Tags archives: open-source

 

0

A scuola con solo software libero (o almeno gratuito)

Sta per cominciare la scuola gettando nella disperazione milioni di bambini e ragazzi (uso solo il maschile perché nella mia carriera scolastica ho sempre incontrato ragazze felici di tornare a scuola).
Con il ritorno a scuola nasce arriva la necessità di preparare i propri strumenti informatici al meglio al fine di poter lavorare in tranquillità e produrre il materiale che ci verrà richiesto.
In questo breve post vi suggerirò alcune applicazioni indispensabili per la vita scolastica.

Suite da Ufficio

Suite da ufficio installabile
La prima cosa da fare è quella di procurarci una suite da ufficio per poter realizzare tesine, presentazioni o fogli di calcolo. Potreste comprare una licenza studenti di Microsoft Office o usare mezzi illeciti ma noi siamo brave persone e vogliamo usare software gratuito e possibilmente open source. 
La prima suite che mi sento di consigliarvi è LibreOffice, quella che è diventata di fatto la migliore alternativa gratuita, open source e multi piattaforma a Microsoft Office. La suite è continuamente in sviluppo ed è supportata da big dell'informatica e da migliaia di programmatori sparsi per tutto il mondo. 
Gli utenti Linux la conoscono già in quanto la troviamo preinstallata su tutte le principali distribuzioni. Gli utenti Windows e macOS possono invece scaricarla liberamente all'indirizzo http://www.libreoffice.org/
All'interno del sito troverete due versioni, la fresh e la still. LibreOffice Fresh è quella che fornisce update continui e più frequenti ed è indicata ai maniaci degli aggiornamenti. La seconda versione è LibreOffice Still ed è pensata per chi vuole qualcosa di sicuro e solido ed è dunque perfetta studenti e insegnanti. 
Grazie a LibreOffice potremo creare documenti di testo grazie a Writer, fare fogli di calcolo grazie a Calc, realizzare presentazioni con Impress, fare diagrammi con Draw, scrivere formule con Math e creare database con Base. Insomma, abbiamo proprio tutto quello che ci serve per poter lavorare, fare testine, etc. In più grazie a LibreOffice potremo modificare i PDF e salvare i documenti in diversi formati.
Il formato di salvataggio predefinito di LibreOffice è il formato aperto ODF (OpenDocument), un formato che è compatibile anche con chi utilizza Microsoft Office. Io vi consiglio di usare il formato ODF ma se proprio avrete la necessità di usare il formato proprietario di Microsoft per i vostri salvataggi be, non preoccupativi, LibreOffice è in grado di aprire e salvare anche nel formato proprietario di Microsoft (il .doc tanto per intenderci) quindi non avrete difficoltà. 
Potete anche salvare i documenti nel formato PDF in modo da poterli scambiare più facilmente con gli amici e poterli aprire anche da smartphone.
Un ultimo consiglio, LibreOffice offre anche una serie di modelli da usare per documenti, fogli di calcolo e presentazioni, modelli che possono essere scaricati gratuitamente andando al sito http://templates.libreoffice.org/libreoffice-modelli?set_language=it. All'interno del sito troverete anche le estensioni per LibreOffice che vi aiuteranno ad aggiungere utili funzioni al programma.

Suite da ufficio online e collaborativo
L'altra soluzione che vi consiglio di provare, specie se avete la necessità di lavorare ad un file contemporaneamente con più persone, è quella di utilizzare la suite da ufficio online di Google. Per accedere alla suite di Google è sufficiente avere un indirizzo email di Google che quasi sicuraramente avrete se adoperate uno smartphone equipaggiato con Android. Grazie a questo pre requisito sarà possibile accedere a Google Documenti (l'editor di testo), Google Fogli (per i fogli di calcolo stile Excel) , Google Presentazioni (per realizzare le proprie presentazioni) e Google Moduli. L'unica pecca? Non è software libero :(
Se volete software libero c'è però una alternativa altrettanto valida ed è Open365, un nuovo servizio simile a quello di Google che però offre la possibilità di avere LibreOffice direttamente sul vostro browser internet. Trovate maggiori informazioni su Open365 nel mio articolo Open365: il cloud open source con LibreOffice e KMail integrati

