24 Ottobre 2014 (un giorno prima dell’evento nazionale visto che i locali dell’Università non era disponibili per la giornata di sabato).
Uno dei relatori dell’evento è +Simone L che terrà un talk dal titolo Package Manager e sistemi di init.
Di seguito il programma dell’evento: 

  • Programmazione “vintage”, quando i programmatori erano geni … di Luigi Catuogno
  • Package Manager e sistemi di init di Simone Lombardi
  • OpenStreetMap + OpenLayers, realizziamo le nostre mappe dinamiche, interattive, libere! di Carmine De Rosa
  • Gnome Maps: free software services for a new desktop experience di Dario Di Nucci
  • Esperienza pratica nell’utilizzo di software Open Source: Sviluppo di un videogame di Giovanni Giuseppe Costa
  • Linux in ambito smartphone e introduzione a Sailfish OS di Gianguido Sorà

Mini talks

  • SoundLight – una lampada da atmosfera basata su Arduino di Luigi d’Acuto (quickfuture)
  • PiRadio – Una radio in FM con Linux e raspberry Pi di Giuseppe Luciano

Per maggiori informazioni:

Linux Day Salerno
Sito internet HcssLUG
Pagina Facebook di HcssLUG

 

0

Linux Day 2014: L'evento dell'ALID di Genova

Fra gli eventi in programma in tutta Italia in occasione del Linux Day 2014 ho il piacere di segnalare quello organizzato dall’ALID – Associazione per le Libertà Informatiche e Digitali di Genova che si terrà presso il Palazzo Ducale di Genova.
All’evento parteciperà in veste di relatore il nostro caro +Stefano s che terrà un talk dal titolo Open data, informazioni accessibili a tutti.
Ecco il programma dell’evento

Linux Day 2014

Sabato 25 OttobreGenova, Palazzo Ducale

Programma
  • 10:00 Apertura del Linux Day (Lucio Marinelli e Giuliano Bordonaro)
  • 10:15 Il software libero nella società dell’informazione (Alessandro Rubini)
  • 11:00 Il diritto all’oblio in Rete e gli strumenti di anonimizzazione (avv. Elena Bassoli)
  • 11:45 Cyber bullismo e difesa digitale: piccolo corso per giovanissimi (Claudio Canavese)
  • 12:30 Pausa pranzo
  • 14:30 Libertà nelle nostre mani: Wordpress (Simone Felicità, Andrea Angelotti)
  • 15:15 Libertà e ricerca scientifica (Lucio Marinelli)
  • 16:00 Open data, informazioni accessibili a tutti (Stefano Sabatini)
  • 16:45 Dati geografici aperti e loro applicazioni: OpenStreetMap e Mapillary (Alessandro Palmas)
  • 17:30 Chiusura del Linux Day
Parallelamente agli incontri i volontari ALID saranno a disposizione per rispondere a domande, dubbi o richieste di approfondimento.
Per informazioni scrivete a contatti@alid.it

 

0

Facciamo gli anagrammi con Linux

L’origine degli anagrammi è antica e radicata nei secoli. Studiati dai cabalisti, usati dagli scrittori per creare pseudonimi al fine di aggirare la censura, amati dagli appassionati di giochi enigmistici in tutte le epoche.

Crearli richiede spesso fantasia e conoscenza della lingua. Chi come me ha difficoltà a risolverli può usare alcuni stratagemmi. Uno di questi è l’utilizzo di an, un semplice programma da eseguire nel terminale sulle nostre distribuzioni Linux tramite il quale potremo generare rapidamente tutti gli anagrammi che vogliamo.
Il funzionamento del programma è semplicissimo. Ovviamente la prima cosa da fare è installarlo. Se siete su Ubuntu e derivate potete installarlo da terminale dando

sudo apt-get install an

Una volta fatto vi basterà usare la seguente sintassi base (che potete scoprire grazie all’uso del manuale di an dando, sempre da terminale, man an)

an -l(NUMERO DI PAROLE) -d /usr/share/dict/italian “(PAROLA O PAROLE DA ANAGRAMMARE)

Vediamo di fare un esempio. Se io voglio generare degli anagrammi formati da 2 parole del mio nome basterà dare

an -l2 -d /usr/share/dict/italian “marco giannini”

Come potete vedere ho messo 2 al (NUMERO DI PAROLE) e ho scritto il nome da anagrammare al posto di (PAROLA O PAROLE DA ANAGRAMMARE). 

