Tags archives: mondo-microsoft

 

0

Italo Vignoli si dimette da LibreItalia

Italo Vignoli ha annunciato le sue dimissioni irrevocabili da tutti i ruoli ricoperti in LibreItalia (attualmente era presidente onorario e consigliere).
La decisione di Vignoli è stata maturata a seguito di forti divergenze di vedute con l'attuale presidentessa. e con alcuni membri del consiglio. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l'organizzazione della LibreOffice Conference 2017 che si terrà a Roma dall'11 al 13 Ottobre 2017.
Vignoli già in passato ha avuto forti momenti di disaccordo con la presidentessa e alcuni membri del consiglio anche sugli obiettivi di Associazione LibreItalia che, stando a Vignoli, con l'elezione del nuovo consiglio ha preso una direzione completamente diversa da quella che Vignoli e gli altri fondatori dell'organizzazione avevano auspicato quando hanno deciso di costituire l'associazione stessa.
Vignoli fa altresì sapere che continuerà a lavorare, come indipendente, sia alla organizzazione della LibreOffice Conference di Roma, sia allo sviluppo di LibreOffice (in particolar modo alla crescita di LibreOffice e del formato standard ODF, che erano due trai i principali obiettivi di Associazione LibreItalia).

Per maggiori informazioni vi rimando al sito internet ufficiale di Italo Vignoli dove sono spiegati tutti i dettagli della vicenda.

 

0

Rilasciata la beta pubblica di CZIP X,la nuova utility multi piattaforma di crittografia file


Matteo Luigi Riso, già autore di ZipGenius, ha annunciato l'arrivo della prima beta pubblica di CZIP X.
CZIP X è una utility pensata per la creazione di archivi cifrati e la loro successiva decifratura. Il software è multi piattaforma ed è in grado di funzionare su PC (Windows 10 UWP, macOS e Linux) e smartphone Android.
CZIP X su Ubuntu MATE

I fan del software libero saranno lieti di sapere che la libreria crittografica alla base del programma sarà open source e rilasciate non appena il programma uscirà dalla fase di beta pubblica.

CZIP X sarà gratuita per Linux mentre su Windows 10, macOS e Android costerà solo 99 centesimi e si potrà scaricare dai rispettivi store.

L'applicazione in versione Linux (.deb) è già da ora disponibile all'indirizzo: https://1drv.ms/u/s!Aqdu3xCpDnhPosE8De5KTbk5OQVN4A per tutti gli utenti intenzionati a testarla.

 

0

Send, il nuovo progetto di Mozilla per inviare file crittografati che si autodistruggono


Il team di Mozilla è sempre attivo nella ricerca di nuove tecnologie e nuovi progetti per migliorare la vita di tutti gli utenti internet e lo fa grazie al progetto Firefox Test Pilot. Uno dei suoi ultimi progetti si chiama Send, un nuovo servizio web (attualmente nella fase di Testing pubblico) che permette di caricare e crittare file di grandi dimensioni (fino a 1 GB) e di poterli condividere online.

Il funzionamento del servizio è semplice e non richiede obbligatoriamente l'utilizzo di Firefox o di qualche estensione, basta usare un qualunque browser di ultima generazione. Una volta caricato il file che vogliamo condividere, Send creerà un link che potremo condividere con chi vogliamo. Tutti i link creati in Send scadono dopo 1 download o 24 ore e tutti i file inviati verranno automaticamente rimossi dal server di Send. Chiunque in possesso del link univoco al file crittato (include la chiave crittografica) sarà in grado di scaricare e accedere al contenuto del file.


Per consentirti di visualizzare lo stato di file già caricati, o eliminarli, vengono memorizzate sul dispositivo locale alcune informazioni di base sul file: identificativo di Send per il file, nome del file, link univoco per il download. Queste informazioni vengono rimosse se il file viene eliminato oppure visitando il sito dopo la scadenza del file.

 

0

Rilasciato LibreOffice 5.4


The Document Foundation ha annunciato il rilascio di LibreOffice 5.4, l'ultima major relase di LibreOffice 5.x. Questa nuova versione è disponibile per Windows, macOS e Linux oltre che perr il cloud grazie a Collabora.