Programmi per aprire i PDF e i libri digitali ePub e Mobi

Aprire i PDF
Per aprire i PDF su Windows e macOS il programma più famoso è Adobe Acrobat Reader. Il programma è gratuito e potete scaricarlo all'indirizzo https://get.adobe.com/it/reader/ (mi raccomando, quando andate a scaricare Acrobat dal sito, togliete le spunte sulle offerte facoltative).
Una ottima alternativa open source per Windows è Sumatra PDF che offre anche la possibilità di leggere gli eBook (ePub ed Mobi). Potete scaricare Sumatra PDF all'indirizzo http://www.sumatrapdfreader.org/free-pdf-reader.html

Aprire gli eBook
Nel corso degli ultimi anni sono diventati sempre più comuni i libri nel formato elettronico ePub e Mobi. Aprire questo tipo di file su Windows, macOS e Linux è facilissimo grazie a Calibre che oltre ad essere gratuito è anche open source. Potete scaricare Calibre all'indirizzo https://calibre-ebook.com/

Creare PDF dallo scanner
Per scannerizzare le immagini da libri o appunti e passarle sul PC sotto forma di immagini o PDF avrete bisogno di uno scanner e di un programma in grado di salvare le immagini sul nostro PC. Questi programmi sono di solito fornirti assieme allo scanner. Capita però di non trovare tutte le funzioni che ci occorrono e dunque in questi casi è necessario usare programmi alternativi. 
Gli utenti Linux possono usare i tanti programmi presenti sulle principali distribuzioni. Per gli utenti Windows vi consiglio di provare NAPS2 (Not Another PDF Scanner 2). Potete scaricare NAPS2 all'indirizzo https://www.naps2.com/. Se volete saperne di più di questo programma date uno sguardo al mio vecchio articolo a riguardo.

Editor di immagini

Modifica foto etc
Se avete la necessità di modificare le vostre foto o creare fotomontaggi e quant'altro la migliore soluzione gratuita e open source è senza ombra di dubbio GIMP, un programma che gli utenti Linux conoscono molto bene e che fa parte di ogni installazione che si rispetti. 
GIMP però non è solo per Linux ma è disponibile anche per gli utenti macOS e Windows. Potete scaricare GIMP all'indirizzo https://www.gimp.org/
Se è la prima volta che usate un programma del genere non spaventatevi, potete trovare molti siti italiani ricchi di guide, uno dei più famosi è https://gimpitalia.it/ nel quale troverete tutto quello che vi occorre per iniziare.

Grafica vettoriale
Gli studenti di scuole medie e superiori potrebbero avere la necessità di un software le grafica vettoriale. Anche in questo caso c'è il software libero che fa al caso vostro e che vi eviterà di scaricare software pirata o comprare software costosi.
Il programma in questione si chiama Inkscape ed è disponibile per Linux (ma questo i pinguini lo sanno già), macOS e Windows. Inkscape  offre una piena compatibilità con gli standard XML, SVG e CSS e che dia retro-compatibilità ai formati proprietari di Adobe Illustrator, Macromedia FreeHand, Corel Draw.
Potete scaricare Inkscape all'indirizzo https://inkscape.org/it/
Se volete una guida al programma vi consiglio di scaricare la guida realizzata dall'Istituto Majorana che trovate all'indirizzo www.istitutomajorana.it/scarica2/inkscape_guida_italiana.pdf

Disegno e pittura digitale
Fra i programmi migliori in questo campo c'è Krita, un software che si è fatto conoscere in breve tempo per la sua potenzialità e versatilità. Nato come programma per Linux è ora disponibile anche per Windows e macOS. Potete scaricare Krita all'indirizzo https://krita.org/
 

