Tags archives: multimedia

 

0

VLC e l'idea di unificare la versione desktop con quella mobile

Gli sviluppatori VideoLAN stanno lavorando nella futura versione 3.0 di VLC che potrebbe unificarsi con la versione mobile.

VLC in Ubuntu
VLC è attualmente uno dei player multimediali più conosciuti ed utilizzati dagli utenti Linux e non solo. Disponibile anche per pc Windows, Mac e device mobili Android e Apple iOS, VLC ci consente di riprodurre (attraverso una semplice ed intuitiva interfaccia grafica) i file audio e video dei più diffusi formati. Gli sviluppatori VideoLAN stanno terminando i lavori per la futura versione numero 3.0 di VLC (che possiamo già testare in Linux consultando questa nostra guida) che debutterà verso marzo 2015, confermando l’arrivo della prossima versione stabile 2.2 nei prossimi giorni.

Continua a leggere…

 

0

Audacious in arrivo la nuova interfaccia grafica Qt

Con la nuova versione 3.6 di Audacious debutta la nuova interfaccia grafica Qt e altre importanti novità.

Audacious in Ubuntu
Audacious è un player audio multimediale open source che troviamo preinstallato in diverse distribuzioni Linux (oltre ad essere disponibile nei repo ufficiali delle principali distro). Gli sviluppatori di Audacious hanno recentemente rilasciato la prima Alpha della futura versione numero 3.6 che porterà con se la nuova interfaccia grafica Qt5 che andrà a migliorare l’integrazione nei principali ambienti desktop Linux. Audacious 3.6 avrà di default l’interfaccia grafica GTK+2 mentre sarà disponibile la UI Qt o Winamp dalle preferenze, gli sviluppatori rilasceranno anche una versione con UI GTK+3 la quale sarà molto probabilmente l’ultima versione includerla vista la migrazione in Qt5.

Continua a leggere…

 

0

Flash Player e H.264 in Opera

In questa semplice guida vedremo come possiamo utilizzare Flash Player e supporto per la riproduzione di contenuti H.264 e MP3 in Opera.

H.264 in Opera
Opera Software ha deciso di dare un cambio radicale al proprio web browser basandolo sul codice sorgente di Chromium introducendone molte ottimizzazioni e personalizzazioni varie. Con il nuovo Opera, troviamo un browser dall’interfaccia grafica molto più semplice e minimale, con una Speed Dial più moderna e facile da gestire, un nuovo gestore dei segnalibri, supporto per le estensioni native di Google Chrome e molto altro ancora. Opera include anche il supporto per Pepper Flash e la possibilità di riprodurre i file multimediali in H.264 e Mp3, funzionalità disponibili solo dopo aver installato FFMpeg e il plugin di Flash Player incluso di default in Google Chrome.

Continua a leggere…

 

0

Nuke software professionale di compositing video per Linux, Windows e Mac

Vi presentiamo Nuke potente software di compositing video per Linux, Windows e Mac utilizzato per gli effetti speciali di molti film.

Nuke in Ubuntu
Dopo avervi segnalato Natron, vi vogliamo presentare un’altro interessante software per il compositing di video in grado di offrire una valida alternativa ad Adobe AfterEffects, stiamo parlando di Nuke.
Nuke è un software proprietario di compositing video multi-piattaforma, sviluppato da The Foundry (azienda che recentemente si è unita ad Luxology), in grado di fornire una completa piattaforma per la creazione di effetti speciali sia 2D che 3D. Da notare che Nuke è stato utilizzato per gli effetti speciali di molti film come ad esempio Avatar, Iron Man, Alice In Wonderland, The Amazing Spider-Man, Clash of the Titans, Watchmen, Interstellar e perfino in serie tv come ad esempio CSI Miami 9 e in molti casi viene installato e utilizzato in distribuzioni Linux.

Continua a leggere…

 

0

Miam semplice e leggero player audio per Linux e Windows

Miam, nuovo player audio multimediale per Linux e Windows, semplice e soprattutto leggero, ecco come installarlo

Miam Player
Miam è un nuovo progetto open source che punta a fornire un completo e funzionale player audio multimediale multi-piattaforma.
Attualmente è disponibile solo per Linux e Microsoft Windows, nei prossimi mesi Miam Player sarà disponibile anche per Apple Mac OS X. Tra le principali caratteristiche di Miam troviamo il supporto per i più diffusi formati audio come .mp3, .m4a (MP4), .flac, .ogg, .oga (OGG Vorbis), .asf, .ape ecc oltre a fornire un’ottima gestione dei vari Tag con la possibilità di poterli editare (grazie a Taglib).

Continua a leggere…

 

0

FFmpeg ritorna in Ubuntu 15.04

Tra le tante novità previste per Ubuntu 15.04 Vivid troviamo anche il ritorno di FFmpeg nei repository ufficiali.

