Tags archives: mondo-linux

 

0

Il VELug organizza il CORSO BASE GIMP, scopriamo dove e quando

Il VELug (Venezia Free Software User Group) ha annunciato una ottima iniziativa destinata a tutti le persone interessate ad apprendere le basi dell'uso di GIMP, il famoso programma gratuito, open source e multi piattaforma per l'editing di immagini.
A partire dal prossimo 15 Giugno 2017 e per un totale di tre lezioni, organizzerà il CORSO BASE GIMP. Il corso ha un costo di 5 € a cui vanno però aggiunte 15 € di tessera associativa del VELug.
Per maggiori informazioni sul corso, le modalità di adesione e il pagamento vi invito a visitare la pagina http://www.velug.it/corsi/94-inizia-il-corso-gimp.html

 

0

Scovata una vulnerabilità critica in Samba presente da ben 7 anni

Correte ad aggiornare Samba sul vostro PC!

I developer di Samba hanno scovato una vulnerabilità critica (CVE-2017-7494) presente in Samba da ben 7 anni (interessa tutte le versioni più recenti, da Samba 3.5.0 in poi) che consente l'esecuzione di codice in modalità remota e che potrebbe consentire ad un aggressore remoto di prendere il controllo di una macchina Linux o Unix.

CVE-2017-7494.html:

====================================================================
== Subject: Remote code execution from a writable share.
==
== CVE ID#: CVE-2017-7494
==
== Versions: All versions of Samba from 3.5.0 onwards.
==
== Summary: Malicious clients can upload and cause the smbd server
== to execute a shared library from a writable share.
==
====================================================================

===========
Description
===========

All versions of Samba from 3.5.0 onwards are vulnerable to a remote
code execution vulnerability, allowing a malicious client to upload a
shared library to a writable share, and then cause the server to load
and execute it.

==================
Patch Availability
==================

A patch addressing this defect has been posted to

http://www.samba.org/samba/security/

Additionally, Samba 4.6.4, 4.5.10 and 4.4.14 have been issued as
security releases to correct the defect. Patches against older Samba
versions are available at http://samba.org/samba/patches/. Samba
vendors and administrators running affected versions are advised to
upgrade or apply the patch as soon as possible.

==========
Workaround
==========

Add the parameter:

nt pipe support = no

to the [global] section of your smb.conf and restart smbd. This
prevents clients from accessing any named pipe endpoints. Note this
can disable some expected functionality for Windows clients.

=======
Credits
=======

This problem was found by steelo . Volker
Lendecke of SerNet and the Samba Team provided the fix.

Se siete su Ubuntu e derivate la vulnerabilità è stata già corretta con i recenti aggiornamenti e dunque vi basterà soltanto aggiornare il sistema.

 

0

Rilasciata la prima versione di xfce4-panel basata sulle GTK+3


Simon Steinbeiß ha annunciato il rilascio della prima versione usabile di xfce4-panel basata sulle GTK+3.
Questa nuova versione, ancora in sviluppo, porta con se alcune regressioni e problemi ma resta comunque usabile ed è segno che il progetto è vivo.
Fra le novità c'è l'aggiunta del supporto RandR per la gestione del monitor.

Per maggiori informazioni Simon's Secret - The first Gtk+3 release of xfce4-panel is out!

 

0

Installiamo e gestiamo un Web Server su Ubuntu


Linux è notoriamente un sistema operativo utilizzato in ambito Server.
Quando sviluppi per il web però hai la necessità di essere il più veloce e sicuro possibile e per evitare possibili errori conviene sempre sviluppare in locale per poi andare successivamente in produzione.

Oggi andiamo quindi ad installare all’interno della nostra Ubuntu (o derivata), sia essa un'installazione reale o su macchina virtuale, tutto il necessario per mettere in piedi un web server.

Utilizzeremo la utility tasksel.

Tasksel è un programma a riga di comando che ci permette di installare tutta una serie di pacchetti per il task desiderato. Nel corso dell’articolo vedremo la sua schermata principale di selezione e le alternative proposte.

Avviamo tasksel
sudo tasksel

A seguire ci verrà restituita questa schermata di selezione

Selezioniamo il servizio LAMP Server.


Durante l’installazione dobbiamo fornire una password per l’amministrazione di MySQL (ovviamente è importantissima, ci servirà anche per l’accesso tramite phpmyadmin e per la prima gestione del web server).

Completata la procedura automatica, verifichiamo che tutto sia andato a buon fine andando a digitare sulla barra degli indirizzi del nostro browser: localhost.

Ci verrà resituito un “It works” se tutto è andato per il verso giusto.

Installiamo PhpMyAdmin

Gestire i db tramite la riga di comando è affascinante, ma diciamocela tutta, abbastanza noioso in alcuni aspetti. Ci viene in soccorso Phpmyadmin.

Phpmyadmin è un famoso software che ci propone una interfaccia web per la gestione di database, è un must have per ogni sviluppatore web per la sua chiarezza e semplicità di utilizzo.

sudo apt install phpmyadmin
Selezioniamo il web server installato (apache2) in questo caso.