Programmi per aprire i file Zip

Capita spesso di dover comprimere cartelle contenenti più file per scambiarle più facilmente con gli amici. Di programmi del genere ce ne sono tantissimi, tutti ugualmente validi.
Il più famoso è 7-Zip che è in grado di aprire praticamente tutti i file compressi. 7-Zip è compatibile con Windows e Linux e potete scaricarlo all'indirizzo http://www.7-zip.org/. Il programma è gratuito e open source!
Sempre per Windows trovate altri due software interessanti che offrono una grafica semplice e facile da usare anche per gli utenti inesperti. Il primo è PeaZip ed è stato realizzato dal programmatore italiano Giorgio Tani. Potete scaricare PeaZip all'indirizzo http://www.peazip.org/. L'altro programma è ZipGenius ed è stato realizzato dal programmatore italiano Matteo Riso. Potete scaricare ZipGenius all'indirizzo http://www.zipgenius.it/

Se siete utenti macOS il corrispettivo di 7-Zip è Keka che potete scaricare all'indirizzo http://www.kekaosx.com/it/


Disegno tecnico 2D e 3D

Gli studenti degli istituti tecnici hanno a che fare con il disegno tecnico ovvero la realizzazione di piantine di appartamenti, circuiti e pezzi meccanici.
In questi casi abbiamo la necessità di installare software di disegno tecnico assistito. Le grandi aziende del settore fanno spesso accordi con le scuole per fornire programmi di questo tipo in licenza gratuita (con alcune limitazioni nella stampa dei file) agli studenti. Non tutte le scuole però hanno di questi accordi e dunque tocca spesso allo studente procurarseli in maniera illecita o cercando online versioni per gli studenti.
Ma se non volessimo fare nulla di tutto ciò e avere dei programmi gratuiti senza limitazioni?

Disegno 2D 
Per il disegno 2D il mio consiglio è quello di provare DraftSight, un software di cui ho avuto modo di parlare diverse volte sulle pagine del sito perché è uno dei pochi programmi gratuiti disponibili per Windows, macOS e Linux. Il programma ha una interfaccia semplice, usa gli stessi comandi di AutoCAD, salva in formato DWT/DWG/DXF e rispetto ad AutoCAD è più leggero ed è dunque perfetto anche per computer datati.
Potete scaricare DraftSight andando all'indirizzo http://www.3ds.com/products-services/draftsight-cad-software/free-download/. Una volta scaricato basterà attivarlo fornendo il proprio indirizzo email.

Oltre al proprietario (ma gratuito) DraftSight abbiamo anche altri due interessanti software CAD 2D che hanno il vantaggio di essere open source.
Il primo è LibreCAD di cui vi ho già parlato in passato sulle pagine del blog. Il software è disponibile per Windows, macOS e Linux ed è scaricabile all'indirizzo http://librecad.org/. L'unico svantaggio (se così si può dire) di LibreCAD è il fatto che non supporta il formato DWG ma può comunque salvare nel formato AutoCAD DXF che è facilmente apribile dai software proprietari.
L'altro programma è QCad. Anche questo programma è open source e multi piattaforma. Di questo software esistono due versioni, quella normale in grado di lavorare con i file DXF e quella Professional (che costa appena 33 euro) che vi consente di lavorare nativamente con i file DWG e di salvare in questo formato. Potete scaricare QCad per Windows, macOS e Linux all'indirizzo http://www.qcad.org/


CAD 3D parametrico
Per la realizzazione di disegni 3D e progettare oggetti si utilizzano i CAD di modellazione parametrica 3D. Forse non molti sanno che esiste un programma gratuito, multipiattaforma (per Windows, macOS e Linux) e open source in grado di leggere e scrivere diversi formati aperti di file quali STEP, IGES, STL, SVG, DXF, OBJ, IFC, DAE e molti altri.
Il programma in questione si chiama FreeCAD ed è possibile scaricarlo liberamente all'indirizzo http://www.freecadweb.org/?lang=it. All'interno del sito troverete tante guide ed esempi per poter imparare ad usare questo programma apprezzato anche da utenti CAD esperti.

