Tags archives: kde-neon

 

0

Installiamo Latte Dock su Kubuntu / KDE neon


Stanchi del solito look di KDE Plasma? Volete provare qualcosa di diverso in stile macOS senza però passare ad altri ambienti desktop? Latte Dock è la soluzione che fa per voi.
Latte Dock è infatti una dock in stile macOS semplice ed elegante in grado di dare un aspetto più alternativo al vostro KDE.
Scopriamo insieme come installare Latte Dock su Kubuntu e KDE neon.

La prima cosa da fare, se ci troviamo su Kubuntu, è quella di aggiungere il PPA Kubuntu Backports e di aggiornare la nostra distro. Possiamo farlo dando da terminale

sudo add-apt-repository ppa:kubuntu-ppa/backports

sudo apt update

sudo apt full-upgrade

Una volta fatto installiamo Latte Dock dando da terminale:

sudo apt install latte-dock

Su KDE neon Latte Dock è già presente nei repository di sistema e per installarlo ci basterà dare da terminale

sudo apt install latte-dock

Di seguito trovate un breve video che illustra alcune delle possibilità di personalizzazione offerte da Latte Dock

 

0

LibreOffice 5.4 arriva nel PPA LibreOffice Fresh


Il team di Canonical ha rilasciato tramite il PPA LibreOffice Fresh l'aggiornamento a LibreOffice 5.4, l'ultima major release di LibreOffice 5.x uscita lo scorso 28 Luglio. Per sapere le novità di questa release vi invito a leggere il mio precedete articolo.

Aggiornare è facile, vi basterà aggiungere il repository LibreOffice Fresh dando da terminale

sudo add-apt-repository ppa:libreoffice/ppa

aggiornare la lista pacchetti

sudo apt update

ed infine aggiornare il sistema dando

sudo apt upgrade
        

 

0

Come installare LibreOffice Fresh da Snap su Ubuntu 16.04 LTS, derivate e release successive

Negli scorsi giorni è stato rilasciato LibreOffice 5.3, la nuova release della famosa suite da ufficio libera per Windows, macOS e Linux. Questa nuova release porta con se numerose novità che spingeranno molti di voi a provarla.

Per gli utenti Ubuntu e derivate l'update arriva sempre tramite PPA dedicati, update però che per esser rilasciati necessitano spesso di diverso tempo dall'annuncio del rilascio al caricamento nei PPA dedicati.

Per velocizzare il tutto è ora possibile bypassare il problema grazie a Snap, il nuovo formato di pacchetti incluso su Ubuntu e derivate a partire da Ubuntu 16.04 LTS e che consente ai developer di rilasciare pacchetti sempre aggiornati e facilmente installabili sulla distro. LibreOffice ha deciso di adottare questo formato e da qualche release rilascia gli update anche nel formato Snap. 

LibreOffice installato da snap su KDE neon

I vantaggi di snap
Il vantaggio dell'installazione di LibreOffice tramite il formato Snap è che sarà per noi possibile avere LibreOffice Fresh sempre aggiornato con un solo comando e non dovremo più aspettare che i manutentori dei repository di LibreOffice rilascino gli aggiornamenti.
L'altro vantaggio è che potremo far coesistere in uno stesso sistema due versioni di LibreOffice evitando così di risolvere eventuali regressioni introdotte nel ramo Fresh.

A sinistra LibreOffice installato da repository, a destra LibreOffice installato da snap in esecuzione sulla stessa macchina (Ubuntu 16.04 LTS)

Gli svantaggi di snap
Ci sono però degli svantaggi non indifferenti. Il primo è che il formato snap non consente di personalizzare l'installazione di LibreOffice e dunque dovremo installare il pacchetto completo. Se non usiamo normalmente alcuni programmi della suite come Base, Draw o Impress non potremo rimuoverli, cosa che invece possiamo fare in caso di installazione di LibreOffice da repository.
L'altro svantaggio è dato dall'integrazione con il desktop environment. La versione di LibreOffice presente nello snap si integra in malo modo su desktop come KDE

LibreOffice installato da snap su KDE neon: integrazione col sistema

LibreOffice installato da snap su Ubuntu 16.04 LTS: integrazione col sistema

Nel compenso si adatta benissimo a GNOME (di cui non vi allego diapositiva perché non ho voglia di metter su una macchina virtuale solo per uno screen ma penso che dagli screenshot si capisca bene la cosa).

