Tags archives: kubuntu

 

0

KDE e driver NVIDIA: impostare il DPI dei caratteri della schermata di login e del sistema

In questa mini guida andremo a vedere come fixare un noioso problema che si verifica su KDE se si fa uso di driver proprietari NVIDIA e si è su schermi ad alta risoluzione.
Capita infatti che, dopo aver installato la nostra distro KDE centrica preferita (o in MATE su alcune distro), ci ritroviamo con dei font minuscoli sia nella schermata di login che nel desktop una volta caricato.
La soluzione a questo problema consiste nell’impostare manualmente il settaggio del DPI a 96 direttamente nel file di configurazione xorg.conf se ci troviamo su distro come Kubuntu o Fedora KDE (ma in realtà il problema si verifica anche su Ubuntu MATE) o nel file 90-mhwd.conf se ci troviamo su Manjaro KDE.
La soluzione è la stessa che abbiamo visto qualche tempo fa nella guida per fixare l’interfaccia fuori scala di Chrome
Vediamo come procedere.
La prima cosa da fare è dare da terminale il comando:


sudo nvidia-xconfig

Se ci troviamo su Kubuntu, Fedora KDE o Ubuntu MATE andiamo a modificare il file /etc/X11/xorg.conf con il nostro editor preferito. Su KDE basterà dare:

sudo kate /etc/X11/xorg.conf

Ora non ci resta che individuate la sezione Screen e aggiungeteci la riga

Option “DPI” “96 x 96”

Se ci troviamo su Manjaro KDE dovremo andare a modificare il file /etc/X11/xorg.conf.d/90-mhwd.conf dando da terminale

sudo kate /etc/X11/xorg.conf.d/90-mhwd.conf

Anche in questo caso basterà aggiungere la riga Option “DPI” “96 x 96”


 

0

Ubuntu 15.10: tutti (o quasi) i flavor in una sola ISO

 

0

Ubuntu 15.10: tutti (o quasi) i flavor in una sola ISO

Se stavate cercando un metodo semplice per avere a portata di mano tutti i flavor di Ubuntu su un solo dispositivo (che sia un DVD o una chiavetta USB) allora siete nell’articolo giusto: già tempo fa vi parlammo del progetto Linux AiO, creato da Zeljko Popivoda per soddisfare esattamente quel requisito, e la notizia di […]

L’articolo Ubuntu 15.10: tutti (o quasi) i flavor in una sola ISO appare per la prima volta su My CMS.

 

0

Kubuntu 15.10: Ripristinare le opzioni Estrai e Comprimi in Dolphin

Su Kubuntu 15.10 continua a persistere un fastidioso bug di Dolphin (il file manager) inerente le funzionalità Estrai e Comprimi per file e cartelle. Cliccando infatti con il tasto destro del mouse su di un archivio compresso non appare più l’opzione per estrarre al volo il file così come non appare più la relativa opzione per comprimere file e cartelle. Il bug in questione è stato fixato a monte su KDE già da tempo ma il fix non è ancora arrivato su Kubuntu 15.10.

Fortunatamente fixare il problema è semplice e basta dare un semplice comando da terminale.
Basterà infatti dare da terminale:

sudo ln -s /usr/share/kde4/servicetypes/konqpopupmenuplugin.desktop /usr/share/kservicetypes5/

Una volta fatto vi basterà chiudere e riaprire Dolphin per veder ricomparire le opzioni Estrai e Comprimi.

Ecco tornare le voci Estrai e Comprimi grazie al “magico” comando

Speriamo soltanto che in Kubuntu si diano una mossa a fixare questo bug quanto prima.

 

0

KDE Plasma 5.4.3 disponibile per Kubuntu 15.10

Il team di Kubuntu ha annunciato l’arrivo di KDE Plasma 5.4.3 nei repository Backports per Kubuntu 15.10.
Per aggiornare vi basterà aggiungere il Kubuntu Backports PPA dando da terminale

sudo add-apt-repository ppa:kubuntu-ppa/backports

e aggiornare il sistema

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

In alternativa, se proprio non volete usare il terminale, potete usare Muon così come spiegato in questa guida.

 

0

Kubuntu 15.10

Kubuntu Kubuntu è una distribuzione Linux user-friendly gratuita, basata sul desktop manager KDE e sulla distribuzione Ubuntu di Canonical. KDE viene aggiornato costantemente durante il ciclo di vita della distribuzione. Versione 15.10 Questa versione contiene: Plasma 5, the next generation of KDE’s desktop has been rewritten to make it smoother to use while retaining the […]

Related posts:

  1. Kubuntu 15.04 Kubuntu Kubuntu è una distribuzione Linux user-friendly gratuita, basata sul…

 

0

Jonathan Riddell lascia definitivamente Kubuntu

 

0

Kubuntu 15.10 - Guida post installazione

Kubuntu 15.10 cosa installare per completarlo

Fase 1: Installare Muon, abilitare i repository Partner di Canonical e aggiornare il sistema