Durante la sua intallazione ci verrà richiesta la password di MySQL, quella che avete precedentemente scelto. Ditigiamola e andiamo avanti.

Una volta completata l’installazione apriamo il nostro browser e digitiamo sulla barra degli indirizzi:
localhost/phpmyadmin

E accediamo alla dashboard inserendo nome utente (root) e la password scelta in precedenza.

Fatto! Adesso abbiamo la possibilità di aggiungere nuovi utenti ( per una maggiore sicurezza ), creare db etc.

E per finire

Nelle ultime installazioni abbiamo di default l’installazione di Php 7, ma se volessimo usare anche la versione 5.6? Basta installare le versioni di PHP che ci servono e dare in pasto questi due comandi:

sudo a2dismod phpX.X
sudo a2enmod phpX.X

Nel dettaglio a2dismod va a disabilitare il modulo della versione X.X di Php, mentre a2enmod lo attiva.

Infine, per quanto riguarda la gestione del nostro web server, ricordate che molto probabilmente (per non dire sempre) qualsiasi modifica effettuata ai file di configurazione richiede il riavvio del web server:

sudo /etc/init.d/apache2 restart

Con questo comando, in pochi secondi il nostro web server verrà riavviato.

Spazio alle tue considerazioni

Hai domande, vuoi fare qualche osservazione? La sezione commenti è tutta tua!

 

0

Visual Studio Code disponibile come snap in Ubuntu


Canonical, tramite il blog Ubuntu Insights, ha annunciato il rilascio di Visual Studio Code nel formato snap per Ubuntu.
Per chi non lo sapesse Visual Studio Code è un editor di codice sorgente sviluppato da Microsoft per Windows, Linux e macOS. Il programma è basato su Electron, un framework con cui è possibile sviluppare applicazioni Node.js.
D'ora in avanti gli utenti Ubuntu (e derivate) potranno installare Visual Studio Code come snap dando da terminale

sudo snap install --classic vscode

L'installazione è possibile su Ubuntu 14.04 LTS, Ubuntu 16.04 LTS nonché le versioni più recenti di Ubuntu ancora supportate. Grazie a questo pacchetto snap ufficiale potremo dire addio a PPA di terze parti ed avere sempre la versione più aggiornata di Visual Studio Code.

 

0

Il futuro di Linux è sui Desktop Windows?


Questa primavera è piena di sorprese. Facciamo un passo indietro: L’anno scorso venne annunciata l’integrazione di bash di Ubuntu all’interno di Windows 10, quest’anno invece dopo l’annuncio di Canonical relativo a Unity, ecco che Microsoft annuncia una novità e quest’anno non abbiamo il dubbio del pesce d’aprile.

Entro qualche mese avremo infatti la possibilità di installare Ubuntu, Fedora e SUSE dal Windows Store. Tutte le info del caso le trovate nel post della scorsa settimana..

Perchè?

Perchè non permettere direttamente una installazione in dual boot senza reinstallare Grub?
Esattamente come per l’anno scorso, viene da chiedersi come questa mossa possa cambiare lo scenario, come possa (e se possa) conquistare l’utenza professionale che si trova bene su Linux ( programmatori, amministratori di sistema etc) e se ciò possa in un qualche modo mettere a rischio l’esistenza stessa di Linux su Desktop viste le ultime novità (magari a fronte di una maggiore impegno nell'IoT o lato server).

Diteci la vostra

Cosa ne pensate? Siete preoccupati o pensate che ciò possa solo essere un bene avvicinando tante persone al mondo Linux?

 

0

Telegram Desktop 1.1 porta le chiamate vocali su computer


Telegram Desktop si è aggiornato alla versione 1.1 e con esso è arrivato il supporto alle chiamate vocali su computer.
D'ora in avanti sarà possibile chiamare gli amici presenti su Telegram direttamente dai nostri pc sfruttando la rete dati.
Ma vediamo il changelog completo di Telegram Desktop 1.1:

  • Le chiamate di Telegram sono ora disponibili su computer: sicure, cristalline, costantemente migliorate grazie all'intelligenza artificiale.
  • Il nuovo pannello Emoji, Sticker e GIF salvate diventa uno spazio separato sulla destra quando Telegram è attivo in una finestra abbastanza grande.
  • Gestisci gli utenti bloccati nei tuoi supergruppi.
  • Gli amministratori delle chat possono ora eliminare i messaggi per gli altri membri.

 

0

Rilasciato DraftSight 2017 SP2


Dassault Systèmes ha annunciato il rilascio di DraftSight 2017 SP2, il secondo service pack per DraftSight 2017.
Questo nuovo aggiornamento è incentrato soltanto nella correzione di bug generici. Per i più curiosi ecco il changelog completo:
  • 1022768 Improves stability of DraftSight application at startup on PC equipped with ex. Intel HD Graphics 2000 when applying Windows 10 update KB4013429.
  • 1018331 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Batch Print” (Impresión de lote) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018329 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Rename” (Renombrar) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018325 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “About” (Acerca de) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018291 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Clean” (Limpiar) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018183 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Print Configuration Manager” window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1016421 Fixes the problem of unable to print OLE tables.
  • 1014541 Fixes the issue where OLE objects in dwg file may get resized and shrunk in print output.
  • 1014532 Corrects the unexpected “stretch error” when selecting the grip of a copied and pasted dimension.
  • 1014377 Re-enables the selection of check boxes located at SMARTLEADER > Settings > Format Leaders > Annotations > Note options.
  • 1013963 Suppresses in the free version of DraftSight the undesired startup warning in the command window showing: “An unsigned add-in, ExportTableAddin.dll, has been detected, and will not be loaded. Only signed and authenticated add-ins are permitted.”
  • 1010600 Improves stability of DraftSight when inserting BOM for Windows 7 32-bit OS.
  • 1009777 Corrects the sheet views getting cutoff issue after upgrading from DraftSight 2016 to 2017.
  • 994798 Fixes the re-assigned F4 shortcut key issue where it reverts back unexpectedly to “Recent Documents” every time when launching the application.
  • 986216 Improves visual result when Trim entity using arc as cutting edge.
  • 983317 Adds new capability using mouse double click to quickly edit the Toolbox content or generated entities.
  • 859284 Supports selection using Ctrl and Shift keys to add or delete multiple sheets layout at a time.
  • 659169 Provides access and control to fade referenced drawing with the new system variable “XDWGFADECTL”.
  • 654840 Fixes the template startup switch or command line switch for opening templates (/T).
  • 579391 Improves the behaviors of the HATCH command, Placement options for “Send to Back” or “Send Behind. Boundary' to be more robust.
Potete scaricare gratuitamente (è richiesta solo una mail per l'attivazione) DraftSight 2017 SP2 per Windows (32 e 64 bit), Mac (solo 64 bit) e Linux (solo versioni 64 bit disponibili per Ubuntu e Fedora) all'indirizzo https://www.3ds.com/products-services/draftsight-cad-software/free-download/

 

0

Arriva l'integrazione di Google Drive in KDE Plasma

KDE Plasma sta per ottenere l''integrazione di Google Drive.
Ebbene si, d'ora in avanti basterà aggiungere il proprio account Google nel modulo "Online Accounts" presente nelle impostazioni di KDE Plasma.

Il modulo di Google in Online Accounts

Una volta fatto sarà possibile accedere alle proprie cartelle e file di Google Drive direttamente da Dolphin o dall'applet Plasma Folder View.
Una volta aggiunto un nuovo account apparirà una notifica di sistema che vi consentirà di aprire subito Dolphin.

La notifica

In qualsiasi momento sarà possibile scegliere di disattivare l'integrazione di Google Drive. Basterà deselezionare la casella di controllo di Drive nelle impostazioni di sistema

Il modulo di configurazione

L'integrazione di Google Drive in KDE Plasma richiede il pacchetto kaccounts-provider 17.04kio-gdrive 1.2 (qui trovate la versione beta). Si basa sul framework KAccounts che contiene la parte relativa a KDE del progetto cross-desktop Accounts-SSO sviluppato da Canonical. Questo è attualmente l'unico problema in quanto Canonical, che era a capo dello sviluppo di questo progetto, ha deciso di abbandonare lo sviluppo di Ubuntu per Smartphone e quindi alla data di oggi non è ancora chiaro quale sarà il futuro del progetto (anche se sappiamo che nel mondo del software libero c'è sempre qualche sviluppatore pronto a raccogliere le redini di un progetto).
In questo momento comunque l'integrazione con Google Drive funziona bene e, oltre ad essa, il plugin funziona anche con Telepathy, Purpose (per YouTube) e il plugin Nextcloud.

 

0

Ubuntu, SUSE e Fedora arriveranno sul Windows Store


Windows Subsystem for Linux si arricchisce del supporto a nuove distro e della possibilità di installazione tramite Windows Store.

Durante la conferenza Microsoft Build 2017, Terry Myerson ha fatto diversi annunci su Windows Subsystem for Linux, la tecnologia di Microsoft che porta la Bash di Linux su Windows.

La parternship di Microsoft con Canonical prosegue e fra non molto sarà possibile installare Ubuntu tramite il Windows Store.

Immagine via On MSFT

Microsoft è anche al lavoro con SUSE e Fedora per portare le loro distribuzioni sul Windows Store.

Tutte e tre le distro saranno installabili tramite Windows Store e sarà possibile eseguire una o più distro contemporaneamente.
Le distro potranno inoltre essere installate anche su unità disco secondarie, non solo su C:.

Le nuove funzionalità arriveranno nelle prossime build di Winows Insider e disponibili per tutte le edizioni standard a partire dal prossimo autunno.

Se volete contribuire allo sviluppo del progetto potete farlo su GitHub https://github.com/microsoft/BashOnWindows