Elettronica
Per il settore dell'elettronica ci sono diversi software che vi possono servire.
Il primo di questi è KiCad, una suite open source di software Electronic Design Automation (EDA) per il disegno di schemi elettrici e circuiti stampati (PCB). Il programma integra un ambiente di sviluppo integrato con editor di schematici, generazione della distinta base, sbroglio circuitale del PCB e visualizzatore di file Gerber.
Allo sviluppo del programma partecipa un nutrito gruppo di sviluppatori fra i quali alcuni del CERN.
Potete scaricare KiCad per Windows, macOS e Linux all'indirizzo http://kicad-pcb.org/

L'altro programma è Qucs (Quite Universal Circuit Simulator), un software open source per la simulazione di circuiti elettronici. Il software offre la possibilità di disegnare un circuito elettrico con una interfaccia grafica e di simulare la risposta in frequenza ed il rumore. Supporta anche la simulazione mediante VHDL e/o Verilog.
Potete scaricare Qucs per Windows, macOS e Linux all'indirizzo http://qucs.sourceforge.net/

Video e musica

Riproduzione di file
Dovete visualizzare un filmato con un formato particolare e non sapete come fare? Il re incontrastato di questo settore è VLC, il miglior riproduttore di musica e video che potrete trovare. Il programma è disponibile per Windows, macOS e Linux. Potete scaricare VLC all'indirizzo http://www.videolan.org/vlc/

Scrivere spartiti musicali
Se invece avete la necessità di creare, ascoltare o semplicemente stampare gli spartiti musicali anche in questo caso c'è un software open source che fa al caso vostro. Il programma in questione si chiama MuseScore ed è scaricabile gratuitamente per Windows, macOS e Linux andando al seguente indirizzo https://musescore.org/it

Sempre in ambito creazione spartiti musicali abbiamo anche TuxGuitar. Il software è open source e multipiattaforma (è scritto in java) e supporta l'importazione e l'esportazione nei formati di Guitar Pro gp3, gp4 e gp5. Potete scaricare TuxGuitar per Windows, macOS e Linux all'indirizzo http://www.tuxguitar.com.ar/.

Programmazione

Se fate programmazione avete bisogno di un editor di testo pensato per l'editing del codice sorgente che andrete a scrivere o modificare.
Di programmi open source di questo tipo ve ne sono diversi. Il più famoso è senza ombra di dubbio Atom. Il programma è basato su Chromium e permette di sviluppare pacchetti usando Node.js.
Potete scaricare Atom per Windows, macOS e Linux all'indirizzo https://atom.io/
L'altro programma open source che vi consiglio, ma solo se siete su Windows, è Notepad++. Di questo programma ve ne ho parlato qualche tempo fa sul blog. Potete scaricare Notepadd++ per Windows all'indirizzo https://notepad-plus-plus.org/
Infine, che ci crediate o no, esiste anche un programma di Microsoft che fa al caso nostro e che è rilasciato sotto licenza open source (nello specifico usa la MIT). Il programma è Visual Studio Code ed è scaricabile per Windows, macOS e Linux all'indirizzo https://code.visualstudio.com/


Analisi numerica

Quando si parla di analisi numerica il pensiero di tutti va sempre a MATLAB ma molti ignorano la presenza di un software altrettanto valido, rilasciato con licenza open source e compatibile in gran parte con MATLAB. Il software in questione si chiama GNU Octave e consente di effettuare il calcolo matriciale come rango e determinante o specialistiche come decomposizione ai valori singolari (SVD), fattorizzazione LU. Potete scaricare GNU Octave per Microsoft, macOS e Linux all'indirizzo https://www.gnu.org/software/octave/

