0

Chromium: Google Chrome per Linux

Oggi vi parlo di Chromium, il progetto opensource (non ufficiale) che prevede il porting del browser Google Chrome anche su sistemi Linux. Molti utenti del pinguino storcono la bocca (o era i naso? ndr), in quanto "difendono" i browsers ufficiali delle varie distro e accusano Google di poca chiarezza per quanto riguarda la privacy e la licenza d'uso del suo prodotto (per approfindire date un'occhiata qui), altri ancora elogiano Firefox a tal punto da non vedere la necessità di avere un browser "alternativo". Dal mio punto di vista, quindi da fedele e soddisfatto utente di Firefox, penso che un alternativa tutto sommato "libera" possa solo giovare a linux. Il browser di casa Mozilla infatti presenta ancora problemi di eccessivo uso di RAM, lentezza nel caricare applet Java e via dicendo...Chromium, seppure in fase pre-Alpha, ha invece tutte le caratteristiche per diventare un browser "degno" di Linux (Noi Internet Explorer non lo vogliamo! :D). Per ora la versione di questo progetto non permette tante cose (non è dunque possibile un uso decente del programma) , ad esempio è stato disabilitato il pannello delle opzioni, non funziona il Flash, ecc...ma cresce e migliora a vista d'occhio (ad esempio da pochi giorni hanno iniziato a integrarlo nei temi di sistema). Per installarlo su Ubuntu 9.04 bisogna aggiungere il repo della daily build di Launchpad:
deb http://ppa.launchpad.net/chromium-daily/ppa/ubuntu jaunty main
deb-src http://ppa.launchpad.net/chromium-daily/ppa/ubuntu jaunty main
(Per chi non lo sapesse autenticare guardi qui.) Dopodichè lanciate nel terminale il comando
sudo apt-get install chromium-browser
Il browser verrà inserito nella sezione Internet del vostro menù e si aprirà insieme ad una finestra del terminale. Se volete evitare che accada andate in Sistema -> Preferenze -> Menù principale e modificate la voce di Chromium da "applicazione nel terminale" ad "applicazione".



 

0

Chromium: Google Chrome per Linux

Oggi vi parlo di Chromium, il progetto opensource (non ufficiale) che prevede il porting del browser Google Chrome anche su sistemi Linux. Molti utenti del pinguino storcono la bocca (o era i naso? ndr), in quanto "difendono" i browsers ufficiali delle varie distro e accusano Google di poca chiarezza per quanto riguarda la privacy e la licenza d'uso del suo prodotto (per approfindire date un'occhiata qui), altri ancora elogiano Firefox a tal punto da non vedere la necessità di avere un browser "alternativo". Dal mio punto di vista, quindi da fedele e soddisfatto utente di Firefox, penso che un alternativa tutto sommato "libera" possa solo giovare a linux. Il browser di casa Mozilla infatti presenta ancora problemi di eccessivo uso di RAM, lentezza nel caricare applet Java e via dicendo...Chromium, seppure in fase pre-Alpha, ha invece tutte le caratteristiche per diventare un browser "degno" di Linux (Noi Internet Explorer non lo vogliamo! :D). Per ora la versione di questo progetto non permette tante cose (non è dunque possibile un uso decente del programma) , ad esempio è stato disabilitato il pannello delle opzioni, non funziona il Flash, ecc...ma cresce e migliora a vista d'occhio (ad esempio da pochi giorni hanno iniziato a integrarlo nei temi di sistema). Per installarlo su Ubuntu 9.04 bisogna aggiungere il repo della daily build di Launchpad:
deb http://ppa.launchpad.net/chromium-daily/ppa/ubuntu jaunty maindeb-src http://ppa.launchpad.net/chromium-daily/ppa/ubuntu jaunty main
(Per chi non lo sapesse autenticare guardi qui.) Dopodichè lanciate nel terminale il comando
sudo apt-get install chromium-browser
Il browser verrà inserito nella sezione Internet del vostro menù e si aprirà insieme ad una finestra del terminale. Se volete evitare che accada andate in Sistema -> Preferenze -> Menù principale e modificate la voce di Chromium da "applicazione nel terminale" ad "applicazione".