Altro svantaggio si ha quando si mantengono ambo le versioni di LibreOffice sulla stessa macchina, quella installata da repository e quella installata da Snap. Come potete vedere si creano (giustamente) doppi collegamenti alle applicazioni ed è difficile beccare quella giusta visto che mantengono lo stesso nome :D

Lo svantaggio di cui vi parlavo ovvero avere i collegamenti duplicati in caso di doppia installazione
Come installare LibreOffice Fresh da snap
Bene, se siete arrivati fin qui ed avete valutato i pro e i contro dell'installare LibreOffice Fresh da snap vorrete di sicuro sapere come fare ad installare il tutto su Ubuntu 16.04 LTS, derivate e versioni successive.
Nel caso non vogliate mantenere la vostra attuale versione di LibreOffice installata da repository dovrete come prima cosa rimuoverla. Potete farlo dando da terminale

sudo apt remove --purge libreoffice*

Una volta fatto passiamo all'installazione di LibreOffice Fresh. Da terminale diamo

sudo snap install libreoffice

Localizzare in italiano LibreOffice
Una volta installato LibreOffice Fresh da snap la lingua dell'applicazione risulterà settata in automatico in inglese. Passare all'italiano è semplicissimo. 
Basterà andare  su Tools, Options, Language Settings e li impostare la lingua italiana.


Una volta fatto cliccate su Ok. Vi verrà chiesto segnalato che è l'applicazione verrà deve essere riavviata per applicare i cambiamenti. Fatelo e al riavvio tutto sarà in italiano.

Come aggiorno LibreOffice installato tramite snap al rilascio di una nuova versione?
Aggiornare un pacchetto snap è semplicissimo.
Se volete aggiornare il singolo pacchetto vi basterà dare da terminale

sudo snap refresh libreoffice

Se volte aggiornare tutti i programmi e non sono LibreOffice vi basterà dare

sudo snap refresh

Come rimuovo LibreOffice installato tramite snap?
Anche la rimozione è semplicissima. Per rimuovere LibreOffice installato tramite snap vi basterà dare da terminale

sudo snap remove libreoffice

 

0

KDE neon: rilasciata una nuova ISO con Wayland


Il rilascio di Plasma 5.9 si sta avvicinando e così il team di KDE neon ha iniziato a interrogarsi sul passaggio o meno a Wayland per impostazione predefinita per la Developer Edition Unstable.
Al fine di valutare il passaggio Jonathan Riddell ha aggiornato l'ISO Plasma Wayland. Stando ai test di Riddell il sistema funziona bene in VirtualBox, ora non resta che provare effettuare dei test su macchine reali.
Se volete provare anche voi la nuova ISO potete scaricarla all'indirizzo http://files.kde.org/neon/images/plasma-wayland-devedition-gitunstable/current/

 

0

Nasce KDE neon User LTS Edition basata su KDE Plasma 5.8 LTS


Il team di KDE neon ha annunciato il rilascio di KDE neon User LTS Edition, una nuova versione di KDE neon User basata su KDE Plasma 5.8 LTS.
Questa nuova versione di KDE neon offrirà a tutti gli utenti KDE Plasma 5.8, il ramo LTS di KDE Plasma destinato ad avere supporto per bugfix per 18 mesi (a differenza dei quattro mesi delle versioni intermedie di KDE Plasma).


Il target è tutti quegli utenti che vogliono la stabilità prima di tutto e puntano ad avere un sistema bug free sul quale lavorare in tranquillità.
La differenza con l'edizione standard di KDE neon è data dal fatto che KDE neon User LTS Edition non passerà a Plasma 5.9 quando sarà disponibile ma resterà sul ramo 5.8.x e seguirà i suoi aggiornamenti di manutenzione mensili.
Oltre a KDE Plasma 5.8 LTS gli utenti troveranno le ultime versioni di KDE Applications, l'ultima release di KDE Frameworks, le Qt 5.7 e gli aggiornamenti HWE * per il kernel Linux e Mesa quando disponibili.
Il nuovo repository specifico per KDE neon User LTS Edition sarà 

deb http://archive.neon.kde.org/user/lts xenial main

Attualmente il passaggio dalla User Edition alla User LTS Edition non è supportato ma dovrebbe comunque funzionare.

Potete scaricare KDE neon User LTS Edition all'indirizzo https://neon.kde.org/download

Con il termine Hardware Enablement Stack (o per gli amici HWE) si fa riferimento al rilascio congiunto del nuovo kernel Linux e del nuovo stack X.org, per ogni specifica Point Release di Ubuntu. Essendo KDE neon basata su Ubuntu 16.04 LTS gli aggiornamenti di Kernel Linux e Mesa seguiranno le point release di Ubuntu come ad esempio Ubuntu 16.04.1 LTS e così via..