Andiamo ad abilitare i repository Partener di Canonical che ci serviranno per installare programmi come Skype.
Per far ciò vi consiglio di installare come prima cosa il Gestore di pacchetti Muon, un utile strumento che funziona come Synaptic e ci consente di installare pacchetti tramite interfaccia grafica.
Da terminale diamo

sudo apt-get install muon

Una volta fatto nel menu di avvio andiamo su Applicazioni, Sistema, Gestore d Pacchetti

Clicchiamo ora su Impostazioni e poi Configura le fonti software. Andiamo ora a selezionare Altro software e a spuntare i repository Partner di Canonical

Chiudiamo. Muon ora caricherà in automatico i repository e vi proporrà di aggiornare il sistema.
Avviate ora il terminale (konsole su KDE) e aggiornate il sistema con un bel

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade

Fase 2: Installazione Codec, font microsoft, adobe flash, OpenJDK e il plugin per il browser

Andiamo ora ad installare i vari codec multimediali, supporto ai file compressi, font microsoft e adobe flash player. Possiamo farlo installando un solo pacchetto che provvederà a fare tutto da se.
Da terminale digitiamo

sudo apt-get install kubuntu-restricted-extras p7zip

Durante l’installazione apparirà la richiesta di accettare l’installazione dei caratteri microsoft. Spostatevi con i tasti freccia e confermate le operazioni.

Andiamo ora ad installare openjdk e il plugin per il browser dando da terminale

sudo apt-get install openjdk-7-jre icedtea-7-plugin

In alternativa potrete installare la versione 8 dando

sudo apt-get install openjdk-8-jre

Fase 3: Messaggistica MSN, Skype, Twitter, gestione feed rss e Google

La messaggistica istantanea su Kubuntu 15.10 è gestita da Telepathy KDE che è perfettamente integrato con il sistema quindi direi che se utilizzate questo tipo di applicazioni con Kubuntu siete apposto così e non dovete installare nulla.
Per la rete Skype serve però Skype. Se utilizzate il servizio potete installarlo dando da terminale

sudo apt-get install skype

Se usate twitter e preferite usare un client per il pc (io non ne uso più, faccio tutto da web) vi suggerisco di installare Choqok che si integra alla perfezione con KDE. Potete installare Choqok dando da terminale:

sudo apt-get install choqok

Come feed reader trovate già preinstallato l’ottimo Akregator, il miglior feed reader per Linux.

Per quanto riguarda il comparto mail troviamo preinstallato KMail. Personalmente non l’ho mai usato in quanto preferisco i client web, se però preferite un programma che si integri alla perfezione con KDE be, siete ottimamente coperti da KMail.
L’unica alternativa a KMail che mi sento di suggerirvi è l’arcinoto Thunderbid che potete installare dando da terminale

sudo apt-get install thunderbird thunderbird-locale-it

Fase 4: Altri browser e programmi p2p

Firefox è il browser predefinito di Kubuntu 15.10. Alcuni di voi potrebbero però non gradire Firefox (ultimamente mi ci metto pure io in mezzo). Le alternative principali sono Chromium e Google Chrome. Io vi consiglio di utilizzare Google Chrome in modo da godere appieno delle potenzialità del browser di Google (plugin flash, etc).
Potete scaricare il pacchetto deb di Google Chrome da questo indirizzo https://www.google.com/intl/it/chrome/browser/
Come programma per la gestione dei file torrent troviamo già installato KTorrent che è uno dei migliori programmi. L’unico consiglio che vi do è dare una occhiata alla guida KTorrent aumentiamo la privacy con i filtri PeerGuardian per impostare nel programma i filtri PeerGuardian ed aumentarne la sicurezza. Purtroppo però attualmente la versione attuale soffre (così come la precedente) del bug che non consente di convertire i filtri nel formato txt e quindi dovrete fare a mano visto che a tutt’oggi il bug non è ancora stato corretto…
Se usate ancora la rete Emule due sono i programmi, amule ed amule-adunanza a seconda o meno se siete su rete normale o su rete fastweb.
Se siete su rete normale installate amule dando da terminale:

sudo apt-get install amule

Se siete su rete fastweb installate Amule Adunanza con

sudo apt-get install amule-adunanza

Fase 5: Ufficio e svago

Su Kubuntu 15.10 troviamo già preinstallato LibreOffice in versione completa (c’è anche LibreOffice Base) e dunque non dovremo installare nulla. Fra l’altro questa release porta con se un tema che serve ad integrare LibreOffice su KDE (il risultato è ottimo).