Dando il comando di sopra otterrò un risultato come questo

faccio innamorare i cigni
Alcuni risultati sono comici :D
Come potete vedere l’altra stringa usata nel comando è /usr/share/dict/italian che indica ad an di usare come base il dizionario italiano. Se abbiamo altri dizionari possiamo ovviamente cambiare.
Se per esempio siamo su Ubuntu abbiamo preinstallato sia il dizionario inglese che quello americano.
Per il dizionario inglese vi basterà sostituire a /usr/share/dict/italian la stringa /usr/share/dict/british-english mentre per quello americano /usr/share/dict/british-american
NOTA: nel caso non fosse presente per installare il dizionario italiano vi basterà dare 
sudo apt-get install witalian
Per installare altri dizionari potete ricorrere a synaptic e cercare quello della lingua che volete installare tipo wbritish per l’inglese, wamerican per l’americano, wspanish per lo spagnolo etc.


Del tipo se voglio anagrammare il mio nome usando il dizionario inglese formando tre lettere basterà dare:

an -l3 -d /usr/share/dict/british-english “marco giannini”

La lista comandi di an è lunga

SYNOPSIS
       an  [-w] [-c string] [-d dictionary] [-l number_words] [-m word_length]
       [-u string] [-n number_anagrams] [-h] [-v] [--words] [--contain string]
       [--dict  dictionary]  [--length  number_words]  [--minimum word_length]
       [--used string] [--number number_anagrams] [--help] [--version] PHRASE

DESCRIPTION
       an finds all anagrams which can be made from  the  letters  in  PHRASE,
       using  words  in  the  specified  dictionary.  The  default  is  to use
       /usr/share/dict/words.

OPTIONS
       -w, –words
              Print words that the letters in PHRASE can make, then exit.

       -c, –contain string
              Only print anagrams which contain string.

       -d, –dict dictionary
              Use dictionary file to find words which the  letters  in  PHRASE
              can make.

       -m, –minimum word_length
              Only include word which are at least word_length long.

       -u, –used string
              Considers  that letters in string have already used when analyz‐
              ing letters in PHRASE.  Like –contain  but  doesn’t  print  out
              string.

       -l, –length number_words
              Finds  anagrams  which  have  a maximum of number_words words in
              them.  This is very useful when number  of  anagrams  which  are
              output is large.

       -n, –number number_anagrams
              Stops after finding number_anagrams anagrams.

       -h, –help
              Print a usage message on standard output, then exit.

       -v, –version
              Print version information on standard output, then exit.

e come potete vedere possiamo specificare anche parametri come la lunghezza delle parole o la presenza di qualche stringa, del tipo voglio anagrammi di marco giannini di tre lettere che contengono la parola con dando

an -l3 -d /usr/share/dict/italian -c con “marco giannini”

Insomma potete sbizzarrirvi.
Ringrazio +Luigi Iannoccaro di +Lubit Linux per avermi dato lo spunto per realizzare questo post grazie ad un suo post su facebook dove faceva vedere come anagrammare il suo nome con questo programma. 

 

0

Linux Day 2014: L'evento di Torri di Quartesolo (VI) organizzato dal LUGVI - Linux User Group di Vicenza

LINUX DAY 2014 TORRI DI QUARTESOLO (VI)

Sabato 25 Ottobre 2014, si svolgerà in tutta Italia il “Linux Day”, in coordinamento con ILS – Italian Linux Society. Il tema di quest’anno sarà “Libertà digitale”.

In Provincia di Vicenza si terranno sei manifestazioni similari: a Torri di Quartesolo, a Bassano del Grappa, a Schio, a Valdagno, a Thiene ed a Dueville.

Per l’area cittadina di Vicenza l’evento si svolgerà a Torri di Quartesolo, presso il Centro Giovanile di Via Roma n.93, dalle 9:30 alle 18:00. L’organizzazione è curata da LUGVI – Linux User Group di Vicenza.

In particolare, per l’area urbana di Vicenza, a Torri di Quartesolo, la giornata sarà caratterizzata dai seguenti principali appuntamenti:
Nel pomeriggio, il gruppo VicenzaThunders proporrà un’esibizione con i propri progetti di robot basati su Arduino Mega. Potremo assistere anche alla prova di volo di un drone quadricottero realizzato anch’ esso utilizzando Arduino.

