0

Come fare backup Android su Linux

Fare un backup dei dati delle applicazioni, messaggi di testo e simili in Android può essere incredibilmente noioso, e talvolta costa anche molto tempo. Abbiamo già affrontato l’argomento in passato ma oggi volevamo fare un piccolo focus per aiutare tutti coloro che utilizzano Linux e hanno bisogno di effettuare un backup Android.

Android viene fornito con un set di strumenti di sviluppo. Ce ne sono molti ma l’elemento principale è noto come ADB (Android Debug Bridge). Esso consente all’utente di accedere direttamente da riga di comando a qualsiasi dispositivo Android. Con questo strumento è possibile fare qualsiasi cosa,compreso il backup di un intero dispositivo.

Di seguito vi mostreremo i comandi necessari per effettuare il backup su Linux. Ci tengo a precisare che questo tutorial è un piccolo focus e fa riferimento a Ubuntu. Tuttavia, ADB è accessibile anche da Windows e MacOs e il processo di backup è simile anche su altri sistemi Linux.

Installare ADB

Aprite una finestra di terminale e digitare il seguente comando per installare lo strumento ADB che interagirà con Android .

sudo apt installare adb

Con lo strumento ADB installato sul sistema, il debug deve essere abilitato all’interno del vostro dispositivo Android. Per abilitarlo seguite queste istruzioni:

  • Dal vostro dispositivo Android andate nelle Impostazioni;
  • Ora cercate la voce Info sul Telefono;
  • Scorrete verso il basso e trovate la voce Numero di Build e toccate su di essa sette volte. Ciò consentirà di abilitare la modalità sviluppatore.
  • Per entrare nella modalità sviluppatore, andate indietro e troverete tra le nuove voci quella “Opzioni Sviluppatore“.
  • Entrate in Opzioni Sviluppatore e scorrete fino a trovare la voce Debug USB e toccatela per attivare l’impostazione.

Effettuare il backup

Per creare un backup con ADB dovete semplicemente utilizzare un comando. Per prima cosa procuratevi il cavo USB del vostro dispositivo e collegatelo al PC. Adesso aprite il terminale e digitate:

 

adb start-server

Verrà avviato l’Android Debug Bridge server. Con questo comando in esecuzione, sbloccate il vostro Android e vi comparirà sullo schermo del tablet o smartphone una finestra di conferma. Accettate per continuare.

Per avviare il processo di backup, dal terminale date il comando:

adb backup -apk -shared -all -f backup-file.adb

E verrà creato il file backup-file.adb che sarà crittografato. Vi verrà chiesta di inserire una password: fatelo e ricordatevi la password che avete inserito.

Ripristino del backup

Per ripristinare il backup, dovete sempre abilitare il server adb (con il comando spiegato sopra) e poi dare il seguente comando di ripristino:

adb restore backup-file.adb

Questa volta, invece di creare una password, tutto ciò che è richiesto è di inserire la password del vostro file backup crittografato. Se è giusta potete iniziare il ripristino dei dati anche se ci vorrà un po’ di tempo.

Conclusioni

Non molti utenti lo sanno ma ADB è incredibilmente potente. Può essere usato anche per effettuare il root su Android, come già mostrato in un nostro precedente articolo.

Buon backup!

L’articolo Come fare backup Android su Linux appare per la prima volta su ChimeraRevo – Il miglior volto della tecnologia.

 

Vai all'articolo originale

Leave a Reply