Tags archives: cinnamon

 

0

Linux Mint 18.2

Linux Mint e una distribuzione Linux basata su Ubuntu che ha come obbiettivo di fornire una esperienza subito pronta all’uso dato che include plugin per browser, codec audio/video, supporto ai DVD e Java di default. Fornisce dei programmi custom per la gestione e installazione della distribuzione. Versione 18.2: Sonya Questa versione contiene: Linux Mint 18.2 […]
Related posts:
  1. Debian 9: Stretch Debian GNU/Linux Debian GNU/Linux è un progetto collaborativo per la...
  2. Linux Mint 18.1: Serena Linux Mint e una distribuzione Linux basata su Ubuntu che...
  3. Linux Mint 18.1 “KDE”, “Xfce” Linux Mint e una distribuzione Linux basata su Ubuntu che...

 

0

Calculate Linux 17.6

Calculate Linux Calculate Linux sono tre distribuzioni Linux basate su Gentoo. Calculate Directory Server (CDS) è la soluzione per server che supporta Windows e Linux tramite LDAP + SAMBA. Calculate Linux Desktop (CLD) è una distribuzione per workstation disponibile  con KDE, GNOME o Xfce. Calculate Linux Scratch (CLS) è un live CD che permette di […]
Related posts:
  1. Calculate Linux 17 Calculate Linux Calculate Linux sono tre distribuzioni Linux basate su...
  2. Porteus 3.2.2 Porteus Porteus è una leggera, veloce, piccola ma potente distribuzione...
  3. Debian 9: Stretch Debian GNU/Linux Debian GNU/Linux è un progetto collaborativo per la...

 

0

Ecco Fedora 26!


Il team di Fedora ha annunciato l'immediata disponibilità di Fedora 26 e di tutte le spin ufficiali.
Fedora 26 porta con se migliaia di miglioramenti derivati dall'aggiornamento dei vari software presenti nei repository della distro, inclusi i nuovi strumenti di sviluppo come GCC 7, Golang 1.8 e Python 3.6. A muovere il tutto troviamo il Kernel Linux 4.11 supportato da Mesa 17.1.4.
Aggiunto un nuovo strumento di partizionamento in Anaconda (l'installar grafico di Fedora) che sarà di sicuro apprezzato dagli appassionati e dai sysadmin.
Aggiornato anche il gestore di pacchetti DNF alla versione 2.5 con tante nuove funzionalità che potete scoprire recandovi a questo indirizzo.

I desktop environment
L'edizione principale di Fedora 26 porta GNOME 3.24 "Portland", l'ultima versione stabile del desktop environment di riferimento nel mondo GNU/Linux.
Se siete interessati ad ambienti desktop alternativi potete scaricare una delle Spin di Fedora 26. A questo giro, oltre alle consuete edizioni con KDE, Xfce, MATE-Compiz, Cinnamon ed LXDE troviamo la nuova Spin con LXQt.

Trovate le note di rilascio complete di Fedora 26 a questo indirizzo.

I link per scaricare Fedora 26
Ecco i link per scaricare Fedora 26 e le sue Spin
Come aggiornare
Se provenite da Fedora 25 e volete aggiornare la vostra distro a Fedora 26 seguite le istruzioni pubblicate da Fedora Magazine.

 

0

Debian 9: Stretch

Debian GNU/Linux Debian GNU/Linux è un progetto collaborativo per la creazione di un sistema operativo basato su Linux. Debian fornisce oltre 20.000 pacchetti gratuitamente. Versione 9: Stretch Ancora una volta la nuova versione di Debian contiene molto più software rispetto alla precedente, jessie; la distribuzione include più di 15346 nuovi pacchetti, per un totale di […]
Related posts:
  1. siduction 17.1.0 Siduction Siducion è una distribuzione Linux basata su Debian “unstable”...
  2. Kali Linux 2016.2 Kali Linux Kali Linux (precedentemente nota come BackTrack) è una...
  3. Korora 25: “Gurgle” Korora Korora nasce col desiderio di rendere Linux semplice per...

 

0

Pantheon Desktop Environment su Debian Stretch

 

0

Come visualizzare default gateway da terminale in Linux

  Come visualizzare default gateway da terminale Linux I classici comandi come ifconfig o ip non visualizzano il default gateway, quindi per poterlo visualizzare si possono usare i tre comandi seguenti: # netstat -nr # ip route show # route -n Come visualizzare default gateway da terminale in Linux enjoy 😉  

The post Come visualizzare default gateway da terminale in Linux appeared first on Edmond's Weblog.

 

0

Linux Mint 18.2: In arrivo novità per Xreader, l'Update Manager e il Display Manager

Lo scorso febbraio Clement Lefebvre ci aveva dato alcune anticipazioni sulle prossime versioni di Blueberry, Xed e Xplayer che vedremo su Linux Mint 18.2. Oggi torna sull'argomento novità in arrivo e ci parla di altre succose novità. Scopriamole.