Tutto il giorno saranno presenti sale/laboratorio a tema in cui tutti potranno sperimentare di persona:
  • Gruppo Makers LugVi (progetti su piattaforme libere Arduino, Raspberry, CubieBoard, Volumio)
  • Stampante 3D con Raspberry
  • WiiLD OS (lavagna digitale, un sistema libero, aperto, cooperativo)
  • Install corner (assistenza, installazioni, consulenza etc. )
  • Game Lan (pc connessi in lan per poter giocare ad OpenArena, dimostrazione di giochi in Linux)
  • OpenStreetMap (mappe e cartografia libera)
  • Software libero multipiattaforma (le alternative al software proprietario)
  • Solo pomeriggio:
  • Sala Grafica (lavorare con programmi di grafica come Gimp, Inkscape, Scribus)
  • Joomla! Veneto (creare un sito web con il potente CMS libero)
  • …e molto altro !!
Per aggiornamenti e dettagli sul Linux Day a Vicenza, http://www.vicenza.linux.it/node/178

Gruppo Utenti GNU/Linux Vicenza

 

0

Pantheon Desktop arriverà anche su Fedora 22!

Per la serie le cose strane nella vita accadono quando meno te l’aspetti. A partire da Fedora 22 (sempre se tutto va bene visto che è un work in progress) gli utenti Fedora potranno installare Pantheon Desktop direttamente dai repository ufficiali della distro.
Si, avete capito bene, anche gli utenti Fedora potranno usare il desktop environment nato in casa elementary OS.
Potete consultare lo stato dei lavori all’indirizzo http://fedoraproject.org/wiki/Changes/PantheonDesktop
Cosa ne pensate?
Via

 

0

Linux Day 2014: L'evento del ManfredoniaLUG

Quattordicesima giornata nazionale di GNU/Linux e del Software Libero


Libertà Digitale
25 ottobre 2014

Il ManfredoniaLUG è lieto di invitare tutti gli interessati al 2° LinuxDay di Manfredonia e del Gargano, sabato 25 ottobre alle ore 17:00, presso la sede del Salone della Parrocchia Santa Maria del Carmine, sita in Larghetto del Carmine – Corso Manfredi.

L’ingresso è libero e gratuito

 

0

Ubuntu 14.04 con 100 applicazioni aperte contemporaneamente!

Quante applicazioni contemporaneamente riuscite ad aprire sulla vostra distribuzione? Personalmente, causa scarsezza di RAM (la mia Linux Machine ha solo 2 GB di RAM non espandibili) riesco a tenerne aperte poche, ma per chi ha una macchina più recente può aprirne molte di più.

Un utente Ubuntu ha provato a far questo sulla sua Ubuntu 14.04 equipaggiata con un Core-i7 2-MHz e 6 GB di RAM ed è riuscito ad aprire contemporaneamente ben 100 applicazioni senza avvertire nessun calo delle prestazioni. Come potete vedere, dopo aver aperto tutto questo popò di roba (fra le applicazioni aperte troviamo anche Blender, OpenShot, Inkscape, Ubuntu Software Center etc) abbiamo 4,2 GB di RAM occupati e un carico sulla CPU del 25-30%.

Figo no?
Ecco il video che mostra Ubuntu Unity switcher (l’Alt-Tab) con le 100 applicazioni aperte contemporaemente

Uno screen

ed infine il carico sul sistema

 

0

Fix tema del cursore del mouse di Google Chrome / Chromium su GNOME Shell

Spesso su GNOME si verifica uno strano bug che riguarda il puntatore del mouse che appare diverso da quello preimpostato quando si va ad aprire alcune applicazioni.
L’esempio più eclatante è quello di Google Chrome / Chromium che fa apparire un puntatore bianco quando esso si trova all’interno della finestra di Chrome anziché il puntatore predefinito di GNOME Shell (che è nero).
Potete vedere il bug e la soluzione in questo piccolo video che ho realizzato.

Come avete avuto modo di vedere la soluzione è semplicissima, basta aprire il terminale e digitare

sudo update-alternatives –config x-cursor-theme

Si aprirà una finestra come quella che vedete nello screen. Ora vi basterà scrivere il numero corrispondente al tema del cursore del mouse che avete impostato in GNOME Shell (nel mio caso Adwaita) e premere invio.

Riavviate ora Chrome e avrete il tema del mouse giusto.