Ma vediamo quali sono le novità principali di LibreOffice 5.4 (che trovate riassunte nel video in alto)

Miglioramenti generali:

  • Introdotta una nuova tavolozza dei colori standard basato sul modello di colore RYB
  • Migliorato il supporto per le immagini vettoriali EMF
  • I file PDF importati vengono ora meglio renderizzati, anche quando sono inseriti in un documento, mentre i file PDF esportati da Writer e Impress supportano i video embeddati (e i video collegati se sono stati aperti con Acrobat Reader)
  • Aggiunto il supporto al OpenPGP per la firma di documenti PDF in Linux


Miglioramenti in Writer:

  • In Writer è ora possibile importare AutoText da modelli Microsoft Word DOTM
  • Quando si esporta o incolla degli elenchi numerati e puntati come testo normale la loro struttura viene preservata
  • Possibilità di aggiungere filigrane personalizzate nei nostri documenti
  • Nuove voci di menu contestuali per lavorare con sezioni, note a piè di pagina, note e stili


Miglioramenti in Calc:

  • Calc adesso include il supporto per i grafici che utilizzano i dati da tabelle di pivot. Quando le tabelle vengono aggiornate il grafico collegato viene automaticamente aggiornato
  • I commenti sono ora più facili da gestire, con comandi per mostrare, nascondere ed eliminare tutti i commenti
  • Quando si applica la formattazione condizionale alle celle è possibile modificare la priorità delle regole con dei pulsanti su e giù
  • Aggiunte opzioni per la protezione dei fogli, per consentire di bloccare l'inserimento o la cancellazione di righe e colonne
  • Quando state esportando in formato CSV, le impostazioni vengono memorizzate per le prossime operazioni di esportazione


Miglioramenti in Impress:

  • In Impress, quando si sta duplicando un oggetto, è possibile specificare le frazioni di angoli. Inoltre le impostazioni vengono salvate per le operazioni di duplicazione successive

Miglioramenti in LibreOffice Online:

  • Migliorato inoltre LibreOffice Online che offre ora prestazioni migliori e si adatta in maniera responsiva al layout dei dispositivi mobili. Inoltre è stata aggiunta una modalità di sola lettura. 


Potete scaricare LibreOffice 5.4 all'indirizzo http://www.libreoffice.org/download/download/

 

0

Rilasciato 3.17.0: migliorata l'importazione dal formato XPWE


Giuseppe Vizziello ha annunciato il rilascio di LeenO 3.17.0, la nuova versione della sua famosa estensione per LibreOffice che trasforma la Calc in un potente software per la realizzazione di computi metrici estimativi e della contabilità lavori.

La versione 3.17.0 di LeenO vede l’introduzione, sia nella tabella di COMPUTO che in quella di CONTABILITA, della colonna relativa agli importi dei Materiali e dei Noli, sempre che le voci in Elenco Prezzi siano corredate dei valori della manodopera. Ovviamente gli importi parziali di Materiali e Noli vengono annotati anche su ogni riga di categoria, oltre che nel riepilogo  in calce al COMPUTO. Per la visualizzazione di questi dati è sufficiente agire sulla voce di menù Viste>Manodopera.

Aggiornato anche il modulo di importazione dal formato XPWE per conservare compatibilità con le ultime versioni di Primus.