Xreader

Il lettore di PDF e documenti, Xreader, sta ricevendo molti cambiamenti in questo momento. Le modifiche più evidenti sono quelle relative all'interfaccia utente del programma e riguardano in particolare la barra laterale e la barra degli strumenti.

Xreader ora supporta i temi scuri el e icone simbole
Come potete vedere dallo screenshot l'applicazione supporta ora i temi scuri e le icone simboliche. In cantiere c'è ora l'aggiunta di nuovi pulsanti nella barra degli strumenti per passare rapidamente tra le diverse modalità di visualizzazione.
I developers hanno inoltre aggiunto il supporto al touch; gli utenti dotati di toch screen potranno ingrandire il documento con i gesti delle dita o passare alla pagina successiva/precedente scorrendo il dito.
Non mancano ovviamente le correzioni di bug e il porting di alcuni di alcuni cambiamenti da Atril ed Evince.

Update Manager

Il team di sviluppo si sta nuovamente dedicando al migliorare l'Update Manager. I miglioramenti riguardano soprattutto i filtri per la gestione dei livelli di aggiornamento. La maggior parte degli aggiornamenti saranno di livello 2 mentre gli aggiornamenti delle applicazioni che non impattano sul sistema operativo saranno di livello 1. Toolkits, ambiente desktop e librerie che riguardano più applicazioni saranno classificate come livello 3. Il Kernel e gli aggiornamenti sensibili di sistema saranno livello 4. Infine, per quanto riguarda il livello 5, sarà dedicato agli aggiornamenti non raccomandati o pericolosi.
Una nuova sezione di aiuto verrà fornita con l'Update Manager che spiegherà meglio i concetti fondamentali degli update, i livelli e le politiche degli aggiornamenti, le regressioni etc..
Ulteriori informazioni saranno inoltre fornite su Kernel e aggiornamenti di sicurezza e sulla importanza della sicurezza.
Infine gli utenti Linux avanzati saranno in grado di automatizzare gli aggiornamenti scrivendo script, routine o cron jobs grazie ad un nuovo CLI chiamato "mintupdate-tool". Questo tool supporta tutte le caratteristiche presenti nel gestore degli aggiornamenti fra cui la selezione del livello, gli aggiornamenti di protezione, gli aggiornamenti del kernel, le black list e permetterà di elencare e/o applicare gli aggiornamenti.

Display Manager

Linux Mint 18.2 potrebbe essere rilasciato con LightDM e unity-greeter come impostazione predefinita. Il team di Linux Mint sta testando questo display manager come alternativa a MDM e i risultati sono promettenti.

Linux Mint 18.2 potrebbe avere LightDM e unity-greeter come impostazione predefinita

I developer hanno sviluppato un tool chiamato lightdm-settings che consente di personalizzare facilmente il tutto

Il nuovo tool LightDM-Settings
L'arrivo di LightDM consentirà di avere alcune funzionalità che sono già disponibili in Cinnamon ma che non sono presenti in MDM come la possibilità di avere le sessioni ospiti (la possibilità di loggarsi come ospite in una sessione che viene creata in tempo reale e che non salva i dati in modo persiistente e li cancella quando l'utente ospite si disconnette).
Il fatto che LightDM è usato anche da Ubuntu consentirà agli sviluppatori di semplificare la manutenzione e la risoluzione dei problemi (MDM non funziona in Ubuntu e richiede patch per integrarlo correttamente con Plymouth, Upstart, NVIDIA Prime etc in Linux Mint).
unity-greeter è in parte legato (ma comunque limitatamente) al codice di Unity e non è compatibile con Debian e questo potrebbe essere un problema per Linux Mint Debian Edition. Per questo motivo il team di sviluppo non ha ancora deciso se LMDE continuerà ad usare MDM o lightdm-gtk-greeter o se invece verrà creata una versione cross-distro di unity-greeter (qualcuno ha detto fork?).

 

0

siduction 17.1.0

Siduction Siducion è una distribuzione Linux basata su Debian “unstable” orientata al desktop e che offre ben 4 differenti Desktop Manger: KDE, LXDE, XFCE, Razon-qt. In particolare è nata come fork di Aptosid per facilitare l’installazione ed è sempre una rolling release. Versione 17.1.0 Questa versione contiene: Today we are proud to release siduction 2017.1.0 […]
Related posts:
  1. siduction 16.1.0 Siduction Siducion è una distribuzione Linux basata su Debian “unstable”...
  2. Sabayon 16.04 Sabayon Linux Sabayon Linux  è una distribuzione Linux basata su...
  3. SparkyLinux 4.5 SparkyLinux SparkyLinux  è una distribuzione Linux leggera basata su versioni...

