0

Piccolo sfogo

 Premessa: questo è un posti di puro sfogo senza alcuna utilità. Se non volete leggerlo, non leggetelo :) Se lo leggete, ricordate che siete stati avvisati di possibilità di flame. La storia. Il mio travagliato rapporto con mamma telecom inizia qualche mese fa. Durante i weekend io non riesco a navigare. Motivo? ping verso il server DNS (quelli open, per di più!) che raramente scende sotto i

 

0

Piccolo sfogo

 Premessa: questo è un posti di puro sfogo senza alcuna utilità. Se non volete leggerlo, non leggetelo :) Se lo leggete, ricordate che siete stati avvisati di possibilità di flame. La storia. Il mio travagliato rapporto con mamma telecom inizia qu...

 

0

Configurare proxy per riapprodare nella baia

Se in questi giorni avete provato ad entrare sul sito ThePirateBay avrete notato questo simpatico avviso che blocca l'accesso alla home del sito
La procura di Bergamo ha deciso che ora per gli utenti di tutti i provider italiani deve essere inibito l'accesso alla baia e dato che questa è una limitazione alla nostra libertà che dimostra che il nostro stato vuole arrivare ai livelli della Repubblica Popolare Cinese, vi dico come si fa a riapprodare su essa.

Di solito viene consigliato di utilizzare OpenDNS come indirizzo DNS preferito ma non sempre -almeno nel mio caso- funziona quindi useremo un proxy.

Ma cos'è un proxy?
Per farla semplice quando noi, il client, ci colleghiamo ad un sito ci colleghiamo direttamente al server di esso; mentre se utilizziamo un server proxy noi ci collegheremo ad esso che ci farà comunicare con il server finale. L'utilità di questo sistema è evidente nel caso in cui dobbiamo collegarci da un computer in Italia ad un sito bloccato dal nostro stato, infatti se usiamo un proxy situato in America il server finale crederà di avere a che fare con un utente americano e ci verrà garantito l'accesso.
Quindi per prima cosa bisogna trovare l'indirizzo di un proxy al di fuori dell'italia qui.
Ora basta evidenziare uno degli indirizzi elencati e dare il comando copia.

I numeri dopo i due punti indicano le porte TCP/UDP da utilizzare per collegarsi al proxy quindi ricordatevi di effettuare un forwarding delle porte dalle impostazioni del vostro modem.






Ora copiate l'indirizzo scelto nelle preferenze del vostro browser preferito:
  • Firefox: Modifica->Preferenze->Avanzate

Ora andate su impostazioni connessione

Scegliete configurazione manuale del proxy e inserite l'indirizzo e la porta negli appositi spazi.

  • Opera: Strumenti->Preferenze->Rete->Server proxy















Eseguite la stessa operazione di Firefox su Opera ricordandovi di mettere il segno di spunta su HTTP












Ora avrete pieno accesso a ThepirateBay e potrete scaricare i file .torrent contenuti in esso.

Ma ora il lavoro è solo a metà i client torrent come Transmission o Deluge sono bloccati anche loro e bisogna configurarli.


  • Transmission: Modifica->Preferenze->Proxy















  • Deluge Modifica->Preferenze->Proxy


















Ecco ora sarete liberi di scaricare qualunque cosa vogliate dalla baia senza problemi ovviamente sempre nei limiti che la legge impone ;)

P.S.Se qualcuno avesse dei consigli come dei proxy migliori da utilizzare, commenti pure sarò felice di postarlo.

 

0

Configurare proxy per riapprodare nella baia

Se in questi giorni avete provato ad entrare sul sito ThePirateBay avrete notato questo simpatico avviso che blocca l'accesso alla home del sito
La procura di Bergamo ha deciso che ora per gli utenti di tutti i provider italiani deve essere inibito l'accesso alla baia e dato che questa è una limitazione alla nostra libertà che dimostra che il nostro stato vuole arrivare ai livelli della Repubblica Popolare Cinese, vi dico come si fa a riapprodare su essa.

Di solito viene consigliato di utilizzare OpenDNS come indirizzo DNS preferito ma non sempre -almeno nel mio caso- funziona quindi useremo un proxy.

Ma cos'è un proxy?
Per farla semplice quando noi, il client, ci colleghiamo ad un sito ci colleghiamo direttamente al server di esso; mentre se utilizziamo un server proxy noi ci collegheremo ad esso che ci farà comunicare con il server finale. L'utilità di questo sistema è evidente nel caso in cui dobbiamo collegarci da un computer in Italia ad un sito bloccato dal nostro stato, infatti se usiamo un proxy situato in America il server finale crederà di avere a che fare con un utente americano e ci verrà garantito l'accesso.
Quindi per prima cosa bisogna trovare l'indirizzo di un proxy al di fuori dell'italia qui.
Ora basta evidenziare uno degli indirizzi elencati e dare il comando copia.

I numeri dopo i due punti indicano le porte TCP/UDP da utilizzare per collegarsi al proxy quindi ricordatevi di effettuare un forwarding delle porte dalle impostazioni del vostro modem.






Ora copiate l'indirizzo scelto nelle preferenze del vostro browser preferito:
  • Firefox: Modifica->Preferenze->Avanzate

Ora andate su impostazioni connessione

Scegliete configurazione manuale del proxy e inserite l'indirizzo e la porta negli appositi spazi.

  • Opera: Strumenti->Preferenze->Rete->Server proxy















Eseguite la stessa operazione di Firefox su Opera ricordandovi di mettere il segno di spunta su HTTP












Ora avrete pieno accesso a ThepirateBay e potrete scaricare i file .torrent contenuti in esso.

Ma ora il lavoro è solo a metà i client torrent come Transmission o Deluge sono bloccati anche loro e bisogna configurarli.


  • Transmission: Modifica->Preferenze->Proxy















  • Deluge Modifica->Preferenze->Proxy


















Ecco ora sarete liberi di scaricare qualunque cosa vogliate dalla baia senza problemi ovviamente sempre nei limiti che la legge impone ;)

P.S.Se qualcuno avesse dei consigli come dei proxy migliori da utilizzare, commenti pure sarò felice di postarlo.

 

 

0

Avremus KDE 4.4.1

La notizia giunta dalla mailing list di Debian non ha fatto altro che confermare le mie predizioni! Debian Squeeze uscirà equipaggiato con KDE 4.4 e in particolare la versione 4.4.1 E qui due interessanti righette: From a current point of view squeeze will release with kernel 2.6.32,eglibc 2.11, Python 2.6, X11R7.5, Gnome 2.30, qt 4.6 […]

 

 

0

Analisi dei media player per il pinguino. Episodio #2

Continuiamo l’analisi dei media player per la nostra linux-box :D. Nello scorso articolo ho parlato di Guayadeque, software ancora poco maturo, che non mi ha colpito molto e che per me non spacca. Il player che analizzeremo oggi è banshee. Molti di voi l’avranno sentito, è tra i media payer più utilizzati. Vediamo le caratteristiche […]

 

0

Conversione video avi in formato per cellulari

In Linux il "trucco" sta nell'utilizzare un programma che molti di voi avranno già installato, cioè "FFmpeg".
Per chi non l'avesse digiti il seguente comando da terminale:

sudo apt-get install ffmpeg

A questo punto per convertire i video basterà utilizzare questo comando (sempre da terminale):

ffmpeg -i input.avi -f mp4 -vcodec mpeg4 -b 1100k -r 30 -s 320x180 -acodec libfaac -ar 24000 -ab 128k -ac 2 -threads 8 output.mp4

Sostituite "input" ed "output" con il nome del video.
Se il file si trova nella home, non ci sono problemi; altrimenti dovrete spostavi da terminale nella cartella in cui si trova il file (prima di dare il comando "ffmpeg -i ecc..") digitando da terminale "cd nome cartella" es. cd Scrivania, se il file si trova nella scrivania.

Roberto Lissandrin