Di seguito trovate le note di versione di LeenO 3.17.0:
  • Eliminato il colore di sfondo dalle celle di Elenco Prezzi.
  • L’inserimento di nuova voce in Elenco Prezzi è completo delle formule di sommario del computo.
  • Aggiunta la lista di scelta delle unità di misura nelle voci di Elenco Prezzi.
  • Nelle importazioni dei prezzari le righe senza prezzo hanno un colore di sfondo e si può scegliere se visualizzarle.
  • Corretta formula per il calcolo dell’incidenza percentuale di manodopera nelle righe di categoria.
  • Aggiornata l’esportazione in formato XPWE con l’uso di una routine per il riconoscimento di qualsiasi tipo di contenuto delle celle.
  • Aggiornata l’importazione dal formato XPWE per la presenza dei codici WBS (ultime versioni di Primus).
  • Aggiornato il Pesca: quando la voce di COMPUTO ha già un codice di prezzo assegnato, il cursore evidenzia lo stesso codice in Elenco Prezzi.
  • Alleggerito il grigio di sfondo delle voci di COMPUTO trattate con il comando Azzera una voce di COMPUTO.
  • Aggiunte le colonne di Materiali e Noli (€) sia in COMPUTO che in CONTABILITA.
  • Aggiunta alla modalità Viste>Manodopera la colonna con l’importo dei Materiali e Noli (€).
  • Aggiunti i parziali di categoria per la colonna Materiali e Noli (€).
  • Aggiunto in Riepilogo e/o firme in calce i valori di Materiali e Noli (€).
  • Aggiunta voce di menù Importa/Esporta…>Importa voci da prezzario Regione Toscana XML.
  • Il passaggio di voci di prezzo da un computo ad un altro aggiunge le formule di sommario sulle righe importate.
  • Aggiornato l’adeguamento automatico dei vecchi lavori alla versione corrente di LenneO.
  • Correzioni di bug minori.
  • Cancellato codice obsoleto.
Potete scaricare LeenO all'indirizzo http://leeno.org/about-leeno/leeno/download/

PS: vi ricordo che su Linux, per poter installare LeenO, è necessario che siano installato nel sistema i pacchetti python3-uno e libreoffice-script-provider-python che permettono a LibreOffice di leggere e interpretare il linguaggio Python con cui sono scritte alcune azioni di LeenO. Potete installarli dal vostro gestore dei pacchetti.
Se siete su Ubuntu e derivate come Linux Mint vi basterà dare da terminale

sudo apt install python3-uno libreoffice-script-provider-python

ed in seguito installare LeenO facendo doppio click sul file di installazione scaricato dal sito di LeenO.

 

0

Il Piano Triennale 2017-2019 per l'informatica nella Pubblica Amministrazione è all'insegna dell'open source

Il Governo Gentiloni ha approvato il Piano Triennale 2017-2019 per l'informatica nella Pubblica Amministrazione, un piano all'insegna dell'open source. Scopriamo insieme in cosa consiste.


Cosa è il Piano Triennale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione?
È il documento di indirizzo strategico ed economico destinato a tutta la Pubblica Amministrazione che accompagna la trasformazione digitale del Paese.
Il Piano definisce:

  • le linee operative di sviluppo dell’informatica pubblica;
  • il Modello strategico di evoluzione del sistema informativo della PA;
  • gli investimenti ICT del settore pubblico secondo le linee guida europee e del Governo.
Il nuovo piano consentirà alle pubbliche amministrazioni di realizzare servizi più semplici ed efficaci per cittadini e imprese. I punti fondamentali due sono:
  • approccio mobile first per consentire la fruizione dei servizi in mobilità su smartphone e tablet
  • architetture sicure, inter operabili, scalabili, affidabili basate su API comuni per tutti
L'open source e la collaborazione diventano il cardine di tutto il piano triennale.

A chi è rivolto?
Il documento è pensato per essere letto dai responsabili tecnologici della Pubblica Amministrazione (Comuni, Regioni, Ministeri e tutti gli enti nazionali e locali) come guida al processo di trasformazione digitale. 

I vantaggi
Ma quali sono i vantaggi? Be immaginate di essere il CTO (Chief Technology Officer) del vostro comune e siete alle prese con la trasformazione digitale dei propri servizi. 
In una situazione come questa il CTO dovrà districarsi fra linguaggi, piattaforme, database, aspetti inerenti alla sicurezza etc: consultando il Piano Triennale e le sue linee guida troverà tutto quello che gli serve.
Nel piano troverà, ad esempio, le info sui data center nazionali, identificati da AgID, che per dimensione possono garantire, a costi contenuti, un alto grado di sicurezza e affidabilità.