Fra i software compatibili con la sintassi di MATLAB c'è Scilab, un pacchetto di programmi gratuiti per la computazione numerica attualmente sviluppato da Scilab Enterprises (un consorzio di industrie francesi francesi). Scilab è stato ampiamente impiegato in alcuni progetti industriali e di ricerca, e molti contributi (sotto forma di codice informatico) sono stati fatti dagli utenti. Il programma consente di elaborare un'ampia gamma di operazioni matematiche da operazioni relativamente semplici come le moltiplicazioni a quelle di livello più alto, come correlazioni ed aritmetica dei numeri complessi. Il software è particolarmente adatto per l'elaborazione dei segnali, analisi statistica, elaborazione delle immagini, simulazioni di fluidodinamica, ecc. Scilab include anche un pacchetto chiamato Xcos, per la simulazione e la costruzione di modelli di sistemi dinamici espliciti ed impliciti, includendo sia sotto-sistemi continui che discreti.
Il tutto è open source e multipiattaforma. Potete scaricare Scilab per Windows, macOS e Linux all'indirizzo http://www.scilab.org/

Altro programma interessante è Maxima, un Computer Algebra System (CAS) in grado di eseguire calcoli numerici, simbolici, grafici e altre operazioni correlate. Il programma è multi piattaforma ed è possibile scaricarlo per Windows, macOS e Linux all'indirizzo http://maxima.sourceforge.net/
Di Maxima esiste anche una interfaccia grafica chiamata wxMaxima che trovate all'indirizzo http://andrejv.github.io/wxmaxima/




 

0

Come installare PowerShell su Linux e Mac

 

 

0

OpenStreetView: l'alternativa open source a Street View basata su OpenStreetMap

Uno dei servizi più comodi di Google è senza ombra di dubbio Street View, un servizio che ci consente di visualizzare immagini dei luoghi che vogliamo visitare per diletto o per necessità. 

Non tutti però amano utilizzare le mappe di Google e preferiscono utilizzare le mappe comunitarie di OpenStreetMap che sono spesso più precise e dettagliate di quelle di Big G. In molti si sono dunque posti il problema di realizzare una soluzione simile a quella di Google ma basata su mappe e foto libere caricate dagli utenti. Fra i servizi di questo tipo il pioniere è stato Mapillary. Alcuni però non hanno gradito il modello di business di Mapillary e hanno deciso di realizzare una alternativa più open. 
L'interfaccia web di OpenStreetView

Il servizio in questione si chiama OpenStreetView. Il funzionamento di OpenStreetView è semplicissimo e richiede soltanto due cose: uno smartphone equipaggiato con Android o iOS e un account su OpenStreetMap.

L'interfaccia principale dell'applicazione per Android di OpenStreetView

Una volta scaricata l'applicazione sul nostro smartphone ed aver effettuato il login su OpenStreetMap non dovremo far altro che andare in giro per la città e fotografare le strade che vogliamo aggiungere al sito. Possiamo scegliere se caricare le immagini seduta stante o se aspettare di essere sotto copertura WiFi (in modo da risparmiare sul piano dati).

L'interfaccia fotografica dell'applicazione per Android di OpenStreetView

Data la natura del progetto le foto caricate non ci consentiranno di avare una visione completa delle strade come accade su Street View ma sono offrono comunque una visione generale che potrà tornarci utile per orientarci negli spostamenti.

Via web possiamo controllare i nostri contributi

Il servizio avrà successo? Questo è presto per dirlo. Il progetto è giovane ed attualmente la copertura è davvero scarsa perché mancano la base comunitaria.
Da sostenitore del software libero non posso che fare il tifo per OpenStreetView e spero di riuscire a contribuire nei prossimi mesi, magari durante le passeggiate per cercare i Pokemon.

 

 

0

PowerShell è ora open source ed è disponibile per Linux e macOS


Microsoft continua la sua (strana) voglia di rilasciare sempre più software sotto licenza open source per Linux.
Quest'oggi ha infatti annunciato il rilascio sotto licenza open source (MIT License) di PowerShell che ora è disponibile anche per Linux e macOS.