 

0

Mappano Open Days 24 Maggio 2009

E’ ormai il secondo anno che la community Linuxara Mappanense organizza i Mappano Open Days che quest’anno si terranno in un unica giornata molto intensa, naturalmente sotto l’insegna dell’Open Source! Ecco il volantino! Come si evince dal volantino la giornata in questione sarà molto varia, si partirà dalla sicurezza informatica passando per la multimedialità, il […]

 

0

Social Network - Ping.FM

Quante volte avete perso interesse o nemmeno vi siete iscritti ad un social network per mancanza di tempo e/o voglia di aggiornare il suo contenuto? Ieri sera, leggendo "Jonathan Carter: What is dented!?" nel mio feed reader, ho scoperto Ping.FM e sembra risolvere il problema in maniera molto valida. Il nome, forse perchè sono informatico, mi ha subito ispirato e dato idea del servizio offerto. Mi sono incuriosito ed ho visitato la home page del progetto dove viene detto:
That's right, we support over 40 social networking sites and we're adding more all the time. Between our straight forward posting methods and advanced custom triggers, we make it easy for you to post your messages exactly where you want them to go.
Esistono diverse modalità per diffondere il proprio stato in rete tramite Ping.FM e tra queste posso citare:
  • Jabber
  • Skype
  • Email
  • SMS
  • MMS
Ieri sera ho subito provato con la posta elettronica e con Skype. I risultati sono stati ottimi e molto rapidi. Nel giro di pochi secondi ho trovato aggiornato diversi social network a cui sono iscritto. Ecco l'elenco dei social network aggiornabili tramite Ping.FM:

AIM Status, Bebo, Blogger, Brightkite, Custom URL, Delicious, Diigo, Facebook Pages, Flickr, FriendFeed, Friendster, GTalk Status, hi5, Identi.ca, imeem, Jaiku, Koornk, kwippy, Laconi.ca, LinkedIn, LiveJournal, Mashable, Multiply, MySpace, Plaxo Pulse, Plurk, Present.ly, Radar, Rejaw, seesmic, ShoutEm, StreetMavens, TypePad, Utterli, Vox, WordPress.com, Xanga, Yahoo 360, Yammer, YouAre

Buona lettura e divertimento nel mondo dei social network ragazzi!

 

 

0

Linux Mint 7 nome in codice Gloria uscirà nei prossimi giorni



Dopo l'uscita di Ubuntu 9.04 Jaunty Jackalope ecco che sta per arrivare Linux Mint 7 nome in codice "Gloria".
Il team LinuX Mint ha pubblicato sul suo sito il nuovo codename della versione 7 basata su Ubuntu 9.04 “Jaunty Jackalope”.
Il nuovo nome sarà "Gloria", come il solito la scelta di nomi femminili; però questo è un pò una scommessa.
Già Linux Mint è in continua crescita e ne dimostra il terzo posto su Distrowatch nel 2008 e la continua ammirazione di nuovi utenti.
Come da sempre Mint aspetta a rilasciare le propie distribuzione un mese circa dopo l'uscita della versione ufficiale di Ubuntu.

Notizia dal sito ufficiale:
Introduction: Lee Mathews wrote a mini-review of Linux Mint 7 Gloria RC1 on DownloadSquad.com: http://www.downloadsquad.com/2009/05/08/linux-mint-rolls-out-an-impressive-version-7-rc-of-its-own/ Happy reading everyone. Comments: Lee writes: “you can install Mint from within Windows using Mint4Win (Wubi, modified).” –> Just a precision about this. As written in the release notes, mint4win does not work in this RC release and it will fixed for the stable release.

Roberto Lissandrin

 

 

0

Di: voRia

il mio obiettivo non è solo quello di risolvere i problemi dell'NC10 con ubuntu, ma anche quello di spiegare le cause dei vari problemi e le loro soluzioni, per fare in modo che queste ultime siano facilmente applicabili anche alle altre distro. Comunque, questo articolo ormai è vecchio e non riflette più la situazione attuale del supporto linux all'NC10, che è decisamente migliorato. Per quanto riguarda la iso, penso sarebbe un lavoro inutile. Anche se dovessi crearne una con tutti i miei pacchetti già installati, basterebbero pochi aggiornamenti dai repository ufficiali ubuntu per rendere nulle tutte le mie modifiche. Invece, su <a href="http://www.voria.org/forum" target="_blank" rel="nofollow">Linux On My Samsung</a> trovi un repository mantenuto da me e costantemente aggiornato. Tutto quello che bisogna fare e aggiungerlo alla propria lista di repository e aggiornare il sistema, operazione che non richiede più di 5 minuti.

 

0

Di: enrico

Innanzitutto complimenti per questo sito e grazie per il lavoro che stai facendo. Mi sorge pero` spontantea una question...visto che verosimilmente il tuo nc10 dovrebbe essere perfetto, non sarebbe piu` semplice che rilasciassi una iso del tuo Ubuntu gia` sistemato con le opportune patch?E` vero che nel modo attuale chi vuole sistemare la propria macchina (nc10) deve anche imparare delle cose, ma e` anche vero che se tu rilasciassi una iso, il tempo che tutti risparmierebbero potrebbe essere usato da quelli piu` esperti per risolvere altri problemi.Inoltre qualcuno potrebbe essere invogliato ad usare anche altre distribuzioni. (per esempio e` appena uscita Tiny Core 1.4 che secondo me sarebbe perfetta perche` permette di istallare solo quello che effettivamente serve) Comunque ancora grazie. Spero che tu mi risponda ciao e.losi