Se i servizi che deve sviluppare richiedono l'identificazione del cittadino, il CTO consultando il piano e le linee guida, potrà trovare l'SDK dello SPID in modo da poterne integrare i servizi facilmente, anche grazie alla documentazione tecnica e l'ambiente di test disponibile sul sito developers.italia.it. Tutto questo consentirà di ridurre sia ci costi che i tempi di sviluppo.

Se i servizi richiederanno dei pagamenti allora il CTO del Comune potrà connettere facilmente i fornitori di servizi di pagamento attraverso la piattaforma abilitante PagoPA e gli appositi SDK.

In caso di migrazione ad ANPR, l'Anagrafica Nazione della Popolazione Residente, potrà inoltre ricevere il supporto dal Team Digitale.

Grazie alle linee guida e ai kit di design e sviluppo potrà, inoltre, impostare font, layout, pulsanti, grafica, brand e identità del servizio coerenti con quelli di tutte le altre amministrazioni.
Una volta disponibili, troverà anche indicazioni e linee guida su come esporre specifiche API del proprio servizio per consentire in maniera sicura ulteriori integrazioni da parte della comunità degli sviluppatori.

Il CTO avrà, quindi, più tempo a disposizione per concentrarsi sulle attività che contano per i cittadini.

Il Piano Triennale è su GitHub!
Il Piano Triennale 2017-2019 per l'informatica nella Pubblica Amministrazione è interamente disponibile su GitHub all'indirizzo https://github.com/italia/
Grazie a questo il testo è liberamente accessibile e si potranno modificare parti del testo, integrarle, aprire delle pull request che saranno valutate dai maintainer del Piano Triennale (membri di AgID e del Team per la Trasformazione Digitale) che daranno costante supporto alle Pubbliche Amministrazioni.
Si potranno inoltre chiedere chiarimenti riguardanti particolari sezioni aprendo degli issue specifici che verranno gestiti direttamente dai maintainer.

Il supporto è anche sul Forum e su Docs
Oltre al repository su GitHub è stato inoltre creato un forum di discussione sui servizi pubblici realizzato per far si che argomenti specifici possano essere trattati e condivisi direttamente all'interno della community. 
Si affianca Docs, il nuovo sistema di gestione dei documenti pubblici che raccoglie e rende disponibile la documentazione sul Piano Triennale che permette una lettura chiara e agevole dei contenuti su ogni dispositivo. Tutti i suggerimenti che verranno accettati saranno incorporati nella versione successiva del Piano. Il Piano Triennale verrà, infatti, aggiornato a settembre di ogni anno.

 

0

Visual Studio Code disponibile come snap in Ubuntu


Canonical, tramite il blog Ubuntu Insights, ha annunciato il rilascio di Visual Studio Code nel formato snap per Ubuntu.
Per chi non lo sapesse Visual Studio Code è un editor di codice sorgente sviluppato da Microsoft per Windows, Linux e macOS. Il programma è basato su Electron, un framework con cui è possibile sviluppare applicazioni Node.js.
D'ora in avanti gli utenti Ubuntu (e derivate) potranno installare Visual Studio Code come snap dando da terminale

sudo snap install --classic vscode

L'installazione è possibile su Ubuntu 14.04 LTS, Ubuntu 16.04 LTS nonché le versioni più recenti di Ubuntu ancora supportate. Grazie a questo pacchetto snap ufficiale potremo dire addio a PPA di terze parti ed avere sempre la versione più aggiornata di Visual Studio Code.

 

0

Telegram Desktop 1.1 porta le chiamate vocali su computer


Telegram Desktop si è aggiornato alla versione 1.1 e con esso è arrivato il supporto alle chiamate vocali su computer.
D'ora in avanti sarà possibile chiamare gli amici presenti su Telegram direttamente dai nostri pc sfruttando la rete dati.
Ma vediamo il changelog completo di Telegram Desktop 1.1:

  • Le chiamate di Telegram sono ora disponibili su computer: sicure, cristalline, costantemente migliorate grazie all'intelligenza artificiale.
  • Il nuovo pannello Emoji, Sticker e GIF salvate diventa uno spazio separato sulla destra quando Telegram è attivo in una finestra abbastanza grande.
  • Gestisci gli utenti bloccati nei tuoi supergruppi.
  • Gli amministratori delle chat possono ora eliminare i messaggi per gli altri membri.