Per maggiori dettagli vi rimando all'annuncio ufficiale dove troverete inoltre un video che illustra il tutto.

Per gli utenti interessati ad installare PowerShell sulla propria distro Linux il team di Microsoft ha provveduto a rilasciare, sulla pagina GitHub del progetto, gli installer per Ubuntu 16.04, Ubuntu 14.04 e CentOS 7 oltre che gli installer per Windows e macOS (o OS X se siete nostalgici).

PlatformDownloadsHow to Install
Windows 10 / Server 2016.msiInstructions
Windows 8.1 / Server 2012 R2.msiInstructions
Ubuntu 16.04.debInstructions
Ubuntu 14.04.debInstructions
CentOS 7.rpmInstructions
OS X 10.11.pkgInstructions

 

0

Marco's Box I/O 3x18-19

Solar Impulse ha completato per primo il giro del mondo utilizzando solo energia solare [Gizmodo]

  • Microsoft ha rilasciato su Github il codice del progetto Malmo, una mod di Minecraft che permette l'esecuzione di intelligenze artificiali all'interno del videogame [PI]
  • DeepMind ha aiutato Google ad ottimizzare l'efficenza energetica dei suoi datacenter arrivando ad un consumo di energia inferiore del 15% [Gizmodo]
  • Un gruppo di fisici olandesi ha studiato un metodo di archiviazione su scala atomica: i dati sono conservati tramite la disposizione degli spazi vuoti tra atomi di cloro posti su una superficie di rame [ViceNews]
  • Microsoft ha portato su Linux ed OSX ChakraCore, il motore javascript di Edge e delle app Universal Windows Platform [Microsoft]
  • La fotografa Carol Highsmith aveva donato alla Libreria del Congresso americano il suo patrimonio fotografico, ponendo il suo lavoro in pubblico dominio, recentemente ha fatto causa a Getty perché rivendeva le sue foto appropriandosi della paternità [Hyperallergic]

 

0

Dropbox rende Lepton open source


Dropbox ha da qualche giorno annunciato di aver reso open source (con licenza Apache) Lepton, il suo tool per la compressione delle immagini JPEG senza perdita di qualità. 

Lepton consente di raggiungere un riduzione delle dimensioni dei file del 22% per le immagini JPEG esistenti. Lepton è in grado di conservare il file originale con una precisione bit per bit.
Lepton è già in uso presso Dropbox su oltre 16 miliardi di immagini riuscendo a far risparmiare alla società diversi petabyte di spazio.

Trovate maggiori dettagli su Lepton nel post con l'annuncio ufficiale del rilascio mentre codice sorgente è disponibile su GitHub all'indirizzo https://github.com/dropbox/lepton

 

0

Giunta Raggi:arriva Flavia Marzano, sostenitrice dell'open source e degli open data



Virginia Raggi ha annunciato la giunta che guiderà Roma durante il suo mandato. Fra le nomine una in particolare interesserà gli utenti romani che sostengono il software open source.

La neo sindaca ha ha annunciato la nascita dell'assessorato alla Roma semplice che sarà guidato da Flavia Marzano, Docente in Tecnologie per la pubblica amministrazione presso le università di Bologna, Torino, Roma Sapienza e Link Campus University, dove ha ideato e dirige il Master Smart Public Administration.
Flavia Marzano opera da più di 25 anni per l'innovazione nella Pubblica Amministrazione. Negli ultimi dieci anni la sua attività è stata svolta principalmente nell'ambito degli Open Government, Smart City, Agenda Digitale, Trasparenza, Partecipazione, Open Source, Open data, Cittadinanza attiva, Divario digitale e di genere.
Oltre a questo è attualmente Presidente degli Stati Generali dell'Informazione e membro delle due commissioni nazionali per il software open source. 

 

0

Sviluppo di Debian: stable, testing, unstable ed experimental