 

0

Linux Mint 18.2: Ecco le novità in arrivo per Blueberry, Xed e Xplayer

Clement Lefebvre, nel suo consueto post mensile con il resoconto sulle donazioni, ha mostrato alcune delle novità che vedremo su Linux Mint 18.2.
Il lavoro del team di sviluppo si sta concentrando principalmente sulle X-Apps e sulle componenti di Cinnamon.
Ma vediamo cosa bolle in pentola.

Cinnamon Spices
Il lavoro del team di sviluppo si sta concentrando sul sistema di autenticazione, commenti e rating per rendere il sito compatibile con le API di Facebook, Google e Github.
Continua il lavoro di miglioramento delle spices di Cinnamon. Applets, desklet, temi ed estensioni obsoleti sono in fase di rimozione in modo da offrire agli utenti solo componenti funzionanti. Alcuni temi che sono stati particolarmente apprezzati in passato ma che non venivano aggiornati da anni (alcuni di loro dal 2012) sono stati aggiornati per funzionare con Cinnamon 3.2.

Bluetooth
L'interfaccia utente di Blueberry sta per essere notevolmente migliorata ed apparirà così



Come potete vedere è stato aggiunto un pulsante per l'accensione/spegnimento nella barra degli strumenti ed è stato aggiunte nuove opzioni nei settaggi.
Il trasferimento di file OBEX è ora supportato out of the box in modo da poter inviare file molto facilmente tramite Bluetooth al computer da qualsiasi dispositivo.
Aggiunta una opzione per poter cambiare il nome della periferica Bluetooth del computer. Di solito per default il nome è l'host o mint-0 e molte persone non sanno come cambiare il tutto tramite riga di comando.
Infine Blueberry ha ora un applet per Cinnamon che utilizza le icone simboliche similmente alle altri applet di stato come quelli dell'audio o della rete.

Xed
L'editor di testi è stato potenziato. "Word wrap" è stato reso più accessibile e aggiunto al menu in modo da poter attivare/disattivare tale funzione senza andare nelle preferenze di Xed. 
Aggiunta la possibilità di selezionare alcune linee ed ordinarle premendo F10 oppure andando in Modifica --> Ordina linee.
Ora è possibile ingrandir e ridurre il testo tramite menu, scorciatoie da tastiera o con la rotellina del mouse.


La ricerca supporta ora le espressioni regolari. 
È ora possibile muoversi fra le schede con la rotellina del mouse.
Le estensioni Python sono ora supportate e il porting delle estensioni di Gedit 3 su Xed è ora molto più facile.
Come potete vedere dallo screenshot sono stati apportati alcuni miglioramenti visivi. Per esempio troviamo lateralmente e nella parte bassa dell'editor delle barre intelligenti che si adattano automaticamente al contenuto che stiamo andando ad editare. Tali barre possono essere nascoste o mostrate con un semplice click del mouse. 
Infine è stato aggiunta la possibilità, se utilizzate il tema Mint-Y-Darker. di impostare il colore dell'editor di testo (chiaro o scuro) e di adattarlo meglio ai nostri gusti.

Xplayer
Il lettore multimediale Xplayer ha avuto miglioramenti nelle sua interfaccia grafica. Tutti i comandi e la barra di avanzamento sono ora collocati sulla stessa linea e la barra di stato è stata rimossa per rendere l'applicazione più compatta.


È ora possibile controllare la velocità di riproduzione con gli stessi tasti di scelta rapida di MPV. 
I sottotitoli esterni sono ora caricati in automatico ma nascosti per impostazione predefinita. È possibile accendere o spegnerli con la pressione del tasto "S" sulla tastiera.
Aggiunta inoltre la possibilità di cambiare la traccia audio (della lingua) tramite la pressione del tasto "L".
Fixato anche l'OSD (on-screen display) e ora mostra le info sulla traccia audio, sui sottotitoli, sulla velocità di riproduzione e sulla posizione quando si cerca in avanti o indietro.

 

0

Porteus 3.2.2

Porteus Porteus è una leggera, veloce, piccola ma potente distribuzione Linux basata su Slackware. Inizialmente era nata per tenere aggiornata la distribuzione Slax. Adesso adotta diversi ambienti grafici ed è disponibile sia per i sistemi a 32 che a 64 bit. Versione 3.2.2 Questa versione contiene (in Inglese): kernel 4.9 pulseaudio eudev consolekit2 more complete […]
Related posts:
  1. Korora 23: Coral Korora Korora nasce col desiderio di rendere Linux semplice per...
  2. Korora 25: “Gurgle” Korora Korora nasce col desiderio di rendere Linux semplice per...
  3. Calculate Linux 15.17 Calculate Linux Calculate Linux sono tre distribuzioni Linux basate su...