 

0

Rilasciato DraftSight 2017 SP2


Dassault Systèmes ha annunciato il rilascio di DraftSight 2017 SP2, il secondo service pack per DraftSight 2017.
Questo nuovo aggiornamento è incentrato soltanto nella correzione di bug generici. Per i più curiosi ecco il changelog completo:
  • 1022768 Improves stability of DraftSight application at startup on PC equipped with ex. Intel HD Graphics 2000 when applying Windows 10 update KB4013429.
  • 1018331 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Batch Print” (Impresión de lote) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018329 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Rename” (Renombrar) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018325 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “About” (Acerca de) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018291 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Clean” (Limpiar) window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1018183 Rectifies the Spanish translation on the Close button of “Print Configuration Manager” window dialog by replacing the word Apretado with Cerrar.
  • 1016421 Fixes the problem of unable to print OLE tables.
  • 1014541 Fixes the issue where OLE objects in dwg file may get resized and shrunk in print output.
  • 1014532 Corrects the unexpected “stretch error” when selecting the grip of a copied and pasted dimension.
  • 1014377 Re-enables the selection of check boxes located at SMARTLEADER > Settings > Format Leaders > Annotations > Note options.
  • 1013963 Suppresses in the free version of DraftSight the undesired startup warning in the command window showing: “An unsigned add-in, ExportTableAddin.dll, has been detected, and will not be loaded. Only signed and authenticated add-ins are permitted.”
  • 1010600 Improves stability of DraftSight when inserting BOM for Windows 7 32-bit OS.
  • 1009777 Corrects the sheet views getting cutoff issue after upgrading from DraftSight 2016 to 2017.
  • 994798 Fixes the re-assigned F4 shortcut key issue where it reverts back unexpectedly to “Recent Documents” every time when launching the application.
  • 986216 Improves visual result when Trim entity using arc as cutting edge.
  • 983317 Adds new capability using mouse double click to quickly edit the Toolbox content or generated entities.
  • 859284 Supports selection using Ctrl and Shift keys to add or delete multiple sheets layout at a time.
  • 659169 Provides access and control to fade referenced drawing with the new system variable “XDWGFADECTL”.
  • 654840 Fixes the template startup switch or command line switch for opening templates (/T).
  • 579391 Improves the behaviors of the HATCH command, Placement options for “Send to Back” or “Send Behind. Boundary' to be more robust.
Potete scaricare gratuitamente (è richiesta solo una mail per l'attivazione) DraftSight 2017 SP2 per Windows (32 e 64 bit), Mac (solo 64 bit) e Linux (solo versioni 64 bit disponibili per Ubuntu e Fedora) all'indirizzo https://www.3ds.com/products-services/draftsight-cad-software/free-download/

 

0

Ubuntu, SUSE e Fedora arriveranno sul Windows Store


Windows Subsystem for Linux si arricchisce del supporto a nuove distro e della possibilità di installazione tramite Windows Store.

Durante la conferenza Microsoft Build 2017, Terry Myerson ha fatto diversi annunci su Windows Subsystem for Linux, la tecnologia di Microsoft che porta la Bash di Linux su Windows.

La parternship di Microsoft con Canonical prosegue e fra non molto sarà possibile installare Ubuntu tramite il Windows Store.

Immagine via On MSFT

Microsoft è anche al lavoro con SUSE e Fedora per portare le loro distribuzioni sul Windows Store.

Tutte e tre le distro saranno installabili tramite Windows Store e sarà possibile eseguire una o più distro contemporaneamente.
Le distro potranno inoltre essere installate anche su unità disco secondarie, non solo su C:.

Le nuove funzionalità arriveranno nelle prossime build di Winows Insider e disponibili per tutte le edizioni standard a partire dal prossimo autunno.

Se volete contribuire allo sviluppo del progetto potete farlo su GitHub https://github.com/microsoft/BashOnWindows