 

 

0

Rilasciata KDE neon User Edition 5.6


Il team di KDE neon ha annunciato il rilascio di KDE neon User Edition 5.6. Questa nuova ISO, basata su Ubuntu 16.04 LTS, è destinata agli utenti comuni in quanto offre un ambiente stabile e adatto all'uso di tutti i giorni.
In KDE neon User Edition 5.6 troviamo:

  • KDE Plasma 5.6
  • KDE Frameworks 5.22
  • Una selezione di applicazioni selezionate dal KDE Visual Design Group che si integrano bene in KDE Plasma: Kate, Firefox, Konsole, KDE Connect, VLC, Spectacle, Dolphin, Print Manager. Ulteriori applicazioni verranno aggiunte man mano ai repository della distro

Potete scaricare KDE neon User Edition 5.6 all'indirizzo https://neon.kde.org/download

 

0

Rilasciata la Tech Preview di KDE neon User Edition


Il team di KDE neon ha annunciato il rilascio della tech preview destinata agli utenti comuni di KDE neon.
Questa prima tech preview è basata su Ubuntu 16.04 LTS e porta con se KDE Plasma 5.6.3 e le Qt 5.5. Quello che caratterizza KDE neon da una Kubuntu è che gli aggiornamenti di KDE saranno disponibili subito dopo il rilascio rendendo così la distro sempre aggiornata senza dover ricorrere a repository di terze parti e aspettare diversi giorni dal rilascio di una nuova release di KDE.
Il tutto è accompagnato dalla base LTS di Canonical e dal suo vasto archivio di applicazioni.
L'attuale tech preview di KDE neon User Edition non offre un set di applicazioni preinstallate lasciando per ora la scelta agli utenti.
Prima di scaricare la tech preview è bene tenere a mente i seguenti problemi:

  • Non ci sono applicazioni KDE preinsstallate, trovate soltanto xterm come terminale dal quale potrete installare quelle che preferite
  • UEFI (e Secure Boot) non sono supportati
  • L'installer non è visibile nel meno preferiti 
  • Ci sono alcuni bug in ubiquity che portano a crash
Potete scaricare KDE neon User Edition Tech Preview all'indirizzo http://neon.kde.org/download

 

0

KDE neon: ecco la tech preview con Plasma 5.6.0


Per celebrare l'uscita di Plamsa 5.6.0 il team di KDE neon ha deciso di rilasciare la prima tech preview di KDE neon con Plasma 5.6.0 compilato direttamente da GIT.
Pensate di provarla? Io sto già scaricando la ISO http://neon.kde.org/download
Per maggiori informazioni sul perché non ci sono applicazioni preinstallate vi rimando al post di Jonathan Riddell.

Via Google+


 

0

Nasce KDE neon e porta pacchetti bleeding-edge di KDE per Ubuntu LTS


Jonathan Riddell già fondatore di Kubuntu (ora però ha abbandonato la distro) e sviluppatore di vecchia data di KDE ha annunciato la nascita di KDE neon, un repository software da usare sulle versioni LTS di Ubuntu in grado di fornire agli utenti le versioni sempre aggiornate di KDE (Plasma, Frameworks e Applicazioni) e delle Qt direttamente il giorno della loro uscita.

Di KDE neon verranno rilasciate delle immagini live installabili, la prima (di testing) sarà basata su Ubuntu 15.10 mentre la versione stabile avverrà con il rilascio di Ubuntu 16.04 LTS.
Il tutto verrà gestito tramite un repository dedicato creato appositamente per KDE neon (non viene infatti usato il consueto sistema di repository su Launchpad).

Non si tratterà dunque di una distro rolling bensi di una distro con base stabile sulla quale troveremo le versioni sempre aggiornate di KDE.

Il team di sviluppo ha deciso di usare Ubuntu come base poiché ritengono sia la scelta migliore per offrire stabilità e supporto di terze parti. Inoltre molti dei developers di KDE neon hanno familiarità con Ubuntu avendo lavorato su di esso per oltre un decennio. 

A mio avviso si candida dunque per diventare la migliore distro KDE centrica dell'ecosistema GNU/Linux. L'unica nota stonata (lo so, è un mio cruccio) è che KDE neon sarà sviluppato solo per sistemi a 64 bit, una scelta che il team di sviluppo ha scelto di compiere per non disperdere risorse e concentrare tutte le risorse su di una sola architettura.


Le prime immagini verranno rilasciate nelle prossime settimane tuttavia gli utenti smanettoni ansiosi di provare il tutto possono farlo fin da subito, vi basterà installare Kubuntu 15.10 (64 bit) e aggiungere i repository di KDE Neon seguendo le seguenti istruzioni:

  1. Aggiungere i repository di KDE neon dando da terminale:
    wget http://archive.neon.kde.org.uk/public.key
    apt-key public.key
    sudo apt-add-repository http://archive.neon.kde.org.uk/unstable
  2. Installare KDE neon dando
    sudo apt install neon-desktop
Cosa ne pensate di questo nuovo progetto? Lo seguirete?