Per quanto concerne invece l’editing di immagini siamo completamente scoperti. Il mio consiglio è quello di installare l’ottimo GIMP. Potete farlo dando da terminale

sudo apt-get install gimp gimp-plugin-registry

Nel caso vi ritrovaste GIMP in inglese (ma questo non accadrà se avete installato Kubuntu mentre eravate connessi alla rete) vi basterà tradurlo dando da terminale:

sudo apt-get install language-pack-it language-pack-gnome-it

Se fate uso di tavolette grafiche e vi dilettate con la pittura digitale il mio consiglio è quello di provare Krita, uno dei migliori programmi del settore disponibile sui sistemi operativi GNU/Linux. Potete installarlo dando

sudo apt-get install krita

Per chi utilizza immagini raster il mio consiglio è quello di installare Inkscape. Potete installarlo dando da terminale

sudo apt-get install inkscape

Per quanto riguarda la gestione degli scanner su Kubuntu troviamo preinstallato skanlite. Il programma non è malvagio ma non è molto intuitivo per i novizi e manca di una funzionalità secondo me vitale ovvero la possibilità di salvare direttamente in pdf. Per ovviare a ciò vi consiglio di installare un altro programma ovvero Simple Scan. Potete farlo dando da terminale

sudo apt-get install simple-scan

Se bazzicate nel mondo dell’editing video potete installare l’ottimo Kdenlive. Potete farlo dando da terminale:

sudo apt-get install kdenlive

Coloro di voi che fanno largo uso di epub possono trovare in Calibre un ottimo compagno. Questo programma consente di interfacciare il vostro lettore ebook con il PC ma anche il vostro device android e sincronizzare il vostro database.
Possiamo installare Calibre dando da terminale

sudo apt-get install calibre

I tecnici del settore dell’edilizia potrebbero aver bisogno di un CAD per realizzare planimetrie e quant’altro. Potete installare DraftSight scaricandolo a questo indirizzo. L’unica pecca è che a partire dalla versione 2015 il programma è realizzato per soli sistemi a 64bit.

Fase 6: Media Player

Come player audio e gestore raccolta musicale troviamo Amarok. Be, non devo stare qui a descriverlo, è uno dei programmi più completi per la gestione della nostra raccolta musicale.

Per quanto riguardo il comparto player video abbiamo preinstallato Dragon Player che personalmente non ho mai digerito per via del modo in cui renderizza i sub esterni (si vedono sempre con dei contorni schifosi).
Due sono le alternative, VLC e SMPlayer

Per installare VLC basterà dare da terminale

sudo apt-get install vlc

Mentre per SMPlayer

sudo apt-get install smplayer

Come programma per la masterizzazione troviamo k3b. Il programma non ha bisogno di presentazioni, imho è il miglior programma della categoria.

Se volete invece trasformare il vostro PC in un mediacenter vi consiglio Kodi (ex Xbmc). Possiamo installarlo dando da terminale

sudo apt-get install kodi

Fase 7: Utility varie

Cosa manca infine alla vostra Kubuntu? Be, potreste avere bisogno di una serie di utility spesso dimenticate ma utilissime in più frangenti.

L’installazione di tutti i deb avviene attraverso Muon Installer. Accade però che alcuni programmi abbiano problemi nell’installarsi. Per questo motivo consiglio l’installazione del buon vecchio Gdebi-KDE che potete farlo dando da terminale:

sudo apt-get install gdebi-kde

Una utility che non dovrebbe mai mancare è PPA-Purge che consente di effettuare la rimozione di PPA aggiunti e di ripristinare al contempo la versione originale del programma. Un must have se vi piace provare tutti i PPA che vi capitano a tiro. Lo installiamo da terminale dando

sudo apt-get install ppa-purge

Nel caso in cui vi dilettiate con la compilazione di programmi è utile installare build-essential, un meta pacchetto che vi andrà ad installare il minimo sindacale per la compilazione.
Potete farlo dando da terminale

sudo apt-get install build-essential

Se invece siete i tipi da star a provare ISO di altre distro dalla mattina alla sera vi consiglio di installare due programmi. Il primo è Gparted, che altri non è che il gestore ed editor di partizioni. Vi servirà sia per fare operazioni di resize etc, sia per formattare le vostre chiavette dati. Io lo preferisco al Gestore delle partizioni di KDE in quanto in passato mi ha dato qualche problema con alcune chiavette.
Possiamo installare gparted dando

sudo apt-get install gparted

Per quanto riguarda la scrittura di immagini su pendrive per la creazione di live usb possiamo installare l’ottimo Unetbootin dando da terminale:

sudo apt-get install unetbootin

Fase 8: Completare l’installazione della lingua italiana

Se eravate connessi alla rete durante l’installazione di Kubuntu dovreste già avere il sistema completamente localizzato, in caso contrario per completare l’installazione dei pacchetti per la lingua italiana vi basterà andare in Impostazioni di sistema, Localizzazione, Lingue e completare l’installazione della lingua. In alternativa potete fare da terminale dando:

sudo apt-get install kde-l10n-it aspell-it myspell-it witalian

Fase 9: Miglioriamo la resa dei caratteri

Per sistemare i caratteri basta andare in Impostazioni di sistema e poi cliccare su Carattere. Vi troverete alla seguente schermata. Come potete vedere dallo screen in allegato. 
In pratica andate spuntare la voce Forza DPI per i caratteri, andate poi in Utilizza l’anti-aliasing per i caratteri mettendolo su Abilitato.

Cliccate ora su Configura e mettete Utilizza sub-pixel hinting RGB e Stile di hinting Moderato
Applicate e riavviate eventuali programmi aperti per godervi il cambiamento. Naturalmente potete giocare anche con le dimensioni dei font come più vi aggrada.

 

 

0

Plasma 5.3.2 e Frameworks 5.12.0 backported su Kubuntu 15.04