Ubuntu
Molti software di editing video e audio per Linux (e non solo) si basano su FFmpeg, famosa raccolta di strumenti open source multi-piattaforma. Attraverso FFmpeg possiamo convertire, elaborare, riprodurre o registrare file multimediali dei più diffusi formati il tutto operando da riga di comando (esistono comunque molti tool in grado di offrire una semplice ed intuiva interfaccia grafica a FFmpeg). Dalla versione 14.04 e 14.10 di Ubuntu non è più incluso FFmpeg, ma troviamo comunque disponibile la libreria libavcodec dedicata alla codifica audio/video anche se molti software richiedono ancora FFmpeg disponibile attraverso PPA (per maggiori informazioni).

Continua a leggere…

 

0

Tomahawk 0.8 Rilasciato, novità e come installarlo in Ubuntu

E’ disponibile la nuova versione 0.8 del player audio multimediale Tomahawk, le principali novità e come installarlo in Ubuntu e derivate.

Tomahawk in Ubuntu
Tomahawk è un player audio multimediale open source multi-piattaforma disponibile per Linux, Windows, Mac e Android. Tra le principali novità di Tomahawk troviamo la possibilità di gestire al meglio la nostra raccolta musicale oltre a poter accedere anche a servizi online tramite plugin di terze parti dedicato. Proprio in questi giorni è stato presentato il nuovo Tomahawk 0.8, aggiornamento che porta con se un’interfaccia grafica completamente rivisitata oltre all’introduzione di nuove ed utili funzionalità.
Tomahawk 0.8 aggiunge il supporto per Google Play Music e Beats Music e la possibilità riprodurre i nostri brani preferiti da iTunes, Spotify, ecc semplicemente trascinando all’interno della finestra il collegamento web.

Continua a leggere…

 

0

Aggiornamenti di sicurezza importanti per Xubuntu 14.10 "Utopic Unicorn": Browser Web Chromium, Email Mozilla Thunderbird:, Firefox Web Browser: e Adobe Flasher Plugin Installer:.

Sappiamo tutti quanto sia importante mantenere aggiornato il proprio sistema operativo, ma è parimenti esperienza comune che spesso siano proprio gli aggiornamenti a introdurre nuovi bug. 

Xubuntu segue delle linee guida ben precise per gestire questa situazione.

La chiave di volta dell’intero discorso è che, una volta rilasciata la release, gli aggiornamenti non si fanno affatto, a meno che non riguardino vulnerabilità di sicurezza o bug particolarmente significativi.
Addirittura, nell’ottica di stabilizzare la release, già durante le ultime fasi di sviluppo l’ingresso di nuovi pacchetti dei vari software è sottoposto ad un controllo particolarmente rigido (una fase nota agli sviluppatori come “Feature Freeze”, appunto).

Gli aggiornamenti proposti a continuazione fanno parte del bollettino di sicurezza settimanale rilasciato da Canonical e riguardano in particolare i primi aggiornamenti importanti sulla sicurezza riguardanti la neonata Xubuntu 14.04 “Trusty Tahr”.

In particolare gli aggiornamenti riguardano:


Browser Web Chromium:

Chromium è un navigatore open source che mira a costruire una modalità per utilizzare il web più sicura, più veloce e più stabile per tutti gli utenti di Internet.
Chromium serve come base per Google Chrome, che non è altro che Chromium rimarchiato (nome e logo) con veramente poche aggiunte, come ad esempio il tracciatore d’uso e il sistema di aggiornamento automatico.

Questo pacchetto contiene il browser Chromium.

Cambiamenti delle versioni di chromium-browser:
Versione installata: 36.0.1985.125-0ubuntu1.14.04.0~pkg1029
Versione disponibile: 37.0.2062.94-0ubuntu0.14.04.1~pkg1042

Versione 37.0.2062.94-0ubuntu0.14.04.1~pkg1042:

  * Release to stage

Versione 37.0.2062.94-0ubuntu1:

  * Upstream release 37.0.2062.94.
    – CVE-2014-3165: Use-after-free in Blink websockets.
    – CVE-2014-3176, CVE-2014-3177: A combination of bugs in V8, IPC, sync, and
      extensions that can lead to remote code execution outside of the sandbox.
    – CVE-2014-3168: Use-after-free in SVG.
    – CVE-2014-3169: Use-after-free in DOM.
    – CVE-2014-3170: Extension permission dialog spoofing.
    – CVE-2014-3171: Use-after-free in bindings.
    – CVE-2014-3172: Issue related to extension debugging.
    – CVE-2014-3173: Uninitialized memory read in WebGL.
    – CVE-2014-3174: Uninitialized memory read in Web Audio.
    – CVE-2014-3175: Various fixes from internal audits, fuzzing and other
      initiatives.
    – CVE-2014-3176, CVE-2014-3177: Interaction of extensions, IPC, the sync
      API, and Google V8 to execute arbitrary code.
  * Fix a shell bug in the binary-wrapper that prevented USER flags
    from working properly.
  * debian/control: Suggests chromiumflashplugin .
  * debian/apport: Significant cleanup.
  * debian/rules: Disable SSE instructions on x86 to avoid SIGILL on some CPUs.
    (LP: #1353185)
  * debian/checkout-orig-source.mk: Don’t include src/ prefix in orig tarball.
  * debian/patches/*: refresh line numbers.
  * debian/patches/search-credit.patch,
    debian/patches/additional-search-engines.patch: Track source files moved.
  * debian/patches/ffmpeg-gyp-config.patch,
    debian/patches/fix-gyp-space-in-object-filename-exception.patch,
    debian/patches/gyp-icu-m32-test:
    Disabled. No longer needs fixing.
  * debian/control: build-dep on openssl.
  * debian/patches/disable-sse2: Don’t require SSE/SSE2 CPU features on x86.
    (LP: #1353185)
  * debian/rules: Use built-in PDF support. (LP: #513745, #1009902)

Versione 36.0.1985.143-0ubuntu1:

  * Upstream release 36.0.1985.143:
    – CVE-2014-3165: Use-after-free in web sockets.
    – CVE-2014-3166: Information disclosure in SPDY.
    – CVE-2014-3167: Various fixes from internal audits, fuzzing and other
      initiatives.  
  * debian/rules: Avoid some unnecessary warning of invalid mv.
  * debian/rules: Don’t use tcmalloc on i386.
  * debian/control: Don’t have (unused) shlibs-depends on -dbg packages
    and non-binary packages.
  * debian/chromium-browser-codecs-ffmpeg-extra.dirs,

Email Mozilla Thunderbird:

Cambiamenti delle versioni di thunderbird:
Versione installata: 1:31.0+build1-0ubuntu0.14.04.1
Versione disponibile: 1:31.1.1+build1-0ubuntu0.14.04.1

Versione 1:31.1.1+build1-0ubuntu0.14.04.1:

  * New upstream stable release (THUNDERBIRD_31_1_1_BUILD1)
    – see USN-2330-1

Firefox Web Browser:

Firefox fornisce una navigazione web semplice e sicura. Un’interfaccia utente familiare, potenti funzioni di sicurezza come la protezione da furti di identità online e ricerca integrata che ti permette di ottenere il massimo dal web.

Adobe Flasher Plugin Installer:

Cambiamenti delle versioni di flashplugin-installer:
Versione installata: 11.2.202.400ubuntu0.14.04.1
Versione disponibile: 11.2.202.406ubuntu0.14.04.1

Versione 11.2.202.406ubuntu0.14.04.1:

  * New upstream release 11.2.202.406
    – debian/flashplugin-installer.{config,postinst},
      debian/post-download-hook: Updated version and sha256sum

 

0

Le novità di VLC 3.0 e come testarlo in Ubuntu e derivate

In questo articolo andremo ad analizzare le principali novità incluse in VLC 3.0 e vedremo come testarlo in Ubuntu e derivate.

VLC 3.0 Git in Ubuntu
VLC è attualmente uno dei player multimediali tra i più conosciuti ed utilizzati al mondo. Il successo di VideoLAN VLC è dovuto principalmente al supporto per i più diffusi formati di file audio e video oltre a disporre di numerose funzionalità. Gli sviluppatori VideoLAN hanno già iniziato a lavorare nella futura versione 3.0 di VLC, aggiornamento che renderà ancora più completo e funzionale il famoso player multimediale open source. VLC 3.0 includerà il supporto per catturare il desktop di sistemi con server grafico Wayland, la nuova versione inoltre introdurrà il supporto per molti nuovi formati compreso HDS (Http Dynamic Streaming) di Adobe (f4m, f4v, ecc.) e HD-DVD .evo (H.264, VC-1, MPEG-2, PCM, AC-3, E-AC3, MLP, DTS), Daala video e sottotitoli ARIB B24.

Continua a leggere…

 

0

Spotify Export tool per esportare la lista di brani della playlist preferita

Grazie a Spotify Export potremo esportare la lista dei brani della nostra Playlist preferita con estrema facilità, ecco come fare…

spotify-export in Ubuntu
Spotify è uno dei più conosciuti ed utilizzati servizi web dedicati alla musica in streaming. Direttamente dal nostro browser o attraverso il client dedicato, possiamo accedere e riprodurre brani musicali presenti in un vasto database il tutto gestito da Ubuntu Server. Con Spotify potremo riprodurre i nostri brani preferiti anche offline, oltre a creare playlist preferite le quali però non possono essere esportate per la riproduzione in altri player audio.
Possiamo esportare l’elenco dei brani presenti in una nostra playlist grazie al nuovo tool Spotify Export che possiamo installare facilmente in Debian, Ubuntu e derivate.